Postumi di ernia?

Gentili Dottori, ho 66 anni, circa tre anni fa sono stata operata d’urgenza di ernia al disco, lombare, destra. Già da qualche anno la forza muscolare delle mie gambe era notevolmente diminuita e avevo difficoltà a salire scalini alti, senza dolore alla schiena ne’ in altre parti del corpo.. Poi, improvvisamente, una mattina mi svegliai con un forte dolore al fondo della schiena e mi sono tenuta questo dolore, insieme a quello di tutto il nervo sciatico, che in pochi giorni si era aggiunto, per qualche settimana. Quando il neurologo mi ha visto mi ha fatto immediatamente operare anche perché le dita del piede destro già non si muovevano. L’operazione credo sia riuscita bene, e per circa un paio d’anni sono stata come prima dell’operazione, senza dolori, ma sempre con quella debolezza alle gambe. Da un anno circa questa debolezza è diventata invalidante, non riesco a salire sull’autobus, né scalini appena appena un poco più alti. Ho bisogno di farmi tirare da qualcuno. Se poi cado per terra devo fare manovre incredibili tipo mettermi a quattro zampe per potermi alzare, da sola non ce la faccio. Ho fatto la risonanza magnetica e elettromiografia. Da quest’ultima è stato evidenziato che alcuni nervi della gamba destra si sono atrofizzati. Per fortuna non ho dolori e riesco a camminare e anche a correre un poco. Però il non poter salire è diventata per me una cosa che non posso più sopportare. Nessuno mi sa dire che cosa veramente potrei fare e se posso fare qualcosa. Fisioterapia? Palestra? Cure mediche con farmaci? Potreste darmi una risposta? Grazie
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Cosa dice il referto della Risonanza ?
[#2]
dopo
Utente
Utente
Gent. Le Dott. Migliaccio a ringrazio per la risposta è le copio di seguito la diagnosi della rm. La prego di dirmi sinceramente a cosa vado incontro e che rimedio posso utilizzare per migliorare una situazione per me diventata insostenibile (ieri mentre cercavo di salire sull’autobus ho dovuto chiedere aiuto affinché qualcuno mi tirasse su)
RM. rachide lombo sacrale referto: esiti di intervento chirurgico denunziati da laminectomia destra su L5-S1. I metameri vertebrali sono ben allineati sul piano sagittale, senza significative alterazioni della morfologia o del segnale ove si eccettuino moderate modificazioni artrosiche somatiche ed apofisarie. Fenomeni disidratativi a carico dei dischi che presentano una riduzione del segnale nella sequenza T2 dip. Lieve ed uniforme protrusione ad ampio raggio del profilo discale di L2-L3, L3-L4, L4-L5, e L5-S1; esse improntano il sacco durale. Non si osservano immagini patologiche di tipo protrusiva o francamente estrusivo -Erniario agli altri spazi compresi nel campo di esplorazione. Il cono midollare e in sede, di volume e segnale regolare.
Come le ho scritto ho fatto anche l’elettromiografia.
Grazie
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
E' un quadro di artrosi con fenomeni degenerativi dei dischi (ovvero disidratazione) che spesso sono compatibili con l'età senza particolari conseguenze cliniche.
Nel Suo caso, con tutte le dovute riserve di un consulto on-line, stando ai sintomi che riferisce è verosimile possa trattarsi di instabilità vertebrale che, nel caso si confermasse, va valutata la terapia chirurgica.
Nell'ultimo anno non ha assunto alcuna terapia ?
Non si è sottoposta a trattamenti fisioterapici ?



Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
No, gentile dottore, non ho fatto cure, ma solo un po’ di fisioterapia molto blanda, che ho sospeso. Poiché dall’ elettromiografia risultano vari fasci di nervi atrofizzati i medici da me consultati hanno detto che non c’è niente da fare se non rinforzare i muscoli. Ma io non sono convinta. E’ certo che il non mio poter salire le scale e poter fare tutto il resto dipenda dall’atrofizzazione dei nervi? E come mai allora non si è manifestata subito dopo l’operazione, ma due anni dopo?Inoltre nessuno mi da’ indicazioni precise su cosa fare: fisioterapia con chi, di che tipo? Piscina? Palestra? Mi scuso con tutta la categoria di ortopedici e neurologi, ma possibile che io non possa avere opinioni certe, prognosi è indicazioni terapeutiche precise?
La ringrazio ancora se vorrà illuminarmi.
[#5]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Gentile signora,
non sono i nervi che si atrofizzano, semmai i muscoli.
A distanza non posso dare indicazioni terapeutiche, anche se posso intuirle.
Come Le dicevo è possibile prospettare un intervento chirurgico rislolutivo, ma ciò potrei confermarlo, visitandoLa.

Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa