Utente 202XXX
Sono un uomo di 34 anni, fumatore, single, etero, no sport, no droghe, numerose partner anche occasionali, rapporti non protetti, no allergie (tranne un unico caso, lo scorso anno, mi sono ritrovato ricoperto di ampie macchie rosse dapprima in viso (gonfio) poi su mani braccia schiena e gambe, il tutto per circa 5 giorni in cui queste macchie andavano e sparivano continuamente, senza aver mangiato nulla di insolito o esser entrato in contatto con sostanze estranee, curato con bentelan ed antistaminico e fortunatamente mai più ripresentato), non particolari patologie a parte tiroidite cronica di hashimoto (scoperta lo scorso anno per frequenti lievi malesseri e confermata da esami specifici ma ormai stabilizzata) in cura con tirosint 50die, e MRGE con Barrett in cura da 12 anni con pantoprazolo 20die nonostante 2 interventi di fundoplicatio nissen-rossetti per ernia iatale.
Da un paio d'anni ho notato un calo lento ma progressivo delle funzioni sessuali: assenza totale di erezioni mattutine e spontanee, difficoltà (dapprima sporadica, adesso troppo frequente) ad ottenere erezioni complete o soprattutto mantenerle, calo della libido, scarso piacere ed eiaculazione assente o decisamente ridotta, sperma liquido e quasi trasparente, anche dopo giorni di astinenza, e a detta di qualcuna dal sapore poco gradevole. Ho fatto diverse analisi di routine e tutto era nella norma, a parte la prolattina appena un po' altina (il medico sostiene a causa dell'inibitore di pompa ed ininfluente), ma la cosa più strana era il testosterone che talvolta oscillava anche di parecchio dal limite superiore e poco oltre (9 o 10 su limite max 8), al limite inferiore. Dato che la funzione sessuale continuava a peggiorare sempre più, sono andato da un andrologo che mi ha sottoposto a visita ed altri esami specifici, ecco i risultati

ECOGRAFIA TESTICOLARE:
regolare simmetria ed ecostruttura di entrambi i didimi e degli epididimi ove si eccettui la presenza di piccola formazione cistica a carico della regione cefalica dell'epididimo di dx; non versamento albugineo significativo; ectasia del plesso pampiniforme a sx come da varicocele di 1 grado

ANALISI ORMONALI:
*TESTOSTERONE TOTALE 2,3 (3-8)
shbg 35 (18-54)
*ALBUMINEMIA 51 (35-50)
prolattina 7,6 (4-18)

ESAME URINE:
*colore: vogel 2
*emoglobina: presente +-
*esame microscopico sedimento: 5 emazie p.c.
(Ometto tutto il resto poichè nella norma)

SPERMIOGRAMMA:
*QUANTITà 2.4 cc
*PH 8,2
aspetto opalescente, colore biancastro
hb assent
viscosità norm
fluidificazione norm
motilità progr 1 ora 40%
motilità progr 2 ore 30%
motilità progr 4 ore 10%
*NUMERO SPERMATOZOI 2.400.000/cc
All'esame microscopico appare normale morfologia; si evidenziano 5-10 granulociti neutrofili p.c.

Diagnosi: varicocele, oligozoospermia ed ipotestosteronemia, ha aggiunto che il testicolo sinistro è piccolo e vuole assolutamente operare sicuro dei vantaggi. Terapia: tadalafil 5die, sildenafil 50 occasionale, testim gel 30gg, ma non noto miglioramenti.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il quadro seminale,francamente depresso,richiede la esecuzione dei dosaggi relativi alle gonadotropine LH ed FSH e della inibina b.Tale situazione non é correlata con la disfunzione erettile cheta mio avviso, andrebbe monitorizzata anche con un ecocolordoppler penieno dinamico contemporanea astinenza dal fumo.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 202XXX

Lo scorso anno avevo già effettuato questi esami, ecco i risultati:

FSH 8,37 (1.5-12)
LH 6,41 (1.7-8.6)

Dunque erano nella norma; avevo effettuato queste analisi perchè già questi problemi erano presenti, dice che è il caso di ripeterli oppure sarebbe inutile?
Ad oggi so solo che continua a passare tempo, sembra solo peggiorare, ho speso e continuo a spendere parecchi soldi ma tutto sembra inutile, devo ammettere che la cosa mi butta giù non poco. Anche io avrei preferito fare un ecocolordoppler penieno dinamico, mentre l'andrologo visti i risultati delle analisi e dopo aver effettuato brevemente l'ecografia testicolare ha detto di operarmi presto e ha prescritto questa terapia.

[#3] dopo  
Utente 202XXX

Un'ultima cosa: l'andrologo in questione ha detto che utilizza la tecnica subinguinale microchirurgica, affermando che sia la migliore poichè comporta meno complicazioni, tempi brevissimi di ripresa e soprattutto garantisce con certezza un netto miglioramento del quadro clinico.
Corrisponde a verità?

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
SALERNO (SA)
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...quindi,lo specialista di riferimento ritiene che la correzione di un varicocele di I grado possa essere decisiva al fine di migliorare un quadro seminale fortemente depresso...Ho qualche perplessità, in merito, aldilà della tecnica chirurgica che non vede, in maniera netta,l'una prevalere sulle altre.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#5] dopo  
Utente 202XXX

E allora quale sarebbe la soluzione se non l'intervento chirurgico per il varicocele? Gradirei capirci qualcosa di più.
Le faccio inoltre notare che le ultimi analisi di FSH ed LH erano nella norma, e devo dire che adesso dopo una decina di giorni di testim gel ho notato una notevole differenza, un effetto molto più marcato rispetto ai semplici inibitori della fosfodiesterasi 5; sono infatti aumentati desiderio e piacere, con erezioni decisamente più vigorose, veloci e stabili.
Inoltre moltissimi studi recenti dimostrano che il varicocele arreca danni alla funzionalità testicolo, dunque è provato statisticamente che abbassa la produzione di testosterone e spermatozoi (come nel mio caso, difatti confermato dalle analisi da me effettuate) e comporta tutti gli altri "fastidi" purtroppo correlati che ho ahimè avuto modo di patire sulla mia pelle.
Sostiene dunque che l'intervento non sia risolutivo? e cosa può invece esserlo? la ringrazio ancora per la cortese attenzione, attendo risposte.

[#6] dopo  
Utente 202XXX

Attendo ancora risposta, grazie