Rm lombo-sacrale

Gentili Dottori,
salve,
chiedo cortesemente, un consulto medico online, sull'esito del mio ultimo referto/esame "RM lombo-sacrale".

Esame effettuato per controllo ernia discale L5-S1.
Soffro di dolore alla schiena ormai cronicizzato con alterazioni uncoartrosiche di modesta entità sul tratto cervicale.
Ho 48 anni.
Svolgo un lavoro che interessa i movimenti della colonna vertebrale.

Di seguito il testo del documento sanitario RM:

- RM lombo-sacrale (senza contrasto)
Tecnica: sezioni sagittali T1 e T2 TSE e T2 STIR, assiali T2 TSE mirate alla valutazione degli
spazi intersomatici compresi nel tratto L1-S1; studio condotto da D10 a S1.

Esame confrontato con precedente del 29/08/2018 rispetto al quale si osserva una minima
accentuazione della protrusione discale L5-S1 che impegna la porzione inferiore di entrambi i
forami di coniugazione, in assenza di conflitti disco-radicolari.
In sede canalare extra-durale
anteriore, all'altezza dello spazio intersomatico L5-S1, si osservano due formazioni ipointense in
T1 e T2 di 7-8mm, non riconoscibili nell'indagine precedente; trattasi in prima ipotesi di
frammenti discali espulsi.

Invariati i restanti reperti.


ps: posso stare tranquillo sulle formazioni ipointense in T1 e T2?
Grazie.


Un cordiale saluto a tutti i medici.
[#1]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Da come il Neuroradiologo le descrive apparirebbero come due "masserelle" discali che, se così fastidiose/dolorose, potrebbero essere operate proprio con tecnica mininvasiva.
Cordialità

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa