Craniotomia per meningioma

Buongiorno , tre mesi fa sono stata operata ad un meningioma parietale destro tramite craniotomia . Prima dell’intervento sono stata in shock anafilattico per il mdc della risonanza , ora ai tre mesi di controllo dall’operazione, il neurochirurgo mi prescriveuna tac (in modo che il mdc sia diverso) ma nonostante ciò nessuno si assume tra gli anestesisti la responsabilità di eseguire nuovamente l’esame vista la gravità accaduta in precedenza, e vista la familiarità a tali allergia avendo avuto mia sorella in coma proprio per shock anafilattico. Ora la mia domanda è : c’è qualche altro macchinario , qualche altro compromesso per verificare l’operato del medico senza sottopormi a pericoli come il mdc ? Per verificare come sta il mio cervello e se ci sono cellule o altre complicanze?
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Il gadolinio, mezzo di contrasto per la risonanza, molto raramente dà intolleranza (personalmente, non ho mai visto, nè sentito, di shock per intolleranza).
L'esame potrà essere eseguito con la presenza di un Anestesista, che sappia impegnarsi nella sua professionalità, previa somministrazione di antistaminici e cortisone..
Quindi, non tac (contrasto con sostanza iodata), ma rmn (contrasto senza iodio).
Cordialità (e dia pure ulteriori notizie).

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

[#2]
dopo
Utente
Utente
Purtroppo proprio con il gadolinio ho avuto il gonfiore della gola che mi impediva di parlare e respirare , oltre a calore gonfiore esterno e bolle , ed è proprio per questo che ora mi è stata prescritta una tac ma mi è stato spiegato che il rischio è molto alto , per questo chiedevo se ci fosse una strada alternativa per verificare lo stato del cervello
[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
No, per quanto di mia conoscenza.
Faccia, allora, solo la rmn encefalica senza mdc e rifewrisca, gentilmente, il referto.
Cordialità.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Il referto dice quanto segue: esame TC Cerebrale eseguito in condizioni basali e valutato a monitor mediante ricostruzioni MPR assiali sagittali e coronali. Esiti del pregresso intervento neochirurgico a destra. Non si rilevano aree a densità ematica in sede sopra e sottotentoriale. Nei limiti gli spazi sub-aracnoidei della base e della convessità. Lievemente aumento il volume del sistema ventricolare. Strutture della linea mediana in asse. Presenza di alcune piccole calcificazioni parenchimali cerebrali. Utile rivalutazione specialistica. Spero in una vostra tempestiva risposta e vi ringrazio anticipatamente.
[#5]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Per quanto si legge, sembrerebbe tutto a posto.
Saluti cordiali.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottore per essere sempre così tempestivo nelle sue risposte , a me preoccupano quelle calcificazioni, e L aumento del sistema ventricolare . Lei mi potrebbe spiegare cosa significa ?
[#7]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Le calcificazioni possono essere in relazione al meningioma (il contrasto, secondo me, è necessario per vedere eventuali residui).
La dilatazione ventricolare, se non vi è ipertensione endocranica, non è significativa.
Cordialmente.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille Dottore , le auguro una buona giornata

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa