Utente cancellato
Egr. dottori,
sono un uomo di 35 anni,
ormai è da 1 anno circa che ho un formicolio alle ultime due dita della mano sx. Da un "Esame elettromiografico 10.1" del settembre 2010, risulta (cito solo le conclusioni):
"Lo studio EMG, dopo analisi dell'attività muscolare volontaria, risulta alterato per la presenza di sofferenza neurogena nei territori muscolari dipendenti dalla radice C8, T1 del lato sinistro".
Mi è stato spiegato che significa che dipende da un nervo che si diparte dalla colonna vertebrale. Soluzioni: antiinfiammatori e fisioterapia.
Il mio medico mi ha dato dosi massicce di vitamina B e, nel periodo in cui le prendo, sento che mi giovano, solo che quando smetto di prenderle torna tutto come prima!
Poiché ho anche una gastrite (quindi preferisco non prendere antiinfiammatori) e non ho molto tempo per fare la fisioterapia e poiché di recente è diventato davvero molto fastidioso, vorrei chiedere:
- c'è qualche altro modo per migliorare la cosa?
- posso prendere vitamina B "a vita" senza controindicazioni?
- se non faccio nulla può peggiorare?

Vi ringrazio molto per la risposta.

[#1]  
Dr. Domenico D'Urso

20% attività
0% attualità
4% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
caro amico, è possibile che in effetti possa essere una sofferenza delle radici c8-t1, ma potrebbe essere anche un interessamento delle strutture nervose tra il collo e la spalla, quindi un pochino piu periferiche rispetto alla radice, o per una sofferenza a livello dell'egresso toracico (sdr degli scaleni, oppure costa cervicale), per cui bisognerebbe approfondire un po sia dal lato radiologico (per la costa cervicale) sia con un'ecodoppler per gli scaleni. Inoltre bisogna essere sicuri che la sofferenza non sia del nervo ulnare al gomito, che è di gran lunga la sede piu frequente di origine dei disturbi come il suo
Dr. domenico durso

[#2] dopo  
128540

dal 2015
Egr. dott. Durso,
la ringrazio per la risposta.
Proprio oggi ho fatto un'altra visita neurologica e un'altra EMG:

"Discreta sofferenza muscolare neurogenica, a carattere cronico, in territorio di pertinenza radicolare C7-C8 sx. Assenti segni indicativi di denervazione recente in atto.
Sfumato rallentamento della velocità di conduzione motoria del nervo mediano al carpo sx, nella norma la sensitiva. Modesto ritardo del tempo di transito del nervo ulnare al gomito sx, nella norma la sensitiva, l'ulnare dx e il mediano dx."

Il neurologo mi ha detto che è interessato di sicuro il nervo ulnare a livello del gomito. Comunque mi ha prescritto radiografia cervicale con proiezioni dinamiche e radiografia al gomito sx. Consiglia anche l'esame della curva glicemica, perché sospetta possibili "segni premonitori" del diabete, in quanto mia madre l'aveva, ma io non ho mai avuto sintomi.

Per favore, può rispondermi su 2 cose:
1- che significa quel "a carattere cronico" che ho letto solo adesso nel referto dell'EMG???
2- se facessi una risonanza magnetica non sarebbe più indicata, invece delle radiografie, nel caso di nervi / muscoli?

Grazie molte per la risposta, buon lavoro.

[#3]  
Dr. Domenico D'Urso

20% attività
0% attualità
4% socialità
()

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2009
cronico significa qualcosa che dura da qualche tempo, di insorgenza non recente. A livello cervicale una risonanza o una tac sono sicuramente piu utili di una rx, che non mostra le parti molli (disco ecc). Riguardo al gomito la presenza di un modesto rallentamento del nervo ulnare potrebbe essere effettivamente la spiegazione dei suoi disturbi, sebbene non sia altamente significativo. Comunque per disturbi di modesta entità non è opportuno un approccio chirurgico.
Dr. domenico durso