Utente
buonasera , sono qui x sapere cosa significa cio' che vi è scritto per capire se efettuare un possibile percorso di cura passando da un specialista o se dormire sonni tranquilli .
La bimba ha 11 anni e il referto dice :
Tracciato costituito da un ritmo di fondo a 8 c/s , bilaterale , simmetrico , reagente all'apertura degli occhi.
Durante la prova attivatoria dell'Iperpnea si riscontra la presenza di bouffeès di attivita' theta diffuse , di maggior voltaggio in sede fronto-temporale bilaterale .
SLI inefficace.
Conclusioni : Tracciato caratterizzato dalla presenza di anomalie lente diffuse , di maggior voltaggio in sede fronto-temporale bilaterale durante la prova attivatoria dell'Iperpnea.

tanti paroloni a me sconosciuti , ringrazio fin d'ora per chi risponde.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Gent.le utente,
come ogni caso clinico anche questo deve essere inquadrato clinicamente e l'esame Eeg integrato con i dati raccolti durante una visita specialistica.
Nel quesito che pone mancam forse, la parte di maggior rilievo: ovvero perchè la bimba di 11 anni è stata sottoposta ad esame Eeg?

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dr. , siamo ricorsi a uno specialista neuropsichiatrico pediatrico ( anche se a parere contrario della pediatra ) perchè la professoressa di matematica si è lamentata dicendo che la bambina dove vi era da fare dei ragionamenti era assente , persa .
Durante il consulto col dottore ci ha consigliato questo eeg per vedere se vi era una oscillazione di epilessia .
E' da dire che la bambina non ha mai avuto nessuna forma di epilessia .
Vorremmo sapere solo se l'eeg dice qualcosa di negativo .
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
L'Eeg del quale leggo le conclusioni, ma necessariamente non visiono il tracciato, sembrerebbe poter essere suggestivo di una indicazione ad ulteriore approfondimento diagnostico a livello dell'encefalo ove vengono rilevate anomalie lente in corso di attivazione con iperpnea.
Non comprendo bene cosa voglia dire con "...oscillazione di epilessia..." tanto più che come lei afferma "... la bambina non ha mai avuto nessuna forma di epilessia...".
Pertanto un adeguato comportamento ritengo possa essere quello dell'approfondimento diagnostico senza "fasciarsi preventivamente la testa" e certamente dopo aver riconsultato il neuropsichiatra infantile che ha prescritto l'esame Eeg recando quest'ultimo in visione.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio per la celerita' nel rispondere , seguiro' il suo consiglio e prendero' un nuovo appuntamento con il dottore .
Ancora grazie e buona serata .