Utente 286XXX
Buonasera, chiedo un consulto per un problema che ormai mi porto avanti da moltissimo tempo. Il mio problema è il dormire troppo, che io vada a letto alle 9 di sera o alle 5 del mattino dormo tutta l'intera mattinata a volte anche sino alle 3 del pomeriggio se nessuno mi sveglia, il problema è che non mi accorgo nè del tempo che passa nè se esplodesse una bomba. Qualsiasi rumore, urla, voci, chiacchere... non sento niente e nessuno riesce a svegliarmi, è come se cadessi in un coma profondo e quando mi sveglio sembra che siano passate poche ore invece sono passate anche 10 ore e più. Il problema è che quando ho da fare delle cose importanti la mattina nessuno riesce a svegliarmi la maggior parte delle volte, nè provando a svegliarmi ripetutamente, nè svegliandomi con le urla, scuotendomi... Io non solo non sento e non mi accorgo di niente ma non riesco manco a ricordare che sono stata scossa svegliata. Se metto una sveglia non la sento ho provato anche con sveglie rumorose o con più sveglie che non sento oppure se le sento le spengo (la maggior parte delle volte senza accorgermi). Se mi parlano posso anche rispondere ma io non ricordo nulla, devo dire che delle volte mi riescono a svegliarmi ma poi mi riaddormento immediatamente. Se devo fare delle cose veramente importanti sono costretta a non andare a dormire la notte per poter essere sveglia la mattina presto. Quando mi sveglio mi sento sempre a pezzi, non connetto quasi niente a volte non riesco neanche a formulare una frase per almeno qualche minuto e non vedo neanche molto bene. Dopo una mezz'ora mi riprendo ma continuo a sentirmi stanca e spossata la maggior parte delle volte. Ho sempre la sensazione nonostante abbia dormito molte ore di non aver mai riposato come desidero. Ormai mi condiziona la vita perchè mi rende piuttosto inaffidabile perchè la mattina non combino niente. Durante la giornata essendo anche a dieta per qualche kg in più faccio da ormai molti mesi una bella camminata di sera, un pò di cyclette a casa e qualche addominale, lavoro, faccio qualche faccenda a casa, una vita non troppo sedentaria. Vorrei sapere se è il caso di rivolgermi ad un medico e a quale tipo di medico rivolgermi ma soprattutto di che tipo di disturbo si tratta. Aggiungo anche che russo, non continuamente ma abbastanza frequentemente, a volte più rumorosamente altre volte meno ma non in forma grave, almeno da quanto mi dicono. E delle volte parlo nel sonno. Non ricordo quasi mai i sogni che faccio, la maggior parte delle volte mi sveglio sudata. Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Ronzani

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MORLUPO (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gentile utente, per prima cosa occorre vedere se tale sintomo ha origine da problemi sistemici, come la glicemia, il livello di pressione arteriosa, l'ossiemia, (l'ossigenazione del sangue). in seguito occorre indagare se abbiamo qualcosa a livello neurologico (visita, RMN e gli altri accertamenti necessari. In ultimo, se dovesse risultare tutto nella norma (soprattutto gli esami neurologici, occorre indagare la sfera psichica.
Cordiali Saluti

dr Giovanni Ronzani