Utente
Salve, vorrei avere una vostra opinione riguardante una RM encefalo e tronco eseguita su mia figlia di 5 anni.
In breve vi riassumo la sua problematica.
A mia figlia è stato diagnosticato un disturbo dello spettro autistico all'età di 2 anni.
In questo arco di tempo abbiamo effettuato come esame solo un EEG nel quale è stata riscontrata un attività parossistica nelle regioni posteriori e frontali.
Mia figlia è una bambina con ritardo del linguaggio, in altri aspetti è molto intelligente e comprende perfettamente quello che le viene richiesto, per questo motivo noi abbiamo molti dubbi sulla sua diagnosi.
Nell'ultimo anno abbiamo notato un frequente manifestarsi di capogiri e cefalee, oltre che episodi di crisi di assenza per cui abbiamo deciso di sottoporla ad una RM e questo è il referto:

Assenza di aree di alterata morfologia o segnale a carico del tessuto nervoso
Normale e completa la mielinizzazione.

In asse le strutture della linea mediana.

Regolare il sistema ventricolare sotto e sopratentoriale.

Incidentale piccola cisti aracnoidea bilobata con dS-I max 21, 3mm (misurati in sag3D drive T2) , di circa 11, 5 x 8mm (misurati in ax T2) si rileva anteriormente al polo frontale sin a sede parasagittale ove causa minimo "scalloping osseo" adiacente e minima impronta corticale sul versante profondo.

Normali i restanti spazi subaracnoidei pericerebrali e le cisterne della base.

Incidentale cisti della ghiandola pineale a pareti sottili, di circa 7, 5mm dA-P max (misurata in sag T2 drive3D) , di scarso significato patologico/evolutivo.

Aspecificamente ai limiti alti l'ampiezza delle guaine peri-ottiche in assenza di anomalie morfo-volumetruiche o di segnale dei nervi ottici ed in assenza di empty sella, sebbene in pz cefalalgica.


Vorrei una vostra opinione al riguardo.

Premetto anche che mia figlia è nata prematura ed è stata ricoverata in TIN per una settimana a causa di un asfissia perinatale.

Vi ringrazio in anticipo per il tempo dedicatomi e buona serata.

[#1]  
Dr. Ettore Sannino

24% attività
16% attualità
12% socialità
CASERTA (CE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Egregio signore buonasera. Premetto che, da neurochirurgo, la mia competenza in relazione al caso di sua figlia è piuttosto limitata.
Innanzi tutto, dalla lettura del referto della risonanza eseguita non si ravvisano indicazioni al trattamento delle cisti aracnoidee. Mi ha però colpito il fatto che tali cisti sono multiple e ciò mi ha fatto pensare ad un caso clinico, peraltro su un soggetto adulto, quindi scarsamente rapportabile al quello che riguarda sua figli, in cui si descriveva una possibile associazione tra la presenza di multiple cisti aracnoidee e disturbi di tipo misto, sia organico che psichico.
Alcuni aspetti del comportamento della bambina farebbero pensare ad un disturbo di tipo autistico, ma altri effettivamente lasciano dei dubbi.
Svariate sono le domande che mi affiorano alla mente: chi ha fatto la diagnosi di autismo? sua figlia è stata mai visitata da un neuropsichiatra infantile? sono stati fatti dei test specifici?
Purtroppo non sono in grado di fornirle una risposta, ma mi sento di insinuarle dei dubbi su cui lavorare ed aspetti forse da approfondire. Auguri di cuore, come medico e come padre di figli
Dr. Ettore Sannino

[#2] dopo  
Utente
Buonasera,
innanzitutto grazie per avermi dedicato del tempo ed aver risposto alla domanda.
Per quanto riguarda la diagnosi, ci è stata fatta da un neuropsichiatra infantile. Abbiamo chiesto pareri anche ad altri specialisti ma si solo limitati a leggere il referto e non hanno minimamente osservato mia figlia.
Le ultime due visite le abbiamo effettuate al Neuromed di Isernia ed al Bambino Gesù di Roma. I due specialisti ci hanno riferito di non sapere quale fosse il problema effettivo e di effettuare un videoEEG ed una RM all'encefalo. Come le ho detto in precedenza noi abbiamo molto dubbi sulla diagnosi e venuti a conoscenza di queste cisti sono aumentati. Per lei possono essere la causa del suo disturbo cognitivo e del linguaggio?

[#3]  
Dr. Ettore Sannino

24% attività
16% attualità
12% socialità
CASERTA (CE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2008
Buonasera, vorrei tanto darle un parere certo, ma non sono in grado di esprimerlo. Come le ho detto, ho risposto alla sua domanda unicamente perché avevo letto un lavoro, pubblicato qualche anno fa in cui si mettevano in relazione multiple cisti aracnoidee con un disturbo psichiatrico, ma si descriveva un caso riguardante un adulto. Se non è un disturbo autistico allora si dovrebbe pensare ad un disturbo psichiatrico legato a qualcosa di preciso che ha determinato un traumatismo psichico sulla bambina. Ma mi rendo conto che in questo momento non sto scrivendo alcunché di veramente professionale, in senso medico intendo. Quello che mi sento di dirle e di non arrendersi, ma questo già lo fa ed eventualmente provi a consultare qualche altro specialista neuropsichiatra infantile. Io non disdegnerei neanche un buono psicologo dell'età evolutiva. Le faccio davvero tanti auguri e mando un bacio alla sua bimba.
Dr. Ettore Sannino