Utente
Salve dottori,mia moglie di 40 anni ha fatto per molti anni lavori di cucito,quindi si è ritrovata nel tempo ad accusare dolori alla spalla e alla cervicale!!Da un mesetto ha avuto dolori molto forti alla spalla e soprattutto al braccio dx.Dalla risonanza è emerso quanto segue:
Diffuse alterazioni spondilosiche ai metameri esaminati.Inversione della lordosi cervicale.
A c6-c7 si apprezza piccola ernia discale postero-laterale-foraminale dx.
Altra piccola ernia postero-paramediana dx a c5-c6.Regolate per morfologia e segnale il midollo cervicale.
Si è curata con lyrica 25 sospeso per effetti collaterali, soldesame 4 mg x 2 volte al gg per 4 giorni e poi una fiala da 4 mg 1 volta al giorno e poi per 10 gg orudis 200 mg,nicetile 500 x 30 gg x 2 volte al giorno. Sirdalud 4 x 2 volte al giorno.
Con questa cura non ci sono stati grandi miglioramenti fino a quando ha introdotto il targin 10.Con questa morfina i dolori si sono ridotti,ma non passati.Ora ha finito la cura di 30 giorni e i dolori si stand ripresentando. voi che ne pensate?È stata giusta la cura?Ora come si va avanti?Grazie!!!

[#1]  
Dr. Pietro Brignardello

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Prenota una visita specialistica
Egr. Signore,

la cura eseguita con cortisonici e antidolorifici è stata corretta. In linea generale infatti, almeno nelle prime sei settimane dall’insorgenza dei sintomi, è consigliabile un atteggiamento di attesa per monitorare l’evoluzione dei disturbi. Trascorso tale periodo, se non vi sono stati miglioramenti e se la sintomatologia dolorosa rimane intensa, può essere presa in considerazione la soluzione chirurgica. Ovviamente la soluzione migliore può essere indicata solo dopo un esame clinico e la visione delle immagini
Rimango disponibile per eventuali ulteriori chiarimenti e La saluto cordialmente
dr. Pietro Brignardello
pietrobri@hotmail.com
www.pietrobrignardello.it