Utente
buona sera, ho 34 anni e premetto che sono un soggetto ansioso e ipocondriaco, oltretutto ho passato e sto passando un periodo di fortissimo stress...
da un mese a questa parte ho iniziato ad avere fascicolazioni in quasi tutto il corpo, sono partite dal tronco e adesso le sento un pò ovunque, spalle, collo,schiena, bicipiti, una volta anche sulla fronte e sulla guancia!!! ... poche alle gambe molte sul tronco ... a volte ho qualche crampo ai polpacci e all'inguine, sopratutto se mi alzo di scatto da una sedia/divano ... le mie fascicolazioni non sono continue, o almeno, per la stragrande maggioranza danno uno o due "colpetti" e finiscono subito ... durante il giorno se sto lavorando o comunque sono in movimento quasi non le sento, anzi, quasi mai le percepisco ... iniziano a farsi sentire quando mi rilasso, quando sono sul divano o sul letto, specialmente quando mi sveglio o semplicemente quando mi siedo.
ogni tanto ho anche qualche mioclonia.
nell'ultimo anno mi sento abbastanza stanco e fuori forma, ma, ho sempre pensato fosse perchè sto conducendo una vita abbastanza sedentaria dal punto di vista sportivo e lavorativo in confronto a qualche anno fa in cui facevo sport e lìun lavoro più pesante.
suono il basso e sento la mano destra un pò più "dura" e "stanca" ultimamente come anche l'avambraccio teso, ma sapendo che sono ansioso potrebbe pure essere questo che la blocca, visto che mente suono penso che potrei avere la SLA!!!!
Ho parlato con il mio medico che mi ha fatto fare una cura di 15 giorni di polase attribuendo le mie fascicolazioni a carenza di magnesio e potassio, il risultato è che è tutto pressochè come prima ... adesso devo prenotare una visita neurologica e sono terrorizzato!!
sono davvero molto spaventato, è qualche giorno che faccio esercizi fisici anche molto stupidi per vedere se ho ancora forza ... solo oggi ho fatto 50 flessioni e mi sono messo a portare su e giù per le scale un amplificatore da 35 kg ... naturalmente sono sfinito ... non mi pare di sentire stanchezza agli arti ne superiori ne inferiori, a volte ho i tendini d'achille, specie la mattina un pò intorpiditi ma roba di pochi minuti ...
ho bisogno di qualche consiglio anche perchè a guardare sul web viene solo paura e tutto quello che ho letto sulla SLA in un sito è descritto in un modo e in un'altro in un modo diverso ... sono molto confuso e sto vivendo malissimo questa cosa... data la mia età (34 anni) e i sintomi, potrebbe essere SLA o SM??
grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

perchè pensa alla SLA o alla SM? Potrebbe essere nessuna delle due, non crede?
Un paziente con la SLA non è capace di svolgere l'attività pesante che ha descritto.
Della SM non ha i sintomi tipici d'insorgenza.
Pertanto non si terrorizzi ed effettui serenamente la visita neurologica, se vuole può farmi sapere l'esito.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongirono Dott. Ferrarolo, prima di tutto la ringrazio per la risposta, il vostro servizio è davvero utile.
mi sono venute in mente subito SLA e SM perchè ho letto che tra i sintomi ci sono anche le fascicolazioni, crampi e la stanchezza fisica, ed essendo io ignorante in materia e molto ansioso mi sono spaventato molto ... ma, quindi dottore, una domanda giusto per capire ... l'insorgenza della SLA parte subito con sintomi di debolezza MOLTO marcati? o effettivamente può insorgere con fascicolazioni in varie parti del corpo come capita a me?
appena avrò gli esiti della visita neurologica le farò sapere

grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

uno dei primi sintomi di SLA è il deficit di forza ad un arto, ma per deficit di forza non s'intende la comune stanchezza ma un particolare deficit che si può obiettivare durante la visita medica, cioè un segno facilmente rilevabile alla visita.
Pertanto la comune stanchezza non è un sintomo di SLA.
Anche le fascicolazioni sporadiche non fanno pensare alla SLA.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buona sera Dott. Ferrarolo, oggi sono stato in ospedale ed ho effettuato una visita neurologica, oltretutto fatta dal primario ...
allora, gli esami del sangue hanno dato come risultati "strani" :

Potassio: 3.30 mmol/L [3.50 - 5.00]

Bilirubina totale: 1,03 mg/dL [0.10 - 1.00]
Bilirubina diretta: 0,35 mg/dL [0.00 - 0.35]
Bilirubina indiretta: 0,68 mg/dL [0.00 - 0.65]

Creatinchinasi (CK totale): 372.00 U/L [24.00 - 195.00]

la visita neurologica non è stata strumentale, anche se avrei preferito fasre anche un EMG ... nelle dimisioni il neurologo ha scritto:
esito negativo, (attualmente non evidenti fascicolazioni)
sugli esami ha scritto che sono lieve "ipo" qualcosa e lieve "iper" qualcos'altro ... mi perdoni ma la calligrafia è illeggibile!!!

non segni attuali di malattie neurologiche in atto, possibile disturbo d'ansia

utile: polase sport 1 bustina/die per un mese, 8 gocce di EN prima di andare a dormire e attività fisica.

mi è stato detto di tornare la settimana prossima per rifare gli esami del sangue e vedere se i valori con la cura di polase saranno migliorati

lei cosa ne pensa di questi valori sballati nel sangue e della visita?
un EMG non sarebbe stata comunque utile a togliere qualunque dubbio?

io non sono proprio sereno ... anche perchè due settimane fa ho finito una cura di polase (normale) e non è cambiato nulla ...

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che il polase sia stato prescritto per il riscontro della lieve riduzione del potassio nel sangue.
Per il resto l'aumento della CPK è modesto e potrebbe essere dovuto all'attività fisica svolta. Quando ripeterà l'esame lo faccia dopo un periodo di riposo fisico, senza sforzi eccessivi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Quindi secondo lei è tutto a posto anche senza un EMG ... o la CPK potrebbe comunque aumentare in questi giorni anche senza sforzi fisici a causa di una patologia appena iniziata quindo non riscontrata durante l'esame neurologico?
mi scusi se la disturbo ma questa visita non è che mi abbia tolto molti dubbi ... anzi

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in caso di visita neurologica negativa per sospetta SLA, l'EMG non si ritiene un esame utile, questa si prescrive in presenza di alterazioni dell'esame neurologico sospette per SLA.
Se la CPK dovesse aumentare notevolmente toccando livelli sospetti, in tal caso si vedrà poi come proseguire.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
le chiedo ancora una cosa dott. Ferrarolo, poi giustamente la lascerò anche stare ...
un' aumento della cpk si può rilevare anche un giorno e mezzo dopo attività fisica di intensità medio/alta? io ho fatto gli esami del sangue di giovedì mattina, il martedì pomeriggio ho fatto 50 flessioni sulle braccia, una ventina di piegamenti sulle gambe, 50 sollevamenti da 6 kg per ogni braccio ... il tutto con poco allenamento perchè ho ripreso a fare attività sportiva da pochissimo, infatti il giovedì avevo ancora l'acido lattico alle spalle ... il mercoledì a parte un pò di skip leggero sulle gambe non ho fatto nient'altro ... la ringrazio e mi scusi ancora per il disturbo

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, questa attività sportiva che descrive potrebbe essere sufficiente ad innalzare il valore della CPK.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro