Salve, che consiglio mi può dare?

Premetto che sono 30 che faccio uso del deltacortene per la miastenia, ho l'osteoporosi rilevata dalla MOC.
In passato dall'età di 23anni ho avuto un timoma operato con 2 recidive operate (l'ultimo nel 2008 con complicazione di embolia polmonare) e seguite da chemioterapia.
Intervento alla milza causata da una infezione della chemio.
Intervento alla colecisti.
Intervento per emorragia interna dai diverticoli con deviazione intestinale e ricanalizzata dopo 6 mesi.
Nel 2017 a settembre ho subito 3interventi nel giro di 72ore per occlusione intestinale con perforatura dell'intestino con complicanze di setticemia e embolia polmonare.
A dicembre 2017 rioperata per una deviazione che mi era venuta esternamente sullo stomaco.
Ho voluto fare brevemente il mio vissuto tra interventi e farmaci.

Il mio problema è arrivato più di un mese fa con dolore in basso alla schiena.
Il dolore va avanti e da un po'di giorni anche di notte.
Nell'aspettare di eseguire la RM ho provato per il dolore il voltaren, tachidol e tanto Brufen.
Risultato?
Quasi niente.
Ho fatto la RM, il quesito è questo: cosa posso/devo fare?
Sono molto provata da questo dolore continuo e incessante.

RM RACHIDE LOMBARE
Difetto transizionale al passaggio lombosacrale con tendenza alla sacralizzazione di L5 e disco intervertebrale L5-S1 limitato a un abbozzo.
Il canale vertebrale è regolarmente ampio.
Normale intensità di segnale del cono midollare e del sacco durale lombare; quest'ultimo presenta dimensioni superiori alla norma.
Il disco intervertebrale L2-L3, disidratato e di spessore conservato, presenta l'iniziale fissurazione posteriore, mediana, dell'anulus e il modico incremento dei suoi diametri con impronta sul sacco durale.

Al livello L3-L4 il disco intervertebrale è notevolmente degenerato e di spessore ridotto; lo stesso presenta una modesta protrusione postero-laterale sinistra la quale impronta la radice L4 e il sacco durale.
Il disco intervertebrale L4-L5 protrude nel canale vertebrale in sede paramediana destra; il tessuto discale migra cranialmente, impronta il sacco durale e comprime la radice L5.
Lieve degenerazione delle strutture articolari.

Conclusioni:
Difetto transizionale al passaggio L/S.
Megasacco durale.
Iniziale degenerazione e bulging discale ad ampio raggio L2-L3.
Marcata degenerazione e piccola ernia discale postero-laterale sinistro L3-L4.
Piccola ernia discale paramediana destra L4-L5, parzialmente migrata cranialmente.
Modesta degenerazione articolare.

La ringrazio dell'attenzione che mi dà, se mi risponde né sarò lieta, altrimenti grazie lo stesso.
[#1]
Dr. Alfio Spina Neurochirurgo 37 3
Salve,

lo studio RM eseguito evidenzia un grado di degenerazione vertebrale compatibile anche con età.
La invito ad aeseguire una valutazione specialistica, al fine di definire la distribuzione del dolore, in quanto possono esserci cause "non vertebrali" della lombalgia.
In tale sede sarà possibile anche valutare le immagini dell'esame eseguito e decidere il prercorso terapeutico più idoneo al suo caso.
Cordialità,

Dr. A. Spina
Neurochirurgo
https://milanoneurochirurgo.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Per il momento la ringrazio tanto. Grazie

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa