Utente
buogiorno dottori
questo è il mio quadro clinico,da circa 1 anno e mezzo non sento piu odori,ho un odore sgradevole tutto il giorno dentro al naso che coinvolge anche palato e gola,in ogni ispiro che faccio sento questa "puzza".
La prima terapia che è stata fatta è quella antireflusso senza alcun risultato.
visita gastroenteorologa ed 2 gastroscopie nel giro di 5 mesi che hanno evidenziato soltanto una leggera ernia iatale,seconda terapia per reflusso piu antibiotici per helicobacter pylori,facendo questa cura ho riaquistato per un po di giorni e un parziale olfatto.Alle visite successive il gastroentereologo escude patologie in materia.mi consiglia di rivolgermi ad un otorino.
Faccio una visita otorino che mi fa subito fare una tac massiccio facciale,da questa si deduce un'obliterazione totale praticamente di tutto e il medico mi fa operare con tecnica FESS,il 2 dicembre avviene quest'intervento,faccio la cura di antibiotico postoperatoria e ogni tanto ho accenni di odori e scompare tutto il giorno la cacosmia,passata la cura tutto come prima,ho fatto caso che tutte le volte che ritorna questa patologia prima inizio a sentire questa puzza poi si altera il palato per poi finire con la gola.
la mia domanda ormai è questa.
Perche sento questo strano odore se NON SENTO ODORI????

Non ne vengo piu a capo di questo problema


[#1]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

credo che sia importante eseguire anche una visita neurologica. il collega che la visiterà prescriverà eventuali esami di approfondimento.

Cordialità
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2] dopo  
Utente
la visita neurologica ha presentato pressoche problemi a livello neurologico,il dottore che mi ha visitato ha detto che se ci fosse stato un problema non dovevo avere accenni di odori neanche sotto cure antibiotiche....

.....morale di questa infinita storia ,mi reindirizza sul problema otorinico......

[#3] dopo  
Utente
la visita neurologica ha presentato pressoche problemi a livello neurologico,il dottore che mi ha visitato ha detto che se ci fosse stato un problema non dovevo avere accenni di odori neanche sotto cure antibiotiche....

.....morale di questa infinita storia ,mi reindirizza sul problema otorinico......

[#4]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

difficile esprimere un giudizio via web. La motivazione per la quale Le avevo consigliato una valutaione neurologica risiedeva nel fatto di esclude un coinvolgimento del nervo olfattorio e delle strutture che a livello cerebrale permetto di "decodificare" il segnale odore. Se il collega che l'ha visitata ha escluso, a quanto mi pare di capire, un coinvolgimento di tali strutture bisognerà ricercare la motivazione del disturbo in ambito otorinolaringoiatrico (processi patologici naso-sinusali, rinofaringei o broncopolmonari). Ha eseguito almeno una TC encefalo?

Un cordiale saluto
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#5] dopo  
Utente
salve dottore la tac encefalo mi ha detto solo se volevamo farla per scrupolo ma per lui non ce n'era bisogno,ha fatto penso la visita di routine,luce negli occhi,e altri piccoli test.io adesso non so quali sono le basi che portano ad una RM dell'encefalo,pero lui mi ha detto che ha livello neurologico era tutto ok ,poi ha proseguito dicendomi che danni al nervo non potrebbero esserci perche dopo una cura di cortisone avevo leggermente riaquistato qualche odore.
Per lei è giusto?

[#6]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
difficile rispondeLe non potendola visitare. Io parto dal presupposto che quando si affronta un problema complesso bisogna vagliare tutte le strade necessarie a svelarne le cause. Molti indizi anamnestici nel Suo caso indiririzzerebbero verso una genesi otorinolaringoiatrica. Ma l'unica possibilità che ricondurrebbe ad un disturbo neurologico la escluderei al 100%.

Un cordiale Saluto
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio