Parestesia conflicto v n.c.

SALVE,
DUE ANNI FA HO INIZIATO CON UNA PARESTESIA FACCIALE ALLA PARTE DESTRA DOPO SEI MESI HA INIZIATO SULLA BOCCA E ANCHE SULLA PARTE SINISTRA, DOPO AVER FATTO ANGIO-RM IL RISULTATO E: A DESTRA SI DOCUMENTA STRETTA CONTIGUITA' CON L'A. CEREBELLARE SUPERIORE, TORTUOSA, SENZA CHE SIA POSSIBILE DISTINGUERE UN CLEFT LIQUORALE.
HO VISITATO TRE NEUROLOGHI, SPESSO UN PO DI SOLDI E SOLO MI HANNO DETTO CHE PURTROPPO NON SI POTEVA FARE NIENTE... VORREI SAPPERE SE E' POSSIBILE FARE UNA TERAPIA MAGARI CON ELETROESTIMULAZIONE, TENS O MASSAGGI.
DEVO DIRE CHE NO MI DA GROSSI PROBLEMI PERO UN PO' DI FASTIDIO PER ESEMPIO MANGIANDO... NON SENTO IL CIBO SULLE LABRE ED OGGI TANTO MORZICO ANCHE LA BOCCA AL INTERNO... GRAZIE MILLE ED SCUSATE L'ORTOGRAFIA
[#1]
Dr. Luca Pace Medico fisiatra 80
Buongiorno, la diagnosi confermata dai tre colleghi Neurologi sembra far risalire il suo disturbo parestesico ad un problema verosimilmente vascolare ma quanto lei scrive mi è insufficente per chiarire la diagnosi, ad ogni modo le terapie fisiche da lei citate non andrebbero a modificare sostanzialmente il quadro clinico e tantomeno i massaggi non credo che possano darle giovamento, servirebbero solo a spendere altri soldi..
Esistono tuttavia dei farmaci,che probabilmente il Neurologo le avrà suggerito, i quali possono aiutare una attenuazione del disturbo parestesico.
Buona giornata.

Dr. Luca Pace

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test