Utente
Salve e grazie in anticipo a chiunque vorrà darmi un parere.
Sono una ragazza di 21 anni e ormai da qualche giorno ho notato un forte intorpidimento localizzato sulla parte esterna della coscia sinistra. Se la tocco la sensibilità è quasi assente ed ogni tanto avverto come delle pulsazioni che, però, non sono nè visibili (cioè, non sono spasmi, non c'è alcun movimento) nè li avverto toccando la gamba. E' solo una sensazione. Sottolineo che durante la giornata, camminando e svolgendo le mie normali attività, non avverto questo intorpidimento, me ne dimentico proprio. Credo questo sia dovuto al fatto che non c'è un formicolio, e che sento bene che la coscia è come addormentata soprattutto quando la tocco o quando la premo sul letto (infatti me ne sono accorta sdraiandomi su un fianco la prima volta).

Avviso: soffro di obesità grave da sempre e recentemente, avendo maturato il desiderio e la forza di volontà necessari per iniziare a combattere questa malattia, ho iniziato una dieta fornitami dal mio dietologo, a cui ho abbinato dalla settimana scorsa l'esercizio fisico iscrivendomi in palestra dopo anni in cui le mie attività di questo genere sono state praticamente nulle. Questo intorpidimento è iniziato un paio di giorni dopo la prima giornata di palestra appunto, motivo per cui non mi sono preoccupata pensando che fosse dovuto agli esercizi.

Nei giorni successivi non mi è sembrato di avvertirlo nuovamente quindi ho dato per scontato si fosse risolto da solo. Stasera invece, dopo una giornata senza alcun fastidio, quando mi sono seduta sul letto piegando la gamba e poggiando la coscia contro il materasso, ho avvertito quell'intorpidimento ancora più intensamente, seguito dalle pulsazioni e da una sensazione di formicolio fastidiosa. Ho notato anche che la zona interessata si è estesa fino al fianco sinistro.

Avendo curiosato in rete in cerca di un qualche riscontro con questi sintomi ed avendo trovato riferimenti a cose più o meno serie che preferirei ignorare e che mi hanno fatto salire un'ansia non indifferente, mi piacerebbe sapere se questo fastidio può essere causato semplicemente dagli esercizi fatti in palestra (cyclette e tapis roulant soltanto), se può essere una cosa più seria, se è necessario che faccia esami particolari e su ogni altra cosa vorrei avere un parere su COSA effettivamente potrebbe essere successo. So che con un consulto online non è semplice fare una diagnosi, ma delle ipotesi mi vanno più che bene.

Ringrazio nuovamente di cuore,
una ragazza che cerca di rimettersi in sesto.

[#1]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente

Esiste una condizione detta meralgia parestesica dovuta a intrappolamento del nervo femorocutaneo laterale della coscia che da' una sintomatologia simile a quella da Lei descritta. E' chiaro che questa e' solo un'ipotesi che va suffragata da una visita neurologica.
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio moltissimo per la risposta. Vedrò di prenotare la visita appena possibile per capirne di più. Mi permetto di rubarle ancora un po' di tempo per un'altra domanda se non le dispiace: nel caso quest'ipotesi trovasse un riscontro nella diagnosi del neurologo, dopo la visita, mi potrebbe spiegare quali sono le conseguenze e come si cura? E' qualcosa di grave?

Grazie mille nuovamente.
Le porgo i miei più cordiali saluti nel frattempo :)

[#3]  
Dr. Rosario Vecchio

52% attività
0% attualità
20% socialità
AUGUSTA (SR)
SIRACUSA (SR)
FLORIDIA (SR)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Gentile utente

La meralgia parestesica non e' una condizione grave e guarisce completamente
cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio