Utente
Gentile dottore,ho 51 anni e mi è stata diagnosticata una stenosi degenerativa lombare. Sono una persona con un'obesità grave per cui mi è stato detto non possibile da trattare chirurgicamente. Ho letto di chirurgia miniivasiva con con aperius tm perc lid. Questo tipo di intervento è lo stesso controindicato in paziente obeso? Sto per essere inserita in lista d'attesa per un intervento di chirurgia bariatrica, ma i tempi d'attesa sono molto lunghi. Fino ad un anno e mezzo fà, nonostonte il mio peso (140) ero molto agile e svolgevo un lavoro pesante, ora non sono più in grado di lavorare e sento di peggiorare giorno per giorno, la mia autonomia di marcia è poco più di 50 metri e altrettanto breve è la mia resistenza in piedi.faccio fisioterapia in piscina più fisioterapia antalgica ma con scarsi risultati. la prego mi dia un consiglio, cos'altro posso fare? Mi aspetta una sedia a rotelle? Grazie

[#1]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Sicuramente la sedia a rotelle, no!
E' però necessario, a quanto mi par di capire, intervenire in qualche modo per ovviare ai deficit della deambulazione dovuti verosimilmente alla stenosi del canale lombare.
Senza quanto meno visionare l'esame con il quale Le hanno diagnosticato la stenosi (a proposito , quale esame?), non so dirLe se può essere sufficiente l'applicazione del distanziatore interspinoso o se è necessario eseguire un intervento un po' più invasivo, come la laminectomia decompressiva.
Sicuramente il sovrappeso può creare sia difficoltà tecniche nelle manovre operatorie, sia complicanze di instabilità vertebrale, ma ciò non significa che bisogna rinunciare a star bene.
In ogni caso la decisione terapeutica definitiva la può prendere solo lo specialista che l'avrà visitata e valutate tutte le opportunità.
Cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente
Mille grazie per la risposta, volevo aggiungere che gli esami eseguiti sono: RX, TAC e RM lombosacrale, più RX e RM del bacino per escludere problemi alle anche, in fine una PET total body per escludere riformazioni tumorali poichè ho avuto un carcinoma al colon nel 90. Dopo le conclusioni mi hanno affidata alle mani dei fisioterapisti per un sollievo (che non c'è) nell'attesa di perdere peso e poter affrontare un'intervento. Le chiedo ancora gentilmente, é veramente così rischioso un intervento nelle mie condizioni? e cosa potrebbe succedermi?

[#3]  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
MESSINA (ME)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Non tanto rischioso, Signora, quanto più indaginoso e <faticoso> per il chirurgo che deve intervenire sulla colonna lombare <attraversando> una, diciamo, discreta abbondanza di tessuto adiposo. Tutto qui, salvo gravi controindicazioni per es. di natura cardiologica.

Cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano