Risultato rm rachido cervicale

Salve,
ho effettuato una Risonanza magnetica dopo alcuni episodi di dolore al collo e alla spalla seguiti da un episodio di capogiri e vertigini e da alcuni giorni passati in una condizione di stordimento specialmente quando mi trovavo 8n posizione eretta o in movimento. Lavoro davanti il computer tutti i giorni in posizione fissa .
Dal risultato della risonanza rachide cervicale è emerso il seguente referto:
Normali dimensioni, morfologia e segnale osteo-midollare dei metameri vertebrali esaminati.
Conservata la statica del rachide nel tratto studiato e l’ampiezza del canale vertebrale.
Note di artrosi somatica C5/ C6 .
A livello C 5/C6 il disco intervertebrale , di spessore e segnale lievemente ridotti per fenomeni di disidratazione presenta piccola sporgenza focale del contorno posteriore da riferire ad ernia a sede mediana e paramediana sinistra con impronta sulla parete del midollo e ridicole da esso emergenti.
Normale aspetto dei dischi intervertebrali agli altri livelli esaminati.
Assenza di alterazioni di segnale di tipo focale a carico del midolllo e degli spazi liquorali peri- midollari.

Spero in una spiegazione dei seguenti risultati e chiedo quanto sia grave la situazione ( se necessita di un pronto intervento e di che tipo e se può peggiorare portando problemi motori o rischi simili.
Inoltre se questo stato comporta giramenti di testa e vertigini frequenti.
Grazie in anticipo per l’attenazione dedicatami.
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 319 205
Egregio Paziente,
di quanto lei riferisce nel suo resoconto anamnestico, posso dirle che molto verosimilmente la cervico-brachialgia può essere ascritta alla condizione che è stata evidenziata dalla Risonanza. Ovviamente, questo deve essere accertato con un esame neurologico e convalidato da ulteriori accertamenti di ordine funzionale, come ad esempio un'elettromiografia. Naturalmente stiamo parlando di situazioni cliniche da gestire con calma e senza eccessiva preoccupazione. Se vuole ulteriori ragguagli sull'argomento può leggere questo mio articolo di cui le accludo il link:
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/202-cervicalgia.html
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
E dottore mi scusi ma mi resta un dubbio. Ovviamente il problema esiste e devo indagare a riguardo ma quanto è grave la situazione? A quali rischi vado incontro?
La ringrazio per la cortesia e disponibilità infinita.
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 319 205
Da quello che emerge dal referto della Risonanza potrebbe essere in atto una radicolopatia C5-C6 di sinistra che può essere responsabile del dolore riferito a carico della spalla ma non delle sintomatologia vertiginosa lamentata in anamnesi. Come già detto nella precedente risposta, la situazione deve essere adeguatamente affrontata con una valutazione clinico-strumentale in ordine a definirne la terapia più appropriata ma non deve destare preoccupazioni per la sua gravità.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio ulteriormente. Gentilissimo.
[#5]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,8k 319 205
Di nulla. Adesso proceda con l'ulteriore approfondimento che le ho suggerito così potrà avere un'idea concreta del suo disturbo e di un suo appropriato indirizzo terapeutico

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio