Utente 221XXX
Egregi dottori,
scrivo per una persona a me cara, il mio ragazzo, Marco, ha 25 anni e da circa 5 mesi è afflitto da dolori alla schiena di varia intensità.
All'inizio abbiamo pensato che si trattasse di un banale dolore, ma da due settimane i dolori sono aumentati e spesso non riesce nemmeno a camminare facilmente!
Ha effettuato una radiografia ed il referto è "scoliosi sinistra convessa del rachide lombare con appiattimento della fisiologica lordosi sul piano saggittale, ridotta l'ampiezza dello spazio discale L5 S1; emisacralizzazione sn di L5"
é in cura con voltaren e muscoril ma il dolore non accenna a diminuire, il suo medico generico ci ha terrorizzati definendo il caso difficile e grave e da allora non sappiamo come affrontare il problema!
date le precarie condizioni economiche in cui versa, Marco è molto preoccupato perchè crede di non riuscire più a lavorare e camminare!
ho scritto sperando che voi possiate chiarirmi le idee ed indirizzarmi verso la soluzione più adatta e sperando che le cure che serviranno siano coperte dal sistema sanitario nazionale visto che non potrebbe permettersi di spendere molto.

grazie per l'attenzione




[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile sig.na di Napoli, riguardo l caso clinico del suo ragazzo
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile sig.na di Napoli, riguardo l caso clinico del suo ragazzo
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#3]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile sig.na di Napoli, riguardo il caso clinico del suo ragazzo Marco le suggerirei per prima cosa di rovolgersi ad uno specialista Ortopedico della ASL della sua città; saprà lui come indirizzare Marco ed eventualmente farlo ricoverare o fare degli accertamenti più approfonditi,come una RM, dopo ovviamente un'attento e completo esame clinico funzionale del rachide in toto ed in particolare del segmento lombo sacrale .
Non deve allarmarsi, non è nulla di grave: ma deve immediatamente seguire dei percorsi specialistici.
Si tratta di una discopatia L5-S1 da seguire e valutare clinicamente, bisogna accertarsi se vi è solo lombalgia od è una lombosciatalgia, e quindi curare con farmaci e con dei cicli di fisiochinesiterapia .
La scoliosi o la ridotta lordosi lombare, presenti già in età di accrescimento, sono stati verosimilmente una base predisponente, ma non sono questi dismorfismi del rachide la causa scatenante e quindi da trattare.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedico-Traumatologo //Fisiatra
Medico dello Sport
Università di Messina
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -