Antivirali e memoria

mia madre ha 85 anni ed ha sempre avuto un0ttima memoria senonchè alcune settimane fa al pronto soccorso dove l'avevo portata per una frattura a una costola le hanno diagnosticato lo zoster con relativa tterapia a base di antivirali antibiotici e una per i nervi mi pare si chiami nicetile500 e anche vitamina b12 per intramuscolo da 5000. ebbene da allora mia madre che ha sempre curato l'ipertensione con dose massicce di farmaci ha avuto un forte calo della pressione arteriosa pari a 90/45 e la cosa che piu mi preoccupa è che non ricorda piu che tipo di medicine deve assumere cosa che non aveva mai dimenticato in precedenza, durante la terapia per l'herpes avevo pensato che poteva essere un effetto indesiderato dei farmaci nuovi ma adesso a piu di 10 giorni di distanza dall'ultima compressa la perdita di memoria rimane, vorrei sapere se tali terapie possano dare queste complicazioni e se sono reversibili, dimenticavo di dire che il suo appetito è paei a zero e che per farle mangiare qualcosa bisogna forzarla, anche questa cosa è accaduta a seguito della terapia per lo zoster , prima ha sempre avuto un buon appetito, grazie per eventuali risposte
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,9k 190 52
Gent.le
prima di parlare di terapia necessariamente va formulata una diagnosi sia per la causa e sia per lo stato attuale.
Pertanto le consiglio di accompagnare sua madre per una valutazione clinica neurologica di persona. Penserà poi il collega a proporre esami strumentali qualora indicati.
A seguire oer quel che oossibile il trattamento.
Ma perdoni il mio dubbio: quando ha avuto il malore ovvero l'importante calo pressorio ed il relativo disturbo della memoria sua madre non è passata per un PS e da li per un seppu vreve periodo di ricovero.
A questo punto avremmo almeno deli esami strumentali ed una diagnosi.

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
nessun pronto soccorso ma adesso a distanza di circa dieci giorni la pressione è aumentata, precisamente è 130 -60 tenendo conto che fa una terapia per l'ipertensione. cosa mi consiglia?
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,9k 190 52
Quel che ho già detto: accompagni sua madre per una "valutazione clinica neurologica diretta" ed eventuali esami che dovessero rivelarsi poi indicati. Nel corso della ipotensione arteriosa forse sarà venuto meno un adeguato apporto di sangue , ossigeno e glucosio al cervello (per abbassamento della pressione di perfusione cerebrale) con verosimile sofferenza di questo ultimo.

Buona domenica.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test