Infarti lacunari

Mio padre (82 anni) recentemente ha avuto due episodi di svenimento. Ultimamente però ha anche avuto momenti di perdita di memoria (es.dove abita)e l'oscuramento della vista (puntini neri) da parte di un occhio per ca. 20/30 secondi. Il medico curante gli ha fatto fare una risonanza, il cui esito è:
"presenza di alterazioni leucoaiotiche periventricolari di grado medio-elevato; altresì evidenza di alterazioni gliotiche sottocorticali biemisferiche. Sostanziale regolarità dell'immagine del corpo colloso con presenza di malacia collocata al suo III anteriore in posizione parasagitale sinistra. La sequenza dedicata non evidenzia residui emosiperenici per pregressi possibili sanguinamenti.
Conclusioni: sicura evidenza di alterazioni diffuse da microangiopatia, talune di esse rappresentano infarti lacunari."
Vorrei sapere se l"aspirinetta" prescrittagli dal medico curante è sufficiente o se necessita di visita specialistica.
Grazie.
[#1]
Dr. Marco Catani Chirurgo generale, Chirurgo vascolare, Chirurgo d'urgenza, Colonproctologo, Chirurgo apparato digerente 3,1k 71 10
gentile utente,

il sistema che stiamo utilizzando è particolarmente carente per questo tipo di richieste.

è importante visitare la persona ed inoltre vedere le immagini non solo leggere il referto, parlare con lui e con i suoi familiari per integrare qualora fosse necessario.

non possibile sapere le patologie in essere (per esempio: ipertensione, diabete problemi cardiologici episodi precedenti analoghi, problemi dismetabolici), esami eseguiti in precedenza (rmn del cranio, tac, ecocolordoppler dei vasi epiaortici) direi che forse una visita specialistica sarebbe indicata.

si consigli con il suo medico curante che potrà inviarla da uno specialista di sua fiducia

mi tenga informato

buona giornata e cordiali saluti

Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2]
Dr. Lucio Piscitelli Chirurgo vascolare, Chirurgo generale, Chirurgo d'urgenza 6k 229 22
Poichè ritengo che il parere di un Neurochirurgo sia più utile, provvedo, col permesso del Prof Catani, a spostare il consulto in tale branca.

Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#3]
Dr. Vincenzo Della Corte Neurochirurgo 5,9k 200 2
Gent.le Utente,vista l'età e il referto RMN direi che un antiaggregante possa essere bastevole.
Fare di più potrebbe significare rischiare un'emorragia.
Piuttosto,altri tipi di accertaenti cardio-vascolari sono negativi,accettabili...e gli esami ematochimici?
Faccia sapere e cordiali saluti.

Dr. Della Corte: vincenzodellacortemi@libero.it
Case di Cura: "La Madonnina Milano-02/58395555
"Villa Mafalda" ROMA-06/86094294

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa