Crisi con dejà vu

Spero di trovare risposta ad un problema con cui ho a che fare ormai da più di un anno. A intervalli di tempo sono soggetta ad episodi strani, con sintomi che elencherò, per maggior chiarezza.

Sensazioni di vivere una scena angosciante, confusa, notturna, che comunque so di non aver mai vissuto
Terrore e ansia che mi chiudono lo stomaco e mi fanno sentire caldo, sensazione di sabbia in gola e tosse e nausea
Voglia di fuggire e di urlare (in alcuni casi urlo davvero)
Intorpidimento delle mani e delle braccia
Man mano sale l'angoscia, e queste immagini si fanno sempre più pressanti e vive
Voglia di piangere

Il tutto dura pochi minuti, e quando passa non ricordo più nulla, resto assente e rannicchiata su me stessa per almeno venti minuti
Non riesco a parlare nè a rispondere se qualcuno mi rivolge la parola, anche se capisco tutto
Quando passa anche questo torpore, sono aggressiva e nervosa

Se può aiutare nella risposta (in cui confido) aggiungo che da piccola ho sofferto di meningite batterica con crisi epilettiche. Grazie.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

ciò che Lei descrive andrebbe valutato da un neurologo che in base alla visita potrebbe prescrivere esami diagnostici come un EEG delle 24 ore, da preferire a quello da 15-30 minuti, e una RM encefalica anche per valutare eventuali esiti della meningite batterica. Le crisi epilettiche avute da bambina sono regredite spontaneamente? Ricorda il tipo specifico? Ha assunto o sta assumendo antiepilettici? Con quale frequenza si presentano questi fenomeni?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Le crisi epilettiche erano legate alla malattia e da quanto mi hanno raccontato i miei (molto poco in verità, perchè credo abbiano rimosso l'accaduto) sono andate via una volta curata la meningite. Quindi non ho più assunto farmaci antiepilettici.
Nell'ospedale della mia città sono stata operata dal professor Roberto Buonaguidi, primario dell'unità di Neurochirurgia, il quale era stato debitamente informato del pregresso.

Gli episodi si verificano da agosto dello scorso anno, prima con frequenza mensile/quindicinale, ora a intervalli anche di una settimana, oppure due volte in un giorno, con remissioni di settimane. Non c'è una frequenza fissa. Potrebbe trattarsi di epilessia del lobo temporale?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

certamente, l'ipotesi dell'epilessia è concreta. Le consiglio di affidarsi ad un esperto epilettologo, cioè un neurologo esperto in cefalee.
Se l'ipotesi epilettica venisse confermata sarebbe necessario iniziare un'adeguata terapia specifica.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test