Lombalgia forte

Donna, 40 anni.
Referto R.M. RACHIDE LOMBOSACRALE
Segni di artrosi somatica ed interapofisaria delle vertebre esaminate.
Irregolarità spondilosiche delle limitanti somatiche.
Protusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale a livello dello spazio intersomatico L3-L4 che impronta il sacco durale. Piccole ernie discali si osservano a livello degli spazi intersomatici L4-L5 ed L5-S1 che improntano la banda subaracnoidea anteriore ed il sacco durale a sede posteriore mediana e paramediana destra.
Ridotto il segnale dei dischi intersomatici per fenomeni disidratativi.
Normale ampiezza del canale vertebrale.
Non si osservano alterazioni del segnale a carico del cono e dell'epicono midollare.
A cavallo del 1999 e del 2000 sono rimasta bloccata 3 volte per i dolori poi non ho avuto nessun problema rilevante fino allo scorso anno (13 anni). Da un'anno a questa parte, dopo essere stata fortemente bloccata, mi restano sempre dei dolori più o meno intensi a seconda dei giorni, ma non ho mai avuto più una giornata tranquilla.
per ora mi sono rivolta a un ortopedico che mi ha consigliato un busto da indossare 5-6 ore al giorno e dietro suo consiglio sto facendo delle sedute di fisioterapia (tens, ginnastica posturale, infrarossi, massaggi), devo dire che mi in generale mi sento piuttosto peggio che meglio.
la mia domanda è: è il caso di consultare anche un neurochirurgo o devo sopportare il dolore, dal momento che l'ortopedico mi ha detto che con la mia situazione i dolori non andranno mai via e l'unica alternativa sarebbe l'intervento per applicare la protesi discale.
Mi scuso per la lunghezza, ma non ho saputo abbreviare di più.
Grazie a chi mi vorrà rispondere.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Non so se ci sarebbe l'indicazione a mettere una protesi discale.
Nel frattempo, mi sembra che il consiglio dell'Ortopedico sia buono.
La situazione radiografica non mi sembra catastrofica,
Aspetti ancora qualche settimana di trattamento conservativo ed, eventualmente, solo dopo ci si potrà risentire.
In assenza di deficit neurologici, mi sembra la decisione più saggia.
A presto ed auguri cordiali,

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Cosa si intende per deficit neurologici?
Oltre al dolore avverto una strana sensazione alle gambe, più precisamente dalle ginocchia a salire fino a metà coscia, un torpore come quando si è stati esposti al freddo per delle ore.
Il motivo per cui voglio cercare di risolvere questo problema è che mi piacerebbe affrontare una gravidanza e avendo quasi 40 anni capirà che non posso temporeggiare a lungo.
Grazie ancora per la gentile attenzione.
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Deficit neurologici, in questo caso, significa disturbi della conduzione del nervo sia come forza nei singoli movimenti che di sensibilità in detreminate aree specificamente innervate.
Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa