Utente 318XXX
Gentile Dottore,
vorrei sottoporle cosa è successo a mia moglie circa 5 giorni fa. Dopo circa una mezz'ora che si era svegliata, quindi mentre si preparava per uscire..improvvisamente non riusciva più a vedere dall'occhio sinistro. Ovvero, vedeva un zig zag che spariva verso sinistra con flash, anche ad occhi chiusi..e non riusciva a leggere ..cioè il campo visivo dell'occhio sinistro presentava come un buco vuoto..questo è durato per circa 5 minuti...dopo le è venuto un lieve mal di testa alla parte opposta..parte destra...zona cervelletto...Immediatamente ha pensato di rivolgersi ad un oculista che le ha detto che si era trattato di aura con emicrania, ovvero scotoma scintillante. L'oculista ha detto che non vi erano problemi agli occhi..per sicurezza ha eseguito anche esame del campo visivo, dove è risultato tutto nella norma. Premetto che mia moglie soffre raramente di mal di testa, quasi mai..e non aveva mai avuto la visione dello scotoma, nè aura. E' possibile che abbia avuto un'ischemia transitoria? E' possibile che abbia il forame ovale pervio? Inoltre avverte diverse extrasistole, e da visita dell'anno scorso di ecocardiogramma ed elettrocardiogramma con holter, il cardiologo disse che era tutto nella norma. Mentre di notte, in periodi di stress, si sveglia in preda al panico dicendo che le manca il respiro ( quando si addormenta in pancia in su )..tipo apnea..ma non russa..mentre soffre di bruxismo. Questo episodio dello scotoma, ci tengo a precisare è avvenuto il giorno in cui le è venuto anche il ciclo mestruale, il giorno prima aveva mangiato cioccolata ( non la mangiava da moltissimo tempo..e leggevo che la cioccolata può causare questi scotomi ). Siamo molto preoccupati e vorrei un suo parere. Mia moglie ha 32 anni, pesa 53 kg, è alta 1.63, i valori di colesterolo, glicemia ed emocromo sono nella norma..Spero di ricevere quanto prima una risposta. Ringraziandola, saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Una pervietà del forame ovale potrebbe essere responsabile di sintomi come quelli riportati da Sua moglie. La diagnosi è facilmente posta per mezzo di un ecocardiogramma colordoppler con "bubble test", ancor meglio se completato da un ecodoppler transcranico.
Tenga però presente che vi possono essere innumerevoli altre cause per ciò che é successo, e che sarebbe consigliabile prima di tutto una visita specialistica neurologica per una completa valutazione clinica della paziente e per la corretta sequenza temporale degli accertamenti da svolgere.
Provvedo pertanto a spostare la Sua richiesta di consulto in area neurologica, affinché i colleghi neurologi del Sito possano, se lo riterranno opportuno, integrare la risposta per quanto di loro competenza.
Cordiali saluti
Fabio Fedi, MD
Specialista Cardiologo

[#2] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la diagnosi di emicrania con aura è congrua con la sintomatologia riportata.
Nella stragrande maggioranza dei casi tale forma di cefalea è primaria, cioè non riconosce una causa nota. A volte però i pazienti riescono ad identificare eventuali fattori scatenanti che, ripeto, non rappresentano la causa.
Consiglio una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee ed eventuali esami diagnostici se ritenuti utili dal neurologo, per es. RM encefalica.
Sua moglie fuma o assume anticoncezionali orali (pillola)?
Su un eventuale PFO se ha tempo può leggere il seguente articolo
https://www.medicitalia.it/minforma/neurologia/1440-pervieta-forame-ovale-ed-emicrania-parere-neurologo.html
Utile sarebbe anche effettuare una polisonnografia per escludere o meno le apnee notturne.
Non caricatevi però di ansie e preoccupazioni eccessive.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#3] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
grazie mille della risposta. Mia moglie non fuma e non beve e non usa la pillola. Tra l'altro non soffre nemmeno di emicania, solo molto raramente questo dello scotoma è stato solo un caso isolato. E' possibile che se anche un caso isolato possa considerarsi ''affetta'' da emicrania con aura? Inoltre le vorrei chiedere se le extrasistole che avverte o le eventuali apnee notturne sono il risultato di un eventuale fop?
La ringrazio della risposta.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, la possibilità che si possa parlare di emicrania con aura esiste.
Non è stato dimostrato nessun rapporto tra PFO ed apnee notturne, mentre con le extrasistoli teoricamente potrebbe esserci.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
oggi mia moglie ha incontrato il neurologo per una visita. Il neurologo ha escluso che ci sia una relazione tra fop e emicrania con aura. Mia moglie da novembre 2013 ha iniziato una dieta macrobiotica, dove carne e derivati di essi sono esclusi. Quindi i cibi che sceglie sono legumi, cereali e verdure. Niente dolci, soprattutto cioccolata. Il neurologo si è preoccupato soprattutto di questo aspetto. Considerato che lo scotoma è avvenuto la mattina, e il ciclo le è venuto la sera dello stesso giorno, e inoltre i giorni primi aveva mangiato cioccolata, secondo il neurologo, ciò che ha fatto scatenare questo scotoma sono stati proprio il ciclo e la cioccolata. La cioccolata mangiata dopo mesi di assenza ha potuto scatenare lo scotoma. Ad ogni modo il neurologo ha escluso qualsiasi patologia, anzi ha consigliato a mia moglie di rivolgersi ad uno psicologo, in quanto mia moglie è eccessivamente ansiosa e ipocondriaca, e questo scotoma l'ha scossa moltissimo, al punto da non riuscire più a dormire e pensare al peggio, eventuale ictus ecc.. Mia moglie ha anche detto al neurologo delle extrasistole e delle apnee notturne, ma il neurologo ha detto che tutti hanno le extrasistole..e quindi ha inviato mia moglie a rilassarsi e non pensare a queste brutte cose. Cosa ne pensate del parere del neurologo e dell'ipotesi del ciclo e della cioccolata? E' potuto dipendere da questo? O dal fop..? In attesa la saluto cordialmente.

[#6] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in linea di massima concordo con quanto detto dal neurologo, avendo però delle riserve sull'assunzione del cioccolato in quanto non si è dimostrato il suo ruolo di fattore scatenante in questo tipo di emicrania contrariamente a quanto avviene invece nell'emicrania senz'aura. Comunque teoricamente è possibile.
Lo stesso dicasi per il PFO i cui studi sono ancora contraddittori circa una correlazione tra le due condizioni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
quindi è il caso di preoccuparsi? Il neurologo mi ha detto che non è necessario fare la tac al cranio...lei cosa ne pensa? D quanto ne so, la tac è piena di radiazioni e sarebbe utile farla se proprio necessario. Lei lo ritiene necessario?
In arttesa invio, Cordiali Saluti

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

segua le indicazioni del neurologo, in ogni caso la TC non è indicata, in questi casi l'esame di prima scelta è la RM encefalica qualora si decidesse per un esame di neuroimaging, se l'episodio dovesse ripetersi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
a cosa servirebbe la rm encefalica? Vorrei capire se per cercare o escludere cosa?
Mi faccia capire bene, perchè questo episodio ci sta preoccupando molto. Grazie ancora e la saluto cordialmente.

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'emicrania con aura è una cefalea primaria, cioè senza causa nota e generalmente la RM è negativa a meno che non ci siano segni di pregressi attacchi emicranici che comunque mi pare Sua moglie non abbia mai avuto.
In una piccolissima minoranza dei casi può essere secondaria ad altre situazioni e per questo motivo, soprattutto quando la visita neurologica non è del tutto negativa, si preferisce indagare ulteriormente con la RM.
Le dico pure che la maggioranza dei colleghi, in tali casi, non consigliano l'esame, personalmente invece, al primo episodio, la richiedo essendo peraltro un esame innocuo.
Comunque non caricatevi di eccessive preoccupazioni dopo le rassicurazioni del neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
la prima domanda che abbiamo fatto all'oculista è stata se per caso fosse il sintomo di un problema cerebrale, e per questo motivo dato che la zona colpita sono stata gli occhi, l'oculista ha voluto approfondire con l'esame del campo visivo per vedere lo stato del nervo ottico...quindi dato che l'esito è risultato nella norma, c'è comunque la possibilità che ci sia un problema, tipo un tumore cerebrale?
Mia moglie ha solo qualche mal di testa di tanto in tanto senza questi scotomi...di solito quando cambia il tempo..prima del ciclo...ma dolori forti si aggirano al massimo 3 volte l'anno..dunque non frequenti..e sempre prima del ciclo...questo dello scotoma è stato un caso isolato...

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se il neurologo vi ha tranquillizzati e non ha ritenuto opportuno effettuare ulteriori accertamenti evidentemente non ha riscontrato alterazioni dell'esame neurologico da indurlo a sospettare un'eventuale secondarietà del sintomo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferrarolo,
durante una visita neurologica si può comprendere se il sintomo è di natura secondaria? Alla fine..la visita consiste nel fare domande..controllare i riflessi..camminare sui talloni e sulle punte...toccarsi con le dita il naso ad occhi chiusi..ecc..da solo questo si può comprendere?

Inoltre mi può dire che differenza c'è tra tac cranio e risonanza magnetica cranio? Grazie ancora.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in molti casi, solo in base alla visita neurologica, se viene riscontrata qualche alterazione si può sospettare una secondarietà del problema, se invece la visita neurologica risulta negativa questa può sfuggire.
Per lo studi dell'encefalo è preferibile la RM in quanto si "vede di più e meglio", inoltre la RM è priva di radiazioni ionizzanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
quindi mi sta dicendo che anche se un episodio isolato può non essere importante, potrebbe comunque essere il sintomo di un problema secondario che da una visita neurologica può sfuggire...Ovvero, il neurologo non trova nulla di strano, ma in realtà potrebbe essere tutt'altro..e quindi sarebbe utile fare un rm?
Ho capito bene?

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è una possibilità ma non ho detto che occorre effettuare la RM a tutti i costi, sta al neurologo che in base alla visita e alla sintomatologia poi prende la decisione più opportuna.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

il neurologo mi ha detto di non fare nulla...quindi credo che se avesse trovato qualcosa di strano nella visita, me lo avrebbe detto. La sua diagnosi è stata, cioccolata e fase premestruale...lei concorda una simile diagnosi?
Inoltre fosse stata la peggiore delle ipotesi..dato che ha colpito l'occhio e quindi la zona occipitale, credo che l'oculista se ne sarebbe accorto dato che ho fatto anche l'esame del campo visivo...o no?

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è quello che vi avevo detto più volte nei post precedenti, per es. nella replica #12 e #8.
State tranquilli.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dottore,

quindi mi consiglia di non pensarci più e metterci una pietra sopra? Nel caso mi tornerà sempre in fase premestruale sarà sempre colpa de ciclo?

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, non pensateci più e non pensate nemmeno eventuali episodi futuri.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferrarolo,
lei ci ha tranquillizzati molto. Volevo farle un'altra domanda: molto raramente, ed oggi è successo nuovamente a mia moglie...ha avvertito una fitta parte destra testa, zona squama, che viene e passa nel giro di qualche secondo...cioè arriva lentamente, si sente la fitta tipo pressione fastidiosa e poi scompare..è successo oggi diverse volte...cosa può essere? Premetto che mia moglie soffre di bruxismo e ha la malocclusione mandibolare...

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il disturbo lamentato può avere origine dalla disfunzione mandibolare come può rappresentare una cefalea primaria, in questo caso definita trafittiva.
Provi anche a parlarne allo gnatologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

non avviene quasi mai...l'ultima volta è venuta a novembre dell'anno scorso e prima di quel novembre non c'è ricordo...la disfunzione mandibolare quindi provoca anche acufeni?

Immagino che il bruxismo o la disfunzione mandibolare non c'entrino nulla con lo scotoma vero? Mentre lo scotoma può avvenire anche se gli occhi vengono molto stressati davanti al pc fino a tarda notte...il giorno prima mia moglie aveva lavorato anche fino a tarda notte davanti al pc..anzi tutta la settimana che ha preceduto il 14 febbraio...è stata molto intensa...

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, la disfunzione mandibolare può causare anche acufeni.
Anche un particolare affaticamento visivo può causare scotomi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferrarolo,
cmq la fitta di cui le parlavo..che oggi è venuta diverse volte si trova nella zona del solco dell'arteria temporale media....è sempre dovuto alla disfunzione della mandibola?

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si ponga più nessuna domanda, cerchi di vivere serenamente, così compromette la Sua qualità della vita e carica inutilmente di ansia Sua moglie.
Rilassatevi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

in realtà la moglie in questione sono io, che scrivo attraverso il profilo di mio marito. L'ansiosa sono io e non lui :-(
Lei è stato molto cordiale e mi ha tranquillizzata molto. Tuttavia, in questo momento dopo lo scotoma, mi spavento più facilmente quando sento un dolore strano..perchè ogni medico dice qualcosa di diverso. Lei mi trasmette fiducia. Oggi sono stata attenta quando mi è tornato per qualche secondo la fitta...e mi sono accorta che corrisponde nella zona del solco dell'arteria temporale media...lei pensa possa trattarsi del problema della disfunzione mandibolare o può essere sempre collegato allo scotoma? La ringrazio ancora.

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

<<in realtà la moglie in questione sono io, che scrivo attraverso il profilo di mio marito. L'ansiosa sono io e non lui>> sinceramente l'avevo intuito.....
Le ripeto di non farsi più domande perchè rischia di peggiorare il disturbo d'ansia, le nostre rassicurazioni durano poco, poi ritornano i dubbi e le paure, se noi rispondessimo ad oltranza, in casi come questi, non faremmo un buon servizio all'utente in quanto potremmo cronicizzare il problema.
Sono sicuro che capirà!

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 318XXX

Gentilissimo Dott. Ferraloro,

vi ricordate di me? Vi scrivo sempre dal profilo di mio marito. Vi avevo contattato per lo scotoma scintillante.
Allora, per fortuna non mi è tornato nessun scotoma scintillante. Volevo tuttavia avere un vostro parere circa una strana sensazione che avverto ultimamente: ogni tanto durante la giornata, ho come l'impressione di sentire per qualche secondo la pelle d'oca alla parte sinistra della nuca che si irradia lievemente anche sulla zona sinistra del viso. Volevo chiedervi se è collegato allo scotoma che ho avuto o se semplicemente è una cosa normale..o che riguarda l'irrigidimento del collo, oppure?
Grazie mille della risposta.

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
possibilmente è un sintomo ansioso che non ha nessun significato patologico,
stia tranquilla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

io soffro di malocclusione mandibolare..potrebbe essere anche dovuto a questo?
Di solito questa sensazione di addormentamento che poi sento soprattutto alla guancia sinistra anche per quasi tutto il giorno, ma è una sensazione perchè se mi tocco la guancia la sento.. ( mentre la pelle d'oca la sento alla nuca parte sinistra e mi dura qualche secondo ) che sintomo sarebbe?
Lucia

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora Lucia,

anche il problema della malocclusione teoricamente potrebbe essere preso in considerazione ma, considerata la descrizione che fa << ogni tanto durante la giornata, ho come l'impressione di sentire per qualche secondo la pelle d'oca alla parte sinistra della nuca che si irradia lievemente anche sulla zona sinistra del viso>> l'ipotesi più probabile è quella ansiosa.

Cordiali saluti e buon 1° maggio
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

ringrazio della risposta..ieri per esempio la sensazione di pelle d'oca l'ho sentita su tutta la nuca ( qualche secondo )...e le guance invece l'ho sentite come quando si passa dal caldo al freddo..quella sensazione un pò così...ma a questo punto non so se è suggestione...
In questi giorni mi sono ricordata che da quando ero molto più giovane, ogni tanto avvertivo la pelle d'oca anche a punti sparsi sulla coscia destra...
Ad ogni modo, ho prenotato una risonanza magnetica all'encefalo che seguirò martedì...dato che ancora non l'avevo fatta..e sono preoccupata. Speriamo andrà tutto bene. Per il resto non ho dolori o formicolii agli altri ecc...
Grazie ancora.

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, se vuole potrà farci sapere l'esito della RM encefalica.
Stia tranquilla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

certamente che le farò sapere l'esito. Intanto ieri ho ritirato le analisi che eseguo di tanto in tanto perchè sono quasi vegana, quasi perchè il pesce e le uova anche se raramente le mangio.
Volevo un vostro parere:

GLOCOSIO: 87 ( 60-110)
urea : 11 ( 10-50)
creatinina: 0,60 (0,30-1,10)
e gfr ( clearance calc.CKD-EPI): 120 (SUP. A 60)
COLESTEROLO: 157 ( FINO A 190 )
HDL COLESTEROLO: 41 (DESIDERABILE SUP. A 40 )
LDL COLESTEROLO: 89 ( DESIDERABILE FINO A 115 )
RAPPORTO COLESTEROLO: 3,8 ( DESIDERABILE 2,0 -5,5)
magnesio: 2,4 ( 1,7- 2,5)
tsh: 3,873 (0,200-4,000)
ft3: 3,5 (2,8 - 7,5)
ft4: 12,4 (9,5-26)

GLOBULI BIANCHI : 5530 (4000-9000)
GLOBULI ROSSI: 4,51 ( 4,20 5,40 )
EMOGLOBINA: 12,6 ( 12-16)
EMATOCRITO: 39% ( 36-47)
RDW-CV: 12,9 (11-16)
M.C.H.C.: 33 (32-36)
M.C.H: 28 (26-32)
m.c.v.:85 (80-95)
piastrine: 206 (140-400)

pdw: 13,6 (8,5-14,7)
MPV: 10,9 (8,5-14,7)
P-LCR: 32,1 (9,2-40,6)
PCT: O,22 ( 0,15-0,37)

NEUTROFILI: 47,8% ( 48-70 ) LEGGERMENTE BASSO

EOSINOFILI: 7,4 %( FINO A 5 ) ALTO

BASOFILI: 0,5 %( FINO A 1 )

LINFOCITI: 30,4% ( 19-45)

MONOCITI: 13,9% (3-11) ALTO

NEUTROFILI: 2643 ( 2100-7000)

EOSINOFILI: 409 (FINO A 440 )
BASOFILI : 28 (FINO A 200 )
LINFOCITI: 1681: 1681 ( 1000- 4500)
MONOCITI: 769 ( FINO A 800)

FERRO: 24 ( 50-160) BASSISSIMO

FERRITINA: 14 ( 8-150)

ACIDO FOLICO: 6,2 ( 3-17)

VITAMINA B12: 348 ( 200-950)

VES: 11 ( 2-20 )

Come può notare il ferro è bassissimo e credo questi spieghi il motivo della mia costante stanchezza. Però mi preoccupa perchè fino a qualche mese fa era ottimo...superava i 100, cme è possibile che questo ferro mi crolli in questo modo? Come faccio a sapere se tutta questa carenza non dipenda da qualche perdita interna? C'è un modo per escluderlo?
E mi preoccupano anche i risultati degli eosinofili e monociti e neutrofili...soprattutto eosinofili e monociti...non mi erano mai risultati fuori norma..da cosa potrebbe dipendere?

Grazie mille della risposta e della pazienza, in questi giorni mi sento molto vulnerabile in vista della risonanza che farò oggi.
Cordiali Saluti


[#36] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'aumento degli eosinofili è lieve e potrebbe non essere patologico anche perchè i valori assoluti sono normali, generalmente un loro aumento è segno di stati allergici.

Stesso discorso per i monociti.

Per i neutrofili il valore lievemente ridotto è insignificante.

La carenza di ferro non penso sia dovuta a perdite ematiche essendo i globuli rossi e l'emoglobina nella norma.

Faccia vedere gli esami al medico curante e stia tranquilla, potrebbe ripeterli tra un mese circa.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

infatti nel giorno che ho eseguito le analisi avvertivo un mal di gola ed emettevo tantissimo muco, la sera addirittura mi era venuto un forte mal di testa e la notte non ho dormito per eccesso di muco. Ancora oggi sto emettendo tantissimo muco, è chiaro che sia una reazione allergica esatto?
Potrebbe essere dipeso da questo l'esito degli easinofili e monociti?
Grazie ancora.

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Questo non saprei dirlo ma stia serena, effettui tranquillamente la RM e ripeta, dopo un mese, gli esami del sangue.

Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

la risonanza l'ho eseguita, ora attendo l'esito.
E' normale dopo la fine della risonanza all'encefalo smc, avvertire un senso di calore al viso? Io tenevo gli occhi chiusi, ma ogni tanto li aprivo...

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, è normale, non si preoccupi.
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 318XXX

Ora, attendo l'esito...con estrema ansia..perchè alla fine è iniziato tutto da quel benedetto scotoma scintillante di febbraio e da allora non ho avuto più pace...forse questa sera stessa avrò già il risultato...

ps: quindi il ferro basso è solo una questione di mal assorbimento che si cura con un integratore?

Lucia

[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Potrebbe essere l'eventualità più frequente considerato che gli altri parametri correlabili sono nella norma.
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

ecco l'esito:

L'ESAME ESEGUITO MEDIANTE SCANSIONE SUI PIANI ASSIALE, CORONALE E SAGITTALE CON SEQUENZE TSE T2, FLAIR E TSE T1, CONSENTEDI EVIDENZIARE:

SISTEMA VENTRICOLARE IN SEDE NON DILATATO. REGOLARE AMPIEZZA DEGLI SPAZI LIQUORALI PERINCEFALICI, IN RAPPORTO ALL'ETA'. NON DIMOSTRABILI CHIARE E DEFINITE ALTERAZIONI DI SEGNALE AL TESSUTO ENCEFALICO.
R.A: SEGNI DI RINO-ETMOIDITE E SINUSITE MASCELLARE.

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Come certamente avrà capito la RM encefalica è perfettamente normale, Le confesso che mi aspettavo questo esito.
Adesso può tranquillizzarsi, è più rilassata ora?

Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 318XXX

Gentilissimo Dott. Ferraloro,

lo sa come mi sento? Come se fossi rinata! Che sollievo..che felicità!

Una domanda:i segni di rino-etmoidite e sinusite mascellare...cosa sono?
E ''NON DIMOSTRABILI CHIARE E DEFINITE ALTERAZIONI DI SEGNALE AL TESSUTO ENCEFALICO'' vuol dire che non c'è nulla o che non si vede bene?
Grazie mille ancora.

[#46] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
<<segni di rino-etmoidite e sinusite mascellare>> indicano un'infiammazione di tipo sinusitico, la competenza è dell'otorino.

<<NON DIMOSTRABILI CHIARE E DEFINITE ALTERAZIONI DI SEGNALE AL TESSUTO ENCEFALICO>> significa che non c'è nulla, altrimenti ci sarebbe stata una dicitura del tipo "dubbia alterazione.....ecc.."

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

e se dovesse capitarmi un altro episodio di scotoma scintillante?

Cosa devo fare?

[#48] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Al momento non dovrà fare nulla, veda la durata ma non è detto che si manifesterà nuovamente. Stia serena.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

la ringrazio molto per essere stato paziente e avermi supportato e sopportato in questo tempo. Medici come Lei svolgono questo lavoro con reale passione, perchè non trattano le persone come ''casi'' ma come anime da aiutare..soprattutto se un pò ipocondriache come me...difatti è stato l'unico che non mi ha spedito dallo psicologo. Molto rispetto per Lei. Le auguro ogni bene e che Dio la benedica!
Cordialissimi saluti.

[#50] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora, La ringrazio per le belle parole utilizzate nei miei confronti, belle parole che reputo però non meritate. Tutti noi cerchiamo di fare al meglio il nostro nobile "lavoro", a volte si riesce meglio a volte peggio ma l'impegno c'è sempre.
Resto a disposizione per quanto sia possibile fare a distanza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente 318XXX

Gentilissimo Dott. Ferraloro,
mi spiace davvero disturbarla ancora, volevo però spiegarle cosa mi sento in questi giorni.
Proprio ieri sono tornata dalle vacanze..e da circa due giorni..sento alla coscia destra che si irradia anche all'inguine e al gluteo destri..delle improvvise sensazioni di pelle d'oca..che in effetti lo sono..durano qualche secondo e poi scompaiono...e tutto il giorno vanno e vengono...in questi giorni ho un pò di mal di schiena...potrebbe essere questa la causa?
Come mai mi succede questa cosa? Anche in testa le sento..ma molto più lievi e solo se ci faccio caso.
Grazie mille della risposta.

[#52] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Il disturbo riferito all'arto inferiore potrebbe essere una parestesia di origine lombare considerato il mal di schiena, nella testa penso ad un fatto ansioso.
Come sempre, solo ipotesi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

e se non fosse la schiena per questa pelle d'oca alla coscia, cosa potrebbe essere?
Comunque, ora che ricordo, anche quando ero più giovane, mi capitava di avere la pelle d'oca a parti della coscia destra...solo che ultimamente faccio più caso perchè sono diventata più paranoica.
Se non fosse la schiena? Cos'altro potrebbe essere? Qualcosa di grave? Come si ricorderà, ho eseguito la risonanza magnetica all'encefalo un mese fa e non risultò nulla.
Grazie ancora.

[#54] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Cosa potrebbe essere non è possibile stabilirlo a distanza, ritengo nulla di grave, non escluderei il solito fattore ansioso.
Dr. Antonio Ferraloro

[#55] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

volevo aggiornarla che per quanto riguarda la pelle d'oca che avvertivo alla coscia destra, sono sparite con un paio di trattamenti dall'osteopata.

Mentre vorrei raccontarle quanto mi è successo questa mattina: alle 5 mi sono svegliata e aprendo gli occhi mi sono accorta che mi girava la testa, tipo vertigini. Mi sono spaventata e mi è venuta la nausea. Poi se stavo ferma passava..se mi rigiravo mi tornava, o se giravo solo la testa sul cuscino. Oppure se non girava tutto, avvertivo come se la testa mi stesse girando lo stesso. Un senso di vuoto. Non è stata una bella sensazione. Queste cose mi spaventano molto. Di cosa si è potuto trattare? La ringrazio della sua sempre gentile risposta.

[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
quanto è durato il disturbo e come si è risolto?
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dottore,

in realtà non credo sia passato il disturbo. Mi sono poi alzata dal letto con calma ed ho evitato i movimenti bruschi. Prima ho provato a ristendermi e girare la testa sul cuscino prima a destra e poi a sinistra e durante entrambi i movimenti sentivo nuovamente la vertigine. Poi mi sono rialzata e mi è rimasta la sensazione di stordimento e lieve nausea. Poco fa ho provato a guardare fortemente a destra stando con la testa dritta e mi sembrava di avvertire nuovamente il fastidio. Ho paura di ridistendermi e riprovare a voltarmi prima a destra e poi a sinistra per paura di riprovare la fastidiosa sensazione. Cosa potrebbe essere?
Ieri sera, prima di coricarmi ho avvertito un forte fastidio alla zona del collo che si è irradiata anche sotto la zona sottomandibolare, ma poi mi è passato. Mentre queste vertigini mi stanno preoccupando.

[#58] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le cause più frequenti sono essenzialmente due, quella cervicale e quella posizionale benigna, di competenza dell'otorino. Veda il decorso, se dovesse persistere faccia un controllo dal Suo medico curante per avere un primo parere diretto. Non stia preoccupata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#59] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

quindi anche questa sensazione di stordimento che sto sentendo oggi è normale?
Ad ogni modo non è nulla di grave? Passerà?

[#60] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ovviamente normale non è ma ci può stare, stia tranquilla soprattutto se è un fatto isolato. Passerà? Ritengo di sì.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

se le vertigini continuano a venirmi? Intendo se questo è grave. Mi chiedo se un colpo di vento mentre si è sudati le può provocare. O rimanere con i capelli bagnati e stare in un ambiente con l'aria condizionata. E poi un grandissimo stress mentale, tipo ansioso. Tutto questo le ha potute provocare? Oggi fino a quando sono stata in piedi o sdraiata senza muovere la testa non le ho sentite. Ma per esempio, oggi leggere, o guardare video mi dava noia e i rumori mi infastidivano, come se li sentissi maggiormente. Consideri che mi sono molto preoccupata. Domani farò una visita all'osteopata per verificare se dipende dagli otoliti.

[#62] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le situazioni che menziona possono essere teoricamente tutte chiamate in causa, comunque cerchi di tranquillizzarsi perchè non credo ci siano problemi importanti.
Per quanto riguarda gli otoliti, Le avevo anticipato come possibile ipotesi la vertigine posizionale benigna la cui competenza è dell'otorino.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

se si trattasse di Neurinomi del nervo acustico si sarebbe visto dalla risonanza magnetica che ho eseguito un mese fa?

[#64] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Si sarebbe riscontrato alla RM ma la sintomatologia descritta non è indicativa di tale problema.

Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

l'osteopata ha escluso il discorso degli otoliti eseguendo alcune prove.
Secondo lei, si tratta di rigidimento muscolare dovuto all'eccessivo stress psicofisico. Mi ha anche misurato la pressione che è risultata 40-60. Bassissima, e con un bicchiere di acqua e zucchero è risalita a 70-100. La frequenza a 80. Secondo lei ho un problema di cuore, dato che ho sempre le extrasistoli? Almeno 5 al giorno. Il cardiologo l'anno scorso mi disse di stare tranquilla. Ma vertigini, extrasistole, pressione bassa. Insomma..un quadro preoccupante..non crede? Mi dica cosa ne pensa. Mi sono dimenticata di aggiungere che dalle ultime analisi, sia il ferro che la vitamina d risultavano molto bassi. A me interessava capire il perchè delle vertigini. E' davvero possibile che siano state causate da stress mentale, ansia e irrigidimento? Mettiamoci pure l'aria condizionata con la testa bagnata.La ringrazio ancora.

[#66] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le avevo indicato due ipotesi più probabili, una delle due era proprio quella cervicale che Le confermo.
Per il resto faccia un'altra visita cardiologica.

Dr. Antonio Ferraloro

[#67] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

la visita cardiologica risale al 6 marzo di quest'anno, con ecografia, elettrocardiogramma, qualche mese prima ancora anche holter. E risulta tutto nella norma. Ho sentito poco fa il cardiologo per telefono e gli ho raccontato quanto mi è accaduto. Mi ha detto di non preoccuparmi del mio cuore perchè il mio cuore sta bene e che la frequenza delle mie extrasistoli sono normali. Mi ha detto che anche un colpo di vento mi ha potuto provocare queste vertigini. Quindi secondo lei dovrei rifare ancora un'altra visita cardiologica? In 4 anni ne ho fatte 4 e il cardiologo mi ha dato sempre lo stesso esito. Di stare tranquilla. Inoltre le vorrei chiedere, come si fa a distinguere una ischemia transitoria da una vertigine come quellle che descrivo?
Grazie ancora.

[#68] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, dopo quello che ha scritto è ovvio che non sia più necessaria la visita cardiologica.

Una vertigine causata dal movimento della testa non fa certamente pensare ad un TIA.
Si tranquillizzi e viva serena.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#69] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

sinceramente oggi mi sono sentita meglio, dopo il trattamento dall'osteopata. E le vertigini l'ho sentite quando mi sono distesa, ho girato la testa prima verso destra e poi verso sinistra, l'ho sentite quando mi sono voltata a sinistra o quando mi sono girata sul fianco, e poi quando mi sono rialzata. Sono durata circa 3 secondi e credo anche che siano state più lievi di ieri. Sintomo che mi stanno passando? Ma le ho sentite sempre nel fare il movimento:'' sdraiata, voltarmi a destra o sinistra e rialzarmi'', una volta in piedi sento solo un leggero senso di instabilità...ma molto più leggero rispetto a ieri. Credo che la pressione bassa abbia contribuito anche a farmi sentire questo senso di sbandamento. Cosa ne pensa?

[#70] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ritengo che il problema sia a livello cervicale, La vedo molto preoccupata, stia tranquilla.
Dr. Antonio Ferraloro

[#71] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

questo problema scompare spontaneamente, diventando le vertigini sempre più lievi? Oggi per esempio non le sto quasi avvertendo...Grazie ancora.

[#72] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, la stragrande maggioranza di queste condizioni regredisce spontaneamente.
Vede che oggi sta già molto meglio?

Dr. Antonio Ferraloro

[#73] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraoloro,

è vero, sto molto meglio! Io avevo prenotato anche una visita dall'otorino per domani, a questo punto mi conviene disdirla oppure conviene farla?
Intanto la ringrazio della sua pazienza e umiltà.

[#74] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ormai la faccia ugualmente, sente il parere di un altro specialista.
Dr. Antonio Ferraloro

[#75] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

domani la aggiornerò di quanto mi dice l'otorino. Anche perchè all'età di 15 anni, in seguito ad una capriola che feci in mare e sentì un fortissimo dolore all'orecchio destro, da lì a poco iniziai ad avvertire delle fortissime vertigini che mi impedivano di sdraiarmi tranquillamente, di voltarmi che si scatenavano all'impazzata, infatti non appena le avvertivo, dovevo rimettermi nella posizione iniziale. Con queste vertigini ho convissuto per diversi anni, poi all'improvviso sparirono. All'epoca io vivevo in Svizzera e ricordo che mi desero delle pasticche contro le vertigini, ma io credo che in quel caso si trattò di labirintite. Quindi, per questo ho pensato che in questo caso potesse dipendere dall'orecchio, certo le vertigini in questi giorni erano decisamente più lievi al punto che non mi obbligavano a rimettermi in posizione iniziale, ma rimanevo ad ogni aperti ed attendevo che mi passassero e mi venivano sempre come quando avevo 15 anni, mentre si sdraiavo o voltavo da sdraiata. La mia domanda è: dato i precedenti, se non si è trattato di cervicale ( dato che non mi ha mai dato questi problemi ), è possibile che l'aria condizionata, un colpo di vento abbiano potuto in qualche modo infastidire il labirinto e provocarmi queste vertigini? Nel caso mi ritornano, che devo fare? Attendere che se ne vadano da sole? Grazie ancora.

[#76] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gli agenti atmosferici che menziona hanno potuto agire sulla muscolatura cervicale.
Se si dovessero ripresentare non deve fare nulla, regrediranno spontaneamente.
Dr. Antonio Ferraloro

[#77] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

la ringrazio della sua risposta. In verità, da l'anno scorso da quando a mio marito hanno trovato la ferrtina alta ( 450/500 ) è iniziato un calvario di analisi che mi hanno messo nella condizione di vivere in perenne ansia. E da quel momento un sacco di sintomi anche psicosomatici hanno iniziato a diventare parte di me. Extrasistoli, ansia, dolori addominali, dolori alla bocca dello stomaco, lo scotoma scintillante che mi ha preoccupata al punto da sentire i brividi, pelle d'oca...ansia per la risonanza magnetica. Ora in questi giorni mi sto trovando nella medesima condizione. Le spiego perchè e mi permetta di sfogarmi. A mio marito le hanno fatto tutte le analisi, striscio periferico, conta pianistrica, ricerca gene hfe per emacromatosi, markers tumorali, cupremia..esami per epatite..ecc..e tutto risultò negativo. L'unica cosa che risultava fuori norma è questa ferrtina alta e le piastrine un pò basse ( 120.000 ).
Ha fatto l'eco e l'anno scorso risultò fegato e milza un pò ingrossati...un pò di più la prima volta. Poi ha smesso di mangiare carne e bere alcool ( amava bere il vino, la grappa, la birra, aveva il gusto di bere e senza accorgersene ne abusava ). Da un anno tutto questo non lo fa più. Quindi l'anno scorso poi gli dissero di tenere sotto controllo la ferritina e rifare le analisi dopo un paio di mesi. In questo periodo, la ferritina risultava sempre dello stesso valore, mentre le transaminasi tutto ok. Quindi gli suggerirono di fare un salasso terapeutico, o donare il sangue. Ma anche qui, recentemente, trovò contraddizioni: c'è chi diceva che con la ferrtina alta non si può donare il sangue, e chi diceva che con le piastrine basse fare il salasso sarebbe stato peggio.
In questi giorni mi sta preoccupando il fatto che ha rifatto le analisi e i risultati sono stati i seguenti:

La ves è nella norma con valore 2
Le piastrine sempre basse..anzi leggermente più basse del solito.

Colesterolo e glicemia ok
Trigliceridi ok
Ferro a 109..nella norma
Beta2microglobulina ok
Ferritina alta a 498...ma si aggira sempre in questi valori
Ggt ok nella norma

Ciò che desta la mia preoccupazione sono:

Ldh: 498 - i valori di riferimento sono tra 230 e 450

Got: 69 - i valori di riferimento sono 0 e 42

Gpt: 120 - i valori di riferimento sono 0 e60

Per favore mi dica cosa ne pensa e se è possibile sia stata l'intensa attività fisica a far alzare questi valori. Nell'anno scorso erano tutti nella norma le transaminasi e l'ldh.

Subito dopo queste analisi, lunedì scorso, ha rifatto una ecoaddome con questo risultato:

'' FEGATO DI DIMENSIONI NEI LIMITI DELLA NORMA, AD ECOSTRUTTURA MODICAMENTE IPERECOGENA PER LIEVE EPATOSTEATOSI ED INDENNE DA LESIONI FOCALI. COLECISTI ALITIASICA, VIE BILIARI NON DILATATE. MILZA NEI LIMITI DELLA NORMA. PANCREAS NON ESPLORABILE PER SOVRAPPOSIZIONE METEORICA. RENI IN SEDE E REGOLARI PER SPESSORE PARENCHIMALE SENZA SEGNI DI IDRONEFROSI. VESCICA A PARETI NETTE E LUME LIBERO. PROSTATA NEI LIMITI DELLA NORMA. CAVITA' PERITONEALE LIBERA DA VERSAMENTO. NON GROSSOLANE LINFOADENOPATIE.''

Mi faccia sapere al più presto. La ringrazio molto.
Avevo scritto questa recensione anche nella sezione di ematologia, esattamente al dott. Marchi al quale avevo aggiornato tutto. Ma non risponde. Lei mi trasmette molta fiducia e vorrei un suo parere.
Grazie ancora.

[#78] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
premetto che non è il mio campo di competenza per cui Le posso dire in generale che è già una buona notizia l'assenza di alterazioni importanti al fegato. La lieve steatosi potrebbe parzialmente giustificare l'aumento delle transaminasi.
Per il resto deve affidarsi allo specialista di competenza.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#79] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
l'anno scorso però il fegato risultava molto più grasso, mentre le transaminasi erano nella norma. Quest'anno dopo un anno appunto di astinenza da alcol, il fegato non presenta la stessa steatosi perchè risulta nei limiti della norma, ma le transaminasi sono aumentate.
Quindi rimango incapace di capire il motivo. E' possibile che l'eccessivo sforzo a cui mio marito si era sottoposto nei giorni precedenti, palestra e kite surf, abbiamo potuto aumentare le transaminasi?
Grazie ancora.

[#80] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E' una possibilità da considerare, li ripeta poi a riposo da qualche settimana.
Dr. Antonio Ferraloro

[#81] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

mio marito ha eseguito nuovamente le analisi ieri.
Quindi a distanza di una settimana. I risultati sono questi:

transaminasi got: 61 ( intervallo tra 0-42) scesa di 8 punti
transaminasi gpt: 111 ( intervallo tra 0-60) scesa di 9 punti
ldh: 405 (230-450) scesa di 93 punti e rientrata nella norma

Ferritina: 482 ( 28-365 ) scesa di 16 punti ma costante, anche se ho notato che quando fa prelievi per analizzare il sangue e poi esegue degli altri a breve distanza, la ferritina scende.

Quindi, a seguito di queste analisi, possiamo dire che le transaminasi erano alte per lo sforzo fisico? Pensa che le transaminasi scenderanno ancora?


[#82] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E' una possibilità ma Le ripeto che non è il mio campo di competenza.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#83] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

la ringrazio comunque della risposta.

Vorrei aggiornarla circa la mia situazione. Ieri ho eseguito la visita dall'otorino, mi ha detto che la cervicale non c'entra nulla. Si è trattato di posizione parossostica benigna. Mi ha detto che qualora dovessero venirmi nuovamente, di tornare che mi avrebbe eseguito la manovra di sermont. Io vorrei spiegarle cosa mi è accaduto questo notte. Praticamente ho sognato di sentire le vertigini, ricordo anche il sogno. Dunque mi chiedo, ho sognato di avere le vertigini, o le ho avute davvero? Quando mi sono svegliata non le ho provate. E quindi non riesco a capire se questi otoliti si sono messi in ordine o no. Cosa è successo? Grazie ancora.

[#84] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La vertigine posizionale era una delle due ipotesi fatte a distanza.

Riguardo l'accaduto dell'ultima notte, sembra evidente che si sia trattato solo di un sogno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#85] dopo  
Utente 318XXX

Mi sono, però, svegliata con un senso di stordimento. Sembravano davvero reali. Sarà che mi sono fatta suggestionare dal pensiero?

[#86] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E' molto probabile, stia tranquilla e trascorra un sereno fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro

[#87] dopo  
Utente 318XXX

La ringrazio ancora. Buon fine settimana!

[#88] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

le vertigini le ho sentite anche ieri sera...quando mi sono girato dal lato sinistro e questa mattina quando mi sono girata dal lato destro. Sono molto lievi ma le sento. Cosa vuol dire questo? Il fatto che siano lievi e non violente mi deve far preoccupare? L'otorino mi ha detto che quando sono violente è sempre buon segno..ma le mie non sono violente...vanno e vengono...credevo fossero passate invece poi quando faccio alcuni movimenti le sento per qualche secondo. Mi aiuti a capire. Grazie mille.

[#89] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Starei tranquillo, non dia molto peso all'accaduto, gradualmente dovrebbero scomparire. Anche il fatto che siano "lievi" non è certamente un fattore prognostico negativo. Tranquilla!

Serena domenica (quel che resta)

Dr. Antonio Ferraloro

[#90] dopo  
Utente 318XXX

Gentilissimo Dottore,
difatti le sto sentendo lievi...e sporadiche..spero siano segno che stanno terminando.

Volevo anche spiegarle che nei a ferma, giorni scorsi facevo delle prove: con la testaa ferma, spostavo solo le pupille prima strettamente a destra e poi strettamente a sinistra senza muovere la testa. Quando lo facevo avvertivo anche l'inizio della vertigine, ma solo l'inizio. Domanda: è potuto essere questo sforzo a farmi venire un dolore all'interno degli occhi se li muovo a destra e sinistra? Grazie mille della risposta.

[#91] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Lei si è fatta prendere dall'ansia, non faccia esercizi e prove inutili e viva serenamente la Sua vita.
Dr. Antonio Ferraloro

[#92] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

il problema delle vertigini era andato sempre meglio...direi che era quasi sparito. Poi negli ultimi due giorni, stando in mezzo alla corrente d'aria, e dove c'è molto vento...ho notato che la sera sempre nel coricarmi, nel girarmi o nell'alzarmi..ho iniziato a risentirle...sempre lievi, ma a risentirle.
E' possibile che il vento mi provochi questo..l'aria mi arrivava ai lati del volto e qundi direzione orecchio...al punto che la sera per tutto quel vento mi era anche venuto un leggere mal di testa.
Grazie mille.

[#93] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
In alcuni soggetti variazioni metereologiche possono causare problemi come il Suo, non è poi così raro, stia tranquilla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#94] dopo  
Utente 318XXX

All'improvviso, all'età di 33 anni?
E perchè sempre nel momento in cui mi sdraio e mi volto da sdraiata o mi rialzo?
Comunque ho notato una cosa: sia l'altra volta che questa volta, le vertigini sono sempre accompagnate e vengono preceduto da un dolore allo sternocleidomastoideo.

[#95] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Saranno vertigini di origine cervicale.
Dr. Antonio Ferraloro

[#96] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

il mio valore di vitamina d è insufficiente, e leggevo che chi ha la vitamina d carente è predisposto per la SM.
Ora anche le vertigini, ecco perchè sono molto ansiosa. La risonanza magnetica l'ho eseguita il 6 maggio, è possibile che sia cambiato qualcosa dato che sono passati 2 mesi?
Cosa ne pensa?

[#97] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Tranquilla, le vertigini da SM sono diverse e poi con RM effettuata a maggio.......
Vada al mare e si penda il sole......importante per la vit. D

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#98] dopo  
Utente 318XXX

Come faccio a distinguere la vertigine posizionale benigna dalla vertigine posizione centrale? Leggevo che anche in quella centrale si trovano gli stessi sintomi di quella benigna.

[#99] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è Lei che deve fare una diagnosi differenziale, ha fatto la visita otorino e lo specialista Le ha parlato di vertigine posizionale benigna, e allora stia serena...e legga meno...

Dr. Antonio Ferraloro

[#100] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
le spiego il motivo della mia preoccupazione. E' vero, sono stata dall'otorino, ma quest'ultimo mi ha eseguito solo una prova tonale e un esame impedenzometrico. Non mi ha eseguito l'esame vestibolare, perchè secondo lui mi avrebbe inutilmente provocato delle vertigini ( quando ho eseguito la visita, riferivo un miglioramento delle vertigini, erano quasi sparite ). Allora, mi chiedo in che modo abbia potuto diagnosticare la vertigine posizionale benigna. Inoltre l'otorino mi riferiva che quando le vertigini sono violente è sempre buon segno, ma io gli dicevo che le mie non sono affatto violente, anzi...e allora mi ha risposto che non tutte sono uguali.
E' vero, le vertigini le sento quando mi corico, quando volto il capo a destra o a sinistra e quando mi rialzo, ma anche le vertigini posizionali centrali possono arrivare allo stesso modo, per via del liquido nel liquor che viene sollecitato nel momento in cui muovo il capo. Esatto?
Ciò che mi preoccupa è che non ha eseguito nessuna manovra per verificare il nistagno. Inoltre se si trattasse della vertigine posizionale benigna, non dovrei avvertire le vertigini ogni volta che mi corico, che mi rialzo e che volto il capo da distesa? Mentre a me non vengono sempre quando compio gli stessi movimenti che le dovrebbero provocare. Quindi come faccio a stare tranquilla ed essere sicura che non si tratti di vertigini posizionali centrali? Le mie vertigini sono lievi e non violente. Durano qualche secondo. Le sento quando mi corico ( non sempre ), quando mi volto a destra o a sinistra ( non sempre ) e quando mi rialzo ( non sempre ). Sembravano passate, poi sono ritornate, e ammetto in un momento di ansia. Le vertigini posizionali centrali hanno altri sintomi, come facciamo ad escluderle completamente? Non ho disfagia, diplopia o altre cose del genere. Ma c'è una spiegazione che le possa completamente eliminare dalle ipotesi? Per favore mi risponda in base alla Sua esperienza, altrimenti non starò tranquilla e se davvero le mie sono causate dall'ansia, peggiorerò la situazione. La ringrazio enormemente.
Ps: vitamina D e Ferro sono molto bassi.

[#101] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

la prego di rispondermi all'ultima email.
Grazie mille.

[#102] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Tutte le risposte le trova negli ultimi post, non si faccia prendere da paure immotivate.
Dr. Antonio Ferraloro

[#103] dopo  
Utente 318XXX

La ringrazio della risposta. Quindi dovrei non preoccuparmi e non pensarci più...convincermi che la mia è una vertigine posizionale benigna...se fosse centrale sarebbero molto evidenti i segnali neurologici? Intendo dire, io avvertirei altri sintomi?
ps: ho ritirato le analisi, e per la prima volta il valore del PDW, mi è risultato 16,3 mentre i valori di riferimento sono tra 8,5 e 14,7. Il resto dell'emocromo è ok. Cosa ne pensa?

[#104] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
questo lieve spostamento, peraltro anche isolato, non è da considerare significativo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#105] dopo  
Utente 318XXX

Ok. Mi potrebbe dire in che modo ha escluso la vertigine posizione centrale a priori?
Mi potrebbe dire un sintomo che non sarebbe mancato se si fosse trattato proprio di questa?
Ciò che mi preoccupa è che è posizionale..come la mia...e lieve..come la mia.
Mi aiuti a capire per favore. Oggi per esempio, erano molto molto lievi...duravano un millesimo di secondo...voltavo il capo a sinistra da sdraiata, e sentivo un leggero sbandamento ( tipo quando si è ubriachi )...lo stesso quando mi sono rialzata...

[#106] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non ho escluso nulla, on line non si può escludere nulla!
Solo che dalla Sua descrizione, dalle visite effettuate e dalla RM negativa le ipotesi più probabili sono quella posizionale, quella cervicale e quella ansiosa.
Dr. Antonio Ferraloro

[#107] dopo  
Utente 318XXX

Anche se la risonanza risale a oltre due mesi fa? Ancora prima di avere le vertigini?

[#108] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E' sempre attendibile.
Dr. Antonio Ferraloro

[#109] dopo  
Utente 318XXX

Quindi queste vertigini che vanno e vengono e sono da lievi a molto lievi sono benigine? Non mi devo preoccupare? Se non dovessero benigne da cosa me ne accorgere? Cioè cos'altro le avrei dovuto dire per farle pensare che sono centrali?

[#110] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Queste domande sono già un sintomo di disturbo d'ansia, sintomo che va curato in maniera globale mediante visita psichiatrica (non ricordo se l'ha fatta).
Pensa che possa rispondere per accentuare il Suo problema ansioso?
Adesso si rivolga allo specialista di competenza, non perda altro tempo, mi ascolti. On line non riuscirà mai a risolvere il problema, anzi potrebbe aggravarlo.

Dr. Antonio Ferraloro

[#111] dopo  
Utente 318XXX

Lo psichiatra non mi ha aiutata per nulla..parlano parlano...ipotizzano...
Mi sono sentita anche col neurologo che mi ha visitata per lo scotoma scintillante, anche lui parla di ansia...In realtà ciò che vorrei io, è capire.
Capire perchè queste lievi vertigini, e il fatto che siano lievi mi preoccupa, mi vengono solo quando mi sdraio e volto il capo a sinistra?
Ci sarà una spiegazione pratica, no? Come facciamo a dire che è ansia?E come facciamo ad escludere la vertigine centrale? Mi risponda solo a queste domande e non la disturberò più. Per favore. Se lei non mi risponde per non farmi preoccupare, io penso di tutto e sto peggio. Mentre voglio capire bene. La ringrazio ancora.

[#112] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Cara Signora,

rassicurazioni in questo consulto ne ha avuto anche troppe (basta leggere le risposte) ma non sono servite a nulla, in ogni caso me lo aspettavo, fa parte della sintomatologia ansiosa. Se Le rispondessi tutte le volte non farei il Suo bene, l'ansia sta diventando ossessione.
Se non si è trovata bene con uno psichiatra ne consulti un altro, deve risolvere il problema, ne va della Sua qualità della vita.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#113] dopo  
Utente 318XXX

L'ansia fa venire le vertigini, seppure lievi e di qualche secondo?

[#114] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

notavo nelle risposte che dà ai pazienti, una reale pazienza e tolleranza. Ho letto le risposte degli altri post. In una in particolare, leggevo che per escludere la SM, oltre alle risonanza all'encefalo, bisognerebbe farla anche al midollo spinale. Quindi quella che ho eseguito io è incompleta e non posso escludere ancora nulla. Esatto?

[#115] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Riguardo la SM il protocollo corretto è la RM encefalica e del midollo spinale ma ritengo che Lei non abbia sintomi sospetti per tale patologia.
Dr. Antonio Ferraloro

[#116] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dottore,

credo che le vertigini posizionali centrali, se tali fossero, le sentirei anche in piedi, esatto? E non durerebbero un paio di secondi..o sbaglio? Mentre io le sento sempre da sdraiata o quando mi rialzo...in piedi mai. Questo mi può bastare per convincermi che sono periferiche?

[#117] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
potrebbe rispondermi a questa domanda: ''credo che le vertigini posizionali centrali, se tali fossero, le sentirei anche in piedi, esatto? E non durerebbero un paio di secondi..o sbaglio? Mentre io le sento sempre da sdraiata o quando mi rialzo...in piedi mai. Questo mi può bastare per convincermi che sono periferiche? ''

Inoltre volevo chiederle se domani la posso aggiornare di ciò che mi dirà l'otorino, in quanto sto nuovamente andando per un altro controllo che mi farà stare più serena.

Mi scusi se la disturbo, ma lei riesce a tranquillizzarmi molto e mi fido di lei, e come potrà immaginare, di medici bravi è così vuoto il mondo.

Grazie ancora.

[#118] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
<<dalla Sua descrizione, dalle visite effettuate e dalla RM negativa le ipotesi più probabili sono quella posizionale, quella cervicale e quella ansiosa.>>
Questa riposta l'ha avuta alcuni giorni fa, vede che fa sempre le stesse domande nonostante abbia avuto già le risposte?
Una persona non ansiosa ed ipocondriaca non ci avrebbe più pensato.
Pensi a curare questo aspetto che è quello fondamentale, lasci stare visite ed esami e si rivolga allo psichiatra.

Dr. Antonio Ferraloro

[#119] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

vorrei raccontarle quanto mi è successo ieri.
Mentre ero in ufficio davanti al pc, sentivo l'occhio destro più stressato di quello sinistro, come se facessi molta difficoltà a leggere con il destro e la luce mi dava molto fastidio. Premetto che ho come la sensazione che dall'occhio destro vedo meno..eppure la visita dall'oculista l'ho eseguito 5 mesi fa..e mi ha detto che ci vedo bene..10 decimi. Ma questo risultato lo ha ottenuto senza ingrandirmi la pupilla. Infatti l'ultima volta che un altro oculista mi ingrandì la pupilla ed era circa 5 anni fa, notò che dall'occhio destro vedevo 10 decimi, mentre dall'occhio sinistro 11 decimi...quindi dall'occhio sinistro vedo molto meglio..e l'occhio destra si stressa. Ritornando a ieri: verso il pomeriggio, ho iniziato ad avvertire un dolore sordo parte alta della testa..sopra gli occhi...ed anche un pò sopra il collo...ed anche laterale...direi tutta la testa. Sentivo il collo rigido. Sono arrivata a casa con un dolore incredibilmente forte, che pulsava e non mi ha dato scampo per cenare...era fortissimo. Non ho preso nulla, nessuna medicina. Poi nel letto ho girato la testa a sinistra, ed ho avuto la sensazione che la testa mi girasse, ma tutto era fermo...una vertigine diversa, durata sempre qualche secondo. Eppure ieri, altre vertigini non ne avevo avute per nulla...ho avuto il dolore fortissimo per tutta la notte...e per tutta la notte intendo fino a mattina. Questa mattina, il dolore è scomparso quasi del tutto, ma ho avvertito nuovamente le vertigini lievi di sempre..che durano qualche secondo quando mi volto a destra o a sinistra...ma soprattutto a sinistra. La mia domanda è: queste vertigini che hanno accompagnato il mal di testa atroce sono sempre periferiche? Perchè sono riiniziate col mal di testa? E la vertigine diversa? Il mal di testa non è un sintomo neurologico che contraddistingue le vertigini posizionali centrali? Premetto che ieri era il mio secondo giorno di ciclo ed erano molti mesi che non avevo un mal di testa così forte. Per favore mi risponda quanto prima. Grazie mille.

[#120] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'attacco di cefalea potrebbe essere di tipo emicranico o di origine cervicale, ovviamente non è possibile stabilirlo da questa postazione. La breve vertigine, diversa dal solito, potrebbe assimilarsi alla cosiddetta vertigine emicranica, non rara a manifestarsi durante un attacco doloroso.
Ovviamente sono solo ipotesi a distanza da valutare con visita neurologica diretta qualora l'episodio dovesse ripetersi.

Dr. Antonio Ferraloro

[#121] dopo  
Utente 318XXX

Mi devo preoccupare?

[#122] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
No, stia tranquilla.
Dr. Antonio Ferraloro

[#123] dopo  
Utente 318XXX

Dovrò consultare il neurologo nel caso mi dovesse tornare l'emicrania con la vertigine diversa o solo la vertigine diversa?

[#124] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Mi riferivo all'episodio di emicrania.
Dr. Antonio Ferraloro

[#125] dopo  
Utente 318XXX

Eè possibile sia stato il ciclo? Cmq anche oggi lo avverto...cosa potrebbe essere?

[#126] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

sono stata nuovamente dall'otorino. Nuovamente non mi ha eseguito l'esame vestibolare. Mi ha detto di stare tranquilla e di non preoccuparmi. Per le vertigini lievi e di ''assestamento'' come le ha chiamate, mi ha dato delle pillole che si chiamano flugeral. Mi ha detto che per quanto riguarda l'emicrania, nel caso dovesse tornare, di dirlo al neurologo che saprà cosa prescrivermi in tal caso. Mi ha detto di prendere per 20 giorni queste pasticche e le prove vestibolari le avremmo fatte qualora avessi avuto ancora le vertigini. A me tutto ciò non sembra molto normale. Prima di assumere medicine, non bisognerebbe capire il perchè si stanno assumendo? Cosa ne pensa?

[#127] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

le veritigini pare siano scomparse da un giorno all'altro. Credo fosse anche una questione di troppa ansia. Non sto assumendo nulla, nessuna medicina. Sto facendo bene? La ringrazio.

[#128] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Il Suo problema è l'ansia, prima o poi deve fare la visita psichiatrica.
Dr. Antonio Ferraloro

[#129] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

avrei bisogno di un suo gentile parere circa una risonanza magnetica effettuata da mia madre alla RM COLONNA CERVICALE E RM COLONNA LOMBOSACRALE.

REFERTO:

MODERATE ALTERAZIONI SPONDILOSICHE PERISOMATICHE.
IN C3-C4 BULDING DISCALRE.
IN C4-C5 PROLASSO DISCALE POSTERIORE SIMEMTRICO.
IN C5-C6 DISCO-ATROSI CON GLOBALE PROLASSO DISCO-OSTEOFITOSICO A MAGGIOR ESPRESSIONE POSTERO LATERALE SN.
IN C6-C7 PROLASSO DISCALE POSTERIORE.
REGOLARE ALLINEAMENTO METAMERICO LOMBARE.
DISCO ATROSI IN L5-S1 CON PROTRUSIONE DISCALE POSTERO PARAMEDIANA DESTRA NELL'AMBITO DI UN PROLASSO DELL'ANULUS. CONCORRE MODICA OSTEOCONDROSI DEI RIPETTIVI PIATTI SOMATICI.
CONSERVATO IL CALIBRO DEL CANALE VERTEBRALE. NON EVIDENTI PATOLOGIE DEL MIDOLLO CERVICALE, DEL CONO MIDOLLARE E DELLA CAUDA.

Grazie mille della risposta. Un caro saluto.

[#130] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
alla RM dei tratti vertebrali esaminati sono state riscontrate delle discopatie con associati fenomeni artrosici. Adesso serve una valutazione specialistica per visionare le immagini ed eventualmente correlarle con la sintomatologia che manifesta la Mamma.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#131] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

ringrazio della risposta.
I sintomi che sente mia madre sono braccia che si addormentano soprattutto la notte, dolori alla schiena, alle gambe...come si può curare tutto ciò? E' un quadro grave?
Grazie ancora. Mia madre ha 51 anni. E per una vita ha sempre lavorato seduta, faceva la sarta.

[#132] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è un quadro grave, deve però rivolgersi allo specialista.
Dr. Antonio Ferraloro

[#133] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

avrei bisogno di ringraziarla di vero cuore per tutta la pazienza che ha avuto nel rispondere alle mie domande, anche se spesso potevano essere stupide e insistenti. Lei, con la sua calma e tranquillità mi ha molto aiutata e la ringrazio ancora molto. Le voglio augurare delle buone vacanze.
E le invierò un bel mazzo di fiori per dimostrarle la mia gratitudine.
Un caro saluto. Lucia

[#134] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora Lucia,
La ringrazio per le belle parole e ricambio gli auguri di buone vacanze per Lei e la Sua famiglia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#135] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

volevo profondamente ringraziarla per averci aiutato.
Tempo fa le scrissi di mio marito, che presentava la ferritina a 500..dalle ultime analisi 512.

Vorrei dirle che a distanza di un mese la ferritina è scesa come prima non mai...ovvero è arrivata a 412..mentre prima si aggirava sempre intorno alle 480-500. Ed anche le piastrine sono aumentate..sono a 131..contro le 120 costanti.
Ciò che desta la mia preoccupazione ora è che il pdw..di solito nella norma..questa volta è più alto..più alto di un punto e 7. Leggevo che il pdw alza nelle sindromi mieloproliferative. Vorrei un vostro gentile parere.
FERRITINA: 412 ( 28-365) - di solito intorno alle 500

Le scrivo i risultati dell'emocromo:

GLOBULI BIANCHI 6.1 (3.9-10.0)
NEUTROFILI 62.7 ( 37-75)
LINFOCITI 25.8 (19-48)
MONOCITI 8.4 (2.5-12.5)
EOSINOFILI 2.8 (0.5-7.0)
BASINOFILI 0.3 (0.0-2.0)
NEUTROFILI 3.8 (1.4-7.0)
LINFOCITI 1.6 ( 1.2-4.8)
MONOCITI 0.5 (0.1-1.2)
EOSINOFILI 0.2 (0.0-0.5)
BASOFILI 0.0 (0.0-0.2)

GLOBULI ROSSI 5.10 (3.90-5.90)
HGB 15.4 (12-18)
HCT 45.8 (36-52)
MCV 89.9 (80-96)
MCH 30.2 (27-34)
MCHC 33.5 ( 32-36)
RDW 12.6 (11.5-16.5)
PIASTRINE 131 (150-450) - SONO RIALZATE DA 120
MPV 9.2 (6.8-11.8)
PCT 0.120 ( 0.150-0.420) E' RIALZATO CONTRO I 0.098
PDW 19.7 (8 - 18) - E' SALITO per la prima volta

VES NELLA NORMA - TRANSAMINASI NELLA NORMA - LDH NELLA NORMA



La ringrazio infinitamente.

Cordiali Saluti

[#136] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
È chiaro che le analisi vanno fatte visionare globalmente al medico che segue Suo marito, il lieve aumento del PDW non ha significatività clinica.

Buona serata

Dr. Antonio Ferraloro

[#137] dopo  
Utente 318XXX

Gentilissimo Dott. Ferraloro,

Da circa diversi mesi, sentivo una piccola pallina nella zona laterocervicale..a cui non davo importanza, anche se tendevo spesso a cercarla..la mia osteopata mi ha detto di non preoccuparmi perchè un piccolo linfonodo..piccolo da non far spaventare..e di non preoccuparmi. Sono anche andata dal medico, che mi ha detto la stessa cosa.

Io, non contenta..perchè anche se piccoli i linfonodi possono avere delle caratteristiche diverse..questa mattina ho eseguito una ecografia al collo.

Ecco il risultato:

TIROIDE IN SEDE CON LOBI SIMMETRICI E NORMOECOGENI CON DIAMETRI DEL LOBO DESTRO CORRISPONDENTI A 12,0X12,8 E DIAMETRI DEL LOBO SINISTRO CORRISPONDENTI A 13,6X10,4MM.
ISTMO REGOLARE
TRACHEA IN ASSE
ASSENZA DI ALTERAZIONI DELLE PARATIROIDI
ASSENZA DI ALTERAZIONI DELLE GHIANDOLE SALIVARI MAGGIORI

PRESENZA A LIVELLO LATEROCERVICALE DI LINFOGHIANDOLE DI TIPO REATTIVO DI CUI LA DOMINANTE TROVASIA A LIVELLO LATEROCERVICALE DESTRO CON DIAMETRO TRASVERSO CORRISPONDENTE A 19,2MM.

Colui che mi ha effettuato l'ecografia mi ha detto di non preoccuparmi, che tutti abbiamo questi linfonodi e di stare tranquilla, e che il dolore cervicale, la malocclusione mandibolare ( di cui soffro ), può far gonfiare i linfonodi. E che li sento..perchè sono magra.

Rimane il fatto che vorrei un suo parere...è vero che i linfonodi reattivi non sono preoccupanti?
Prima che divengano patologici, non sono prima di tutto reattivi?
E' vero che una distorsione cervicale di un anno prima, la malocclusione mandibolare, o tenere appeso il manico della borsa..può far infiammare i linfonodi della zona laterocervicale?
I linfonodi presenti alla zona laterocervicale..possono presentarsi per quali altri motivi? Intendo gravi.

Mi scusi..ma tengo al suo parere.
Grazie infinitamente

[#138] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

un linfonodo si definisce reattivo quando s'infiamma in seguito a condizioni infettive e/o traumatiche, quando è singolo si tratta generalmente di problemi di entità non grave. Un singolo piccolo linfonodo reattivo laterocervicale in genere è causato da problematiche di organi vicini, spesso in relazione a disturbi dentari o processi infettivi alla gola o all'orecchio. Mi sentirei di tranquillizzarLa dopo la valutazione che hanno fatto l'ecografista ed il medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#139] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

quindi ad ogni modo, i piccoli linfonodi laterocervicali non sono mai spia di qualcos'altro?

Per traumatico intende anche una forte cervicale o distorsione cervicale?
Leggevo, che i linfonodi prima di diventare patologici, passano prima allo stadio reattivo, quindi questo vuol dire che il mio potrebbe diventare patologico?

[#140] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,
mi spiace davvero disturbarla nuovamente, ma mi creda non so a chi rivolgermi che sia realmente competente, considerato anche i tempi che corrono e le esperienze che ho avuto. Non positive.

Volevo raccontarle ciò che mi è successo l'anno scorso.
Giocando e scherzando con mio marito, mi ha presa in braccio e nel poggiarmi giù, poggiai con forza parte della zona delle costole ( parte sinistra ) sulla sua spalla. Lì per lì avvertii solo dolore..non molto..ma fastidioso.
Il giorno dopo mi faceva male..quindi andai da un medico che mi consigliò di fare l'ecografia alla milza..nel caso, con l'urto, l'avrei danneggiata.
Dall'ecografia tutto risultò nella norma. Sta di fatto, che dopo un pò di tempo...inizia a sentire vicino alla costola, proprio sulla costola finale...una pallina piana mobile...ma non tipo linfonodo...tipo pallina schiacciata di un paio di cm..che nel toccarla..mi faceva senso...e il giorno dopo avvertivo dolore.
Ieri, mentre mi facevo la doccia, la mano è passata proprio in quella zona e mi sono ricordata della pallina, che ancora avverto..l'ho toccata...e mi è parso anche di sentirne due..ma non ne sono sicura...sta di fatto che oggi sento dolore proprio in quel punto...più o meno il dolore che avvertì quando presi la botta...
Volevo capire, se questa pallina...è venuta fuori dalla botta...se è possibile che si sia formata dopo quel trauma, se è pericolosa, perchè fa male se il giorno prima la tocco...e se lo sforzo degli addominali..perchè quando è successo il discorso della botta...praticavo ogni giorno addominali, può averla creata.

Sono in pena per questa cosa...per favore, mi dica cosa può essere.
ps: dopo qualche mese dalla botta, eseguì una eco addome...che risultò nella norma...ma forse avrei dovuto eseguire una eco alle costole?

Non so cosa pensare. Mi faccia sapere.
Grazie mille e buona serata.

[#141] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
questa condizione esula dal campo neurologico, dovrebbe chiedere al Suo medico curante che ha la possibilità di visitarla. Da questa postazione, peraltro in una specializzazione non pertinente, non possiamo dirLe nulla.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#142] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

in questi giorni ho tensione al collo..e mi sono capitati in questi giorni 2 episodi di pressione zona cervelletto..interna...cosa potrebbe essere?
La ringrazio molto.

[#143] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'ipotesi statisticamente più probabile è una contrattura dei muscoli cervicali, se dovesse persistere si rivolga al medico curante.
Dr. Antonio Ferraloro

[#144] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

soffro anche di bruxismo...e questa cosa lo avvertita per qualche secondo...non ho mal di testa...nausea o altro...

Credo si ricorderà, a maggio ho eseguito una risonanza magnetica...e tutto risultò nella norma...volevo solo sapere se posso escludere cose gravi...

La ringrazio ancora.

[#145] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Penso proprio di sì, sempre con i famosi limiti del consulto a distanza.
Dr. Antonio Ferraloro

[#146] dopo  
Utente 318XXX

Anche perchè pensa sia possibile che nel giro di un paio di mesi si possa formare qualcosa in testa? Avrei altri sintomi no?

In questi giorni tra l'altro sono stata anche molto di più di fronte alla luce dello scherzo del pc...

In pratica...posso stare tranquilla?

[#147] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, stia tranquilla.
Dr. Antonio Ferraloro

[#148] dopo  
Utente 318XXX

Grazie mille!

[#149] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

questa notte mentre dormivo mi è capitata una cosa strana, che ho ricordato solo durante la giornata, quando una persona mentre parlava con me ha nominato il termine ''tremare''...praticamente questa notte, mentre dormivo e stavo anche sognando...ho sentito il palmo delle mie mani tremare..ma più che tremare vibrava...cioè ho sognato che avevo toccato qualcosa che vibrava e poi anche le mie mani vibravano...mi chiedo se le mie mani stessero vibrando davvero, o se nel segno tutto ci sembra reale...ad ogni modo era fastidioso..

Grazie mille della gentile risposta e le auguro buone feste.

[#150] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

questa sensazione può succedere spesso nel sogno e non ha nulla di patologico, stia tranquilla.

Buone feste anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#151] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

la ringrazio della cortese risposta.

Un'altra cosa...quando sono davanti al pc..quindi la luce intensa soprattutto su sfondo bianco..vedo una piccola luce...se così posso definirla..o piccola linea o puntino ..che poi tende a scendere se la seguo con lo sguardo..la stessa cosa capita quando guardo il cielo ed è luminoso..comunque sempre su sfondo chiaro...



Volevo un suo parere..
Lucia

[#152] dopo  
Utente 318XXX

Gentile Dott. Ferraloro,

una mia amica in seguito ad uno scotoma scintillante, un lieve capogiro e abbassamento della vista, è stata ricoverata. Dalla risonanza magnetica c'erano diverse microischemie..la signora ha 50 anni..ed in seguito ad altri accertamenti hanno scoperