Cisti aracnoidea retrocerebellare, vertigini soggettive e debolezza

Buonasera, sono una ragazza di 25 anni e le espongo il mio problema che mi affligge da ormai quasi 3 mesi tutti i giorni.
Il 21 dicembre ho sofferto dal nulla e per un giorno di vertigini oggettive quando alzavo il capo e quando lo abbassavo (poi risolte da sole).
Il 23 dicembre mi sono recata in pronto soccorso in quanto dopo aver riposato un po’, mi sono svegliata non capendo dove fossi, non avvertivo metà faccia (se la toccavo sentivo comunque il tocco) non ero sciolta nei movimenti ed ero agitata.

Da quel giorno (non costantemente tutto il giorno, ma tutti i santi giorni) avverto vertigini SOGGETTIVE e senso di pesantezza alla testa, nel letto questo non avviene, ma solo in piedi e principalmente quando inizio a camminare, a fare una passeggiata o spostandomi dentro casa... la sensazione è molto accentuata durante una camminata, devo sedermi per riprendermi dopo un po’, se mi siedo mi viene stanchezza.
Tutto ciò è accompagnato da sensazione di testa pesante, sbandamento, occhi pesanti, pressione alle orecchie e debolezza.
Mi sento cadere a terra, mi sento instabile.

Ho effettuato una RM ENCEFALO con seguente referto:
Area suggestiva per cisti aracnoidea retrocerebellare parasagittale sinistra di circa 1, 7x2x2, 7 cm di diametro, che caudalmente impronta il rivestimento tecale occipitale.

Può tutta la mia sintomatologia dipendere da questa cisti?

Gli ultimi esami del sangue tutti nella norma.

Non so cosa fare perché per il momento data la situazione Coronavirus, non riesco a vedere di persona un neurochirurgo.
Ho bisogno di sapere cosa fare perché la situazione è invalidante e sto male.
Grazie mille.
[#1]
Dr. Mario Bianco Neurochirurgo 18 1
Buonasera,
essendo i sintomi così invalidanti e duraturi è il caso di visitarla e visionare la Rm encefalo per esprimere un parere. Con le ormai ben note dovute precauzioni per la situazione attuale (mascherina e guanti quando si recherà in Ospedale), può richiedere al cup una visita al n.s. ambulatorio con impegnativa del medico curante con la dizione urgente dato che quelle di routine sono sospese, oppure accedere in Reparto tramite accesso di pronto soccorso per eseguire una consulenza neurochirurgica.

Dr. Mario Bianco

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa