Aree di demielinizzazione

Egregio Dottore,
Sono una ragazza di 24 anni.Chiedo un parere riguardo due rmn i cui referti mi spaventano.Ho eseguito la prima rmn nell'agosto del 2009 in seguito a persistente cefalea ed all'appannamento di una porzione dell'occhio destro che durava da circa un mese.Se può essere utile comunico che nel settembre del 2008 mi è stata corretta una forte miopia con laser,per circa tre settimane dopo l'intervento ho avuto regolarmente una febbriciattola,che nessuno si è spiegato,scomparsa da sola.Aggiungo che nonostante la giovane età la cervicalgia mi crea gran sofferenza.Da subito è stata avanzata l'ipotesi SM,non avevo altri sintomi oltre a quelli descritti se non una lieve difficoltà nell'azione di "stringere" con la mano destra.Prima rmn encefalo:in ambito sovratentoriale si documenta la presenza di una singola minuscola alterazione di segnale,sfumatamente iperintensa nelle sequenze a tr lungo in corrispondenza del ginocchio del corpo calloso in sede parasaggittale destra dotata di una tenue impregnazione contrastografica.L'ipotesi di una lesione infiammatoria con perturbazione della barriera ematoencefalica è la più probabile.A livello cervicale rettilineizzazione della fisiologica lordosi,protrusione discale c5-c6.Nel frattempo ho eseguito esami del sangue(malattia di Lyme,citomegalovirosi,lupus,ricerca autoimmuni...tutti negativi).pev normale,campo visivo ripetuto e risultato completamente ripulito senza sottopormi a nessuna terapia.Ad ottobre ripeto rmn per controllo evolutivo:si conferma la presenza della piccola iperintensità di segnale a livello del corpo calloso che attualmente senza impregnazione.in modo particolare è meglio evidenziabile una microiperintensità di segnale della sostanza bianca frontale sx,ed appare più sfumatamente iperintensa a quella peritrigonale.in conclusione esigue minuscole aree di demielinizzazione in fase di quiescenza.quest'ultima è la frase che mi terrorizza.cosa è successo?demielinizzazione=sm?Nel frattempo ho eseguito anche ciclo di tiraggi della colonna che però hanno solo aumentato i miei mal di testa,ora ho anche capogiri e nausea,e accentuato il disturbo alla mano dx.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

non si allarmi, esegua una visita neurologica e faccia visionare le RM al neurologo. Saprà indirizzarla, se lo riterrà opportuno, verso ulteriori accertamenti. I PEV negativi sono un buon segno.

Cordiali saluti ed auguri

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore
La ringrazio per la disponibilità e per la velocità con cui ha risposto alla mia richiesta.
Il neurologo che ha visionato la rmn ha eseguito una visita neurologica risultata negativa.L'unica ipotesi che ha avanzato è quella di una neurite ottica retrobulbare ma nemmeno lui è sicuro si sia trattato di questo dato che non ho mai avuto calo del visus e la rmn del nervo ottico non riporta lesioni vecchie o recenti.
Devo ripetere l'esame tra un anno in macchina chiusa(questa era una rmn aperta perchè sono claustrofobica).C'è secondo Lei la possibilità che si possa trattare di un primo episodio di sm e devo solo aspettare le famose "ricadute"?quella demielinizzazione da cosa può essere causata?Cervicalgia?
Da mesi vivo con l'incubo di qualche terribile malattia nervosa.
Grazie infinite.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la cervicalgia è soltanto un dolore della colonna cervicale e non può quindi causare demielinizzazione.
Quale la causa? E' impossibile dirlo. In ogni caso le due aree sono in fase di quiescienza, cioè non sono attive.
Forse sarebbe meglio eseguire la RM tra sei mesi.
Comunque tutto potrebbe restare immutato e non darLe segni clinici in futuro. Il sintomo alla mano destra è scomparso? Quanto è durato?
[#4]
dopo
Utente
Utente
Il disturbo alla mano destra si manifesta solo ogni tanto, magari va e viene per qualche minuto in una giornata,oppure resta assente per qualche giorno.non è un dolore, non è un formicolio, è come se facessi fatica a stringere il pugno.Nei giorni in cui i dolori al collo sono più forti lo noto molto di più.Una cosa non mi è chiara:mi è stato detto che i referti sono sovrapponibili.Ma perchè nella prima rmn si parla di "singola minuscola alterazione di segnale" e nella seconda rmn di "esigue minuscole aree"? Significa che la lesione non è più soltanto una? può essere utile l'esecuzione dei PESS?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

questa differenza di referti l'avevo già notata, a me non sembrano sovrapponibili (da ciò che leggo) ma non ho visionato le RM. I PESS potrebbero essere utili.
Comunque non si abbatta perchè non ha sintomi fisici e la visita neurologica è risultata negativa. Viva la Sua vita normalmente e la Sua giovane età.

Cordialmente
[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la gentilezza e la disponibilità.
Eseguirò i pess. Perdoni la mia inquietudine,ma speravo che la seconda rmn non fosse peggiore della prima.
Cordiali Saluti.
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

per certi versi è più "favorevole" la seconda RM in quanto non evidenzia impregnazione del mezzo di contrasto, ciò indica che sono due aree "a riposo", non attive, mentre nella prima risultava una lieve impregnazione ma ipotizzava una lesione infiammatoria.
Le due RM sono state eseguite nello stesso centro?
Il neuroradiologo era lo stesso?
[#8]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
il centro e l'apparecchiatura sono i medesimi,il neuroradiologo che l'ha refertata però è diverso.
Nella seconda rm non si parla di nuove comparse,tutto ciò non è di mia competenza,ma sembra si parli di qualcosa che è solo stato visto meglio.(non so se può essere utile dirlo ma nella prima rm ero probabilmente più agitata e non sono stata perfettamente immobile come invece nella seconda).può essere che nella prima rmn si sia trattato di una ricerca più generale mentre nella seconda era stata chiesta il controllo più preciso di quella lesione?Il referto dice:è peraltro meglio evidenziabile una microiperintensità di segnale della sostanza bianca frontale sinistra ed appare più sfumatamente iperintensa alla sostanza bianca peritrigonale.dopo mdc non si apprezzano nuove impregnazioni patologiche.i pess cosa possono escludere?con quanto realismo posso pensare che prima o poi questo diventi sm?
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

