Ischemia transitoria

buongiorno , mio zio ha 69 anni abita da solo e l'unici parenti che ha sono mia mamma e io e mia sorella ... 5 anni fà ha avuto delle ischemie transitorie , il diabete era a 580 . ..Ma improvvisamente 3 anni fà una sera molto tardi chiama mia mamma e comincia a insultarla ,con minacce dicendogli che non doveva ne chiamarlo ne presentarsi a casa sua, altrimenti non sa cosa le passava dalla testa ... da quel giorno sembra un'altra persona trattandoci come se non fossimo più parenti, anzi non ha bisogno di aiuto da noi, tanto ci sono due suoi amici che lo accudiscono come se facessero parte della sua vita ..vorrei sapere queste ischemie possono avere avuto poi nel tempo lesioni al cervello, da fargli avere questo comportamento ?? grazie mille
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Gent.le
eventuali ripetute ichemie cerebrali, anche se una per una di poco conto, possono condurre ad una condizione di cerebrovasculopatia ischemica cronica ed a una conseguente condizione di progressivo declino/deterioramento cognitivo. Ciò naturalmente si riflette sulla vita sociale e lavorativa, sui rapporti interpersonali, ecc.
Qualora lo status neuropsichico del suo parerente fosse quello ipotizzato cercherei di far in modo che i familiari più prossimi approfondissero la natura dei rapporti con le due persone che lei rammenta: i casi della vita alle volte celano brutte sorprese.
A risentirci.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test