Utente
Gentilissimi dottori , anni fa mi è stata diagnostica l’ernia del disco, il dolore inizialmente si presentava solo in alcune occasioni , mi è stato più forte mi prescrissero il bentelan e dopo 5 giorni sparì per ripresentarsi inizialmente dopo un anno circa e poi dopo 6 mesi,
circa 3 mesi fa il dolore è tornato e mi sono recato da un medico ortopedico, ho iniziato a fare
la fisioterapia presso un centro e mi sono sottoposto ad una rmn lombo sacrale , la prima settimana , soprattutto nell’arco del pomeriggio stavo meglio anche se alla sera e soprattutto al risveglio i dolori tornavano , ho continuato fisioterapia per altre 2 settimane ma ogni mattina e i fine settimana ero nuovamente piegato in due per il dolore,
il medico ortopedico un undici giorni fa mi ha prescritto un ciclo di cortisone (Medrol 16 mg
) ma non ho avuto sollievo , il dolore mi pare sia rimasto inalterato e niente, anche per far diminuire il dolore non so che fare , preso l’oki oggi e ieri ma il dolore non è sceso mentre 2 giorni fa aveva fatto un certo effetto.
Posto il referto.
L'indagine e' stata eseguita con magnete superconduttivo da 1,5 T.
Il canale spinale presenta normale ampiezza.
Ipointensi in T2 per fenomeni disidratativi gli ultimi due dischi intersomatici.
Ernia discale posterolaterale destra L4-L5
Piccola ernia discale posteromediana paramediana destra L5-S1.
Cisti meningee intrasacrale all'altezza di S2.
Vi ringrazio davvero di cuore per ogni eventuale risposta.

[#1]  
Egr. signore,
secondo quanto Lei riporta del referto della RM, a livello della colonna studiata, sono presenti due dischi disidratati con fuoriuscita, più o meno consistente, dei rispettivi dischi (erniare=venir fuori).
Lei descrive in modo molto generico i sintomi, ovvero parla di intenso dolore, ma non dice in che sede, se si irradia a uno o entrambi gli arti inferiori ecc.

A distanza si può solo intuire la diagnosi e prospettare ipoteticamente la terapia, ma vanno valutate con attenzione sia le immgini della RM, sia eventuali segni di sofferenza delle radici nervose.
Questo può avvenire soltanto attraverso l'esame clinico diretto sul paziente.

Gli antinfiammatori, anche cortisonici, sicuramente sono efficaci, seppur temporaneamente, ma il loro prolungato uso può determinare effetti collaterali del tutto indesiderati..
Essi, è bene che ciò sia compreso, agiscono sul sintomo, non certo sulla causa.

Disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti, invio cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottore La ringrazio per la risposta,
Le specifico che l’ arto inferiore interessato è uno( la gamba destra)
il dolore parte dal gluteo destro ( a volte interessa anche il fianco destro) e arriva fino alla parte inferiore della gamba destra.
Anche riguardo ai farmaci avete perfettamente ragione , la speranza era solo che l’ultimo ciclo di cortisone facesse effetto anche se temporaneamente per poter iniziare la ginnastica posturale ma stavolta il dolore non è neanche diminuito .
Cordiali Saluti.

[#3]  
Il dolore descritto all'arto inferiore destro è compatibile con quanto emerso alla RM.
La ginnastica potrà essere utile,ma è comunque una terapia sintomatica.

Cordialmente

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore Giovanni Migliaccio , prima di tutto la ringrazio di cuore per l’interessamento e le risposte, inoltre volevo dirle che mi vorrei prendere la licenza di mandarle una mail più dettagliata al suo indirizzo mail in firma. Cordiali saluti

[#5]  
Va bene!