Utente 225XXX
salve 4 gg fa a seguito di ribaltamento in una buca con la mountanbike ho subito un trauma facciale (okkio dx gonfio in via di guarigione) forte trauma a spalla-braccio sx (senza fratture o altro rilevato dai raggi) e frattura Processo spinoso c5 con distacco osseo .
fin da subito e a tutt oggi, mi sembra senza miglioramenti a parte la riduzione degli ematomi, non riesco a sollevare per nulla il braccio sx e nemmeno il solo avambraccio in flessione (in estnsione il muscolo mi sembra rispondere).
4 dita della mano e polso ok ma sento continuo formicolio e diminuzione sensibilita al polpastrello del pollice.
la rotazione dell'avambraccio e' lenta ma realizzabile. tuttavia al tatto l avambraccio sembra lievemente "addormentato".
ancor di piu lo sembra il braccio superiore in particolare sulla fascia esterna dove sembra anche piu freddo.
mi hanno montato un collare abbastanza avvolgente da portare 8 gg h24, poi da portare un collare tipo schanz rigido ma piu sottile altri 15 gg.
avro' visita ortopedica dopo 8 gg e raggi x cervice dopo 25.

mi chiedevo: il problema al braccio si risolvera' mano a mano che si ricompatta la frattura?
da cosa dovrei accorgermi che sarebbe meglio effettuare prima possibile ulteriori esami?
conviene e dopo quanti gg di riposo assoluto togliere il collare qualche ora al giorno per evitare problemi e dolori alla schiena e rilassamento muscolare?
al contrario sarebbe ancor meglio tenere il collare piu avvolgente piu tempo per evitare traumi?

ultima appendice alla quale capisco sarebbe difficile rispondere: dopo 12 e 24 ore, accortomi che il braccio cadeva senza alcuna sensibilita', dottore e ortopedico del pronto soccorso mi hanno garantito che la cosa non era collegata alla frattura cervicale (poiche' il midollo era sano) ma solo al forte trauma della spalla. Nella mia ignoranza pero su forum anche di questo sito vedo che le problematiche dellle c5-c6 sono assolutamente spesso collegate alle parestesie o peggio paralisi di torso e arti, e' stata una valutazione possibile o hanno evitato di metermi paura visto un decorso e frattura relativamente positivi?

grazie mille e buon lavoro

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Signore,
la fenomenologia che Lei descrive suscita qualche dubbio sulla sua natura ortopedica (contusione della spalla) in quanto potrebbe essere ascritta ad un interessamento delle radici spinali del tratto cervicale inferiore. Per avere una panoramica più esaustiva può leggere il mio recente articolo nella Sezione Speciali Salute di Medicitalia ("Tutto sulla cervicalgia"). A mio avviso, sarebbe opportuno eseguire:
1) Risonanza segmento cervicale
2) Elettromiografia arto superiore sinistro
3) Visita neurochirurgica
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 225XXX

grazie del consiglio provvedo anche alla Elettromiografia prima della visita di controllo
saluti

[#3] dopo  
Utente 225XXX

scusi il chiarimento: quando dice "la forma vertebrale tende alla cronicità..." nell'articolo mi pare riferito alle cause non traumatiche e, se cosi', anche per cause traumatiche, la forma vertebrale, ritiene che possa comunque generalmente tendere alla cronicità?
grazie

[#4]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La forma vertebrale della cervicalgia, come si desume nell'articolo, dipende da una degenerazione di tipo artrosico con formazione di osteofiti, e per questo motivo tende alla cronicità. Qualcosa di analogo, comunque, accade anche nelle forme vertebrali su base traumatica, in quanto i processi riparativi hanno ugualmente la tendenza a formare produzioni ossee osteofitarie.
Se vuole, mi informi pure dei reperti all'esame EMG.
Saluti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#5] dopo  
Utente 225XXX

immagino sia caso per caso ma vista questa tendenza a formare produzioni ossee, ogni quanti mesi o anni mi converra', anche in caso di risoluzione positiva del trauma attuale, fare analisi di controllo sul c5 e quali (risonanza, tac, rasdiografia...)?

grazie
buonlavoro

[#6] dopo  
Utente 225XXX

mercoledi ho i risultati di rmn e elettromiografia, se esce qualcosa di utile alla mia domanda, lo segnalo qui.
saluti

[#7]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Attendiamo i risultati.
Auguri
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente 225XXX

salve, Elettromiografia rimandata di 2-3 settimane, il braccio sx da 3 gg riporta miglioramenti ma ancora scadente propriocettività e tricipite "molle", impossibile ad es. portare la mano da sola sopra i capelli o il braccio oltre i 30-40 gradi di rotazione, la risonanza fatta dopo 6 gg dall'incidente riporta:

"RM RACHIDE CERVICALE
In anamnes esito di distacco posttraumatico dell'apofiSI spinosa del corpo vertebrale di C5.
l'arvo posteriore risulta nel complesso sostanzialmente conservato e non sono documentabili
alterazioni significative dei rapporti art1colari a livello interapofisario.
i dischi intervertebrali risultano leggermente assott1gl1ati e mostrano nel tratto compreso tra C4 e C6
una riduzione in altezza e presentano protrusioni a barra posteriore con focaliltà paramed1ana s1n1stra.
Ne risulta una leggera compressione sulla corda m1dollare che appare deformata e compressa ma non
I rapporti articolari a livello interapofisario risultano sostanzialmente nei limiti di norma.
Normale il segnale della corda midollare.
C.R.: in esiti di fratura deellll'apofisi spinosa in C5 non si E!Videnz1ano segni d1 instabilità nel comparto articolare sia intersomatico sia interapofisario .
Discopatie degenerative con impronta sulla corda midollare con componente ganglio-radicolare nel
tratto C4-C6"

che ne dice ? positivo? consigli?
le citate "Discopatie" e "compressioni" devo stare attento? sono degenerative o c'e' modo di farle rientrare?

ho prenotato fisioterapia braccio/cervicale a partire dal 4 ottobre (4 settimane dall'evento).
durante il giorno e notte uso il collare schanz,
uso sul philadelfia solo per rare e brevi guide di auto,
e da 2 gg, se lavoro al pc, tolgo il collare per massimo 30-60 minuti.

grazie mille

[#9]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Egregio Signore,
il responso dell'EMG sarà estremamente utile nel poter definire con esattezza il suo quadro clinico ed in particolare mi riferisco a quell'aspetto di modica compressione del midollo nel segmento C4-C6. Purtroppo, i limiti del consulto online sono proprio rappresentati dal fatto che, non avendo una visione diretta del paziente, non possono essere ricercati quei segni clinici che consentono di esprimere una diagnosi compiuta ed ancor più un attendibile giudizio prognostico. Ad ogni modo, resto in attesa che mi riferisca del reperto EMG.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#10] dopo  
Utente 225XXX

slave a seguito rx 20 gg dopo incidente mi si rileva "Rettilinearizzazione della fisiologica lordosi cervicale", consigli oltre ovviamente le fisioterapia che iniziero' fra 5 gg? ho letto di cuscini termici, bagni caldi, massaggi, dormire senza cuscino... attivita' limitata fisica si puo'? corsa leggera, lunghe camminate... grazie e buon lavoro

[#11] dopo  
Utente 225XXX

mi scusi non lo ritenga un giudicare un collega ma solo un suggerimento trovato sul web, tra l'altro molto generico, ritiene i suggerimenti seguenti utili, almeno non dannosi?

"dormire in posizione supina in modo che la direzione del suo sguardo sia verticale verso il soffitto;
se lavora seduto cerchi di lavorare evitando di curvare il collo. si inclini in avanti e si appoggia il torace anteriormente al bordo della scrivania. Se utilizza il computer controlli che lo schermo sia posto all’altezza degli occhi.
fare anche i più semplici movimenti quotidiani come lavarsi e vestirsi senza curvare ne la schiena ne il collo.
è bene che tutti i giorni faccia una lunga passeggiata a passo svelto"

ci capisca, siamo googledipendenti...

[#12] dopo  
Utente 225XXX

scusi dimenticavo, mi e' stato suggerito dall'ortopedico (che pero' mi e' sembrato un novello specializzando (avendo sbagliato intestazione dei documenti, scritto la prognosi con un italiano "straniero", non riuscito ad aprire e leggere il file della rx e persomi due referti del neurologo che ho dovuto recuperare i giorno dopo) Nevridol per 3 mesi... ed il collare per un altro mese (nonostante neurologo, ecografo e ortopedico del PS mi avessero detto che bastavano 20-25 gg)
ma ho indagato, Nevridol pare solo un integratore alimentare, non prescrivibile e costoso, mi sembra piu' un regalino alle case farmaceutiche che un qualcosa di utile.
Consigli sul prodotto?

grazie, saluti

[#13]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Egregio Utente,
non commento prescrizioni e consigli da Lei ricevuti per altra fonte. Sulla base del precedente consulto, ribadisco quanto già detto: un EMG può esserle utile.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it