con i PESS, che consentono di indagare vie nervose di notevole lunghezza, si potrebbero individuare aree che rallentino o blocchino la trasmissione dell'impulso nervoso.
Non è possibile dire che le due alterazioni possano diventare SM.
In atto non ci sono elementi per affermarlo.
Stia serena.

Cordialità
[#10]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
La Ringrazio di tutto, è stato molto gentile e disponibile.Il servizio che mette a disposizione degli utenti è veramante importante.
Chi meglio di un neurologo poteva dar retta alle mie paranoie? Grazie ancora,Le invierò l'esito dei pess.
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Volentieri, stia tranquilla e buon fine settimana.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
oggi ho eseguito i pess.
Ovviamente non sono in grado di decifrare i diversi grafici e numeri ma la conclusione è la seguente: esame nei limiti della norma.
ancora non so cosa questo esito possa aver escluso,al momento vorrei solo liberarmi dell'emicrania.
La ringrazio.
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

mi fa piacere che i PESS siano nella norma, indicano in linea di massima l'integrità delle vie nervose sensitive. E' già in terapia per l'emicrania?

Cordiali saluti
[#14]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
Lei ha centrato la questione.uno dei motivi che mi ha spinto a chiedere un Suo parere è proprio questo:come è possibile che il neurologo che mi ha seguita in tutto questo non mi prescriva nessuna terapia?Il prossimo appuntamento con lui è tra un anno,salvo l'insorgere di nuovi problemi.il consiglio è stato quello di assumere tachipirina.ma il mio mal di testa persiste,questo farmaco così come i simili,non mi risolvono niente.
Cordiali Saluti
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

ha una diagnosi precisa della Sua cefalea? Quanti attacchi ha in un mese?
[#16]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
Gli attacchi che lamento sono circa 2 in una settimana.
Il dolore che avverto durante questi attacchi si localizza sulle tempie (lo definirei martellante),su tutta la fronte e sopra l'arcata sopraccigliare per intenderci,coinvolgendo anche gli occhi.Questo è il mal di testa che nessuno mi sa spiegare e per cui non mi è stata prescritta terapia.l'unica cosa che mi da sollievo è sdraiarmi nel buio completo ma spesso non è sufficiente,a volte mi sveglia anche in piena notte e mi accompagna il giorno seguente.Quello che invece avverto più o meno con la stessa frequenza,dietro la nuca mi è stato descritto come il classico da cervicale.
So che la medicina tradizionale non ha brillanti opinioni in merito alla chiropratica,ma nel mio caso può essere d'aiuto?le "manovre" tipiche di questa alternativa potrebbero creare problemi a quelle lesioni che compaiono nella mia rmn?
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

i Suoi attacchi cefalalgici a me sembrano di tipo emicranico (quelli martellanti, intendo). E poi gli attacchi così frequenti (circa 8 al mese) presuppongono che si prescriva una terapia di prevenzione e non sintomatica soltanto. Esistono diversi farmaci per la profilassi delle cefalee. Le consiglio di consultare un altro neurologo esperto in cefalee o di rovolgersi presso un centro cefalee.

Cordialmente
[#18]
dopo
Utente
Utente
Egregio Dottore,
La ringrazio,comincerò la mia ricerca.
Siamo un bel pò distanti,io scrivo da Bergamo,ma qualora fosse a conoscenza di un centro specializzato o di qualche collega esperto in materia,all'interno della mia provincia,sarei ben contenta di seguire le sue indicazioni.
Cordialmente.
[#19]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente a Bergamo non so ma a Milano esistono diversi centri cefalea, per es al C. Besta o al San Raffaele.

Saluti e buona domenica
[#20]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Credo di aver già sentito parlare dell'istituto Carlo Besta.La ringrazio,seguirò il consiglio.
Se me lo permette vorrei utilizzare questo spazio per chiederLe un parere.Questa volta non si tratta di me,ma di un amico a cui è stata diagnosticata(senza visite specialistiche o particolari esami)una nevrite.Accusa dei forti mal di testa,almeno 2 volte la settimana,molto intensi.La sensazione che avverte è un'pò strana,per capirci meglio,nel momento in cui si tocca o sfiora la testa il dolore che prova è come quello causato dal toccarsi una ferita,un'abrasione,come se toccasse "pelle viva".Non so se può essere utile dirLe che è iperteso e segue da un paio di anni una terapia a base di torvast per il colesterolo alto.Ciò nonostante gli ultimi esami al riguardo non sono buoni e mi chiedo se c'è un nesso tra la nevrite e tutto questo.Ecco le mie domande:cosa può causare la nevrite?Cosa la scatena?Gli hanno prescritto aulin per una settimana,ma non ci sono esami o cure più specifiche?
[#21]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

le nevriti sono infiammazioni dei nervi le cui cause possono essere molteplici (compressive, metaboliche, tossiche, da farmaci, ecc.) e in alcuni casi non si riesce a trovare la causa. Non penso che ci sia una correlazione col torvast. Le consiglio comunque una visita specialistica neurologica per meglio definire il problema ed instaurare anche una terapia più adeguata. Ulteriori accertamenti verranno condigliati dal neurologo.

Cordiali saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa