Tonsille cerebellari o cervicale?

Salve, accuso da quasi 8 mesi un senso di sbandamento, instabilità, vertigini e a volte un leggero senso di rigidità alla gambe soprattutto la sinistra.. I sintomi non sono costanti ovvero a periodi sono più intensi e particolarmente fastidiosi e altre volte più leggeri fin anche assenti..
Ho effettuato in passato una RX cervicale e il medico di base ritiene che i miei disturbi siano di origine cervicale.

Oggi ho ritirato i risultati della risonanza magnetica e il mio medico mi dice di rivolgermi ad un ortepedico, volevo a tal proposito un vostro parere in particolare sulle "tonsille cerebellari" a cui il mio medico non ha dato importanza..
Di seguito vi posto i risultati degli esami effettuati per un vostro consiglio e parere.


RX CERVICALE

Nelle proiezioni ortogonali si documentano discrete alterazioni artrosiche interapofisarie cervicali.
Megapofisi traverse di C7, con abbozzo di costa cervicale a sinistra.
Metameri in asse.
Lievemente ridotto in altezza lo spazio intersomatico compreso tra C6-C7.
Ridotta la fisiologica lordosi."

RM COLONNA CERVICALE SENZA CONTRASTO

Il rachide è in asse, in assenza di evidenti disallineamenti metamerici.
Si osservano sfumate manifestazioni di disidratazione dei dischi intersomatici presi in esame, testimoniate da modesta ipointensità nelle sequenze a TR lungo.
Si segnala modesto debordo discale posteriore a C3 C4.
Il canale vertebrale ed i forami di coniugazione hanno ampiezza nei limiti.
Si segnala focale alterazione d’intensità di segnale in corrispondenza del soma di D3, a carattere iperintenso nelle sequenze a TR lungo, da ascrivere ad angioma con scarsa componente adiposa.

RM ENCEFALO SENZA CONTRASTO

Non alterazioni morfologiche o dell’intensità di segnale a carico delle strutture nervose in sede sovra e sottotentoriale.
Si segnala minima procidenza delle tonsille cerebellari, in assenza di configurazione di quadri patologici.
Non aree di alterata diffusione.
Struttura della linea mediana in asse; sistema ventricolare sovra e sottotentoriale di regolare dimensioni e morfologia.
Regolare rappresentazione dei solchi della convessità.
Non lesioni occupanti spazio in sede sellare-parasellare con regolare rappresentazione delle strutture ottico-chiasmatiche.
Regolare vuoto di segnale dei principali vasi arteriosi intracranici.
Regolare pneumatizzazione delle strutture petro-mastoidee e delle cavità paranasali.
Non alterazioni delle strutture orbitarie.
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
Egregio Paziente,
ha inviato la medesima richiesta due volte, cui ho già risposto.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si dottore, la ringrazio tanto della risposta..
Quindi non crede che i miei sintomi possano essere dovuti alla procidenza delle tonsille cerebellari?
La rigidità alle gambe e come se fosse collegata alle vertigini e all'instabilità...Tale senso di disequilibrio si amplifica quando mi trovo nei centri commerciali dove avverto anche difficoltà di concentrazione come se avessi la "testa in aria...
LA ringrazio ancora delle risposte che vorrà darmi..
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 324 205
L'associazione con ambienti affollati, come i centri commerciali, è prisa di senso. L'eventuale effetto della ectopia delle amigdale cerebellari richiede una valutazione clinica, che ovviamente non può aver luogo in un consulto online.

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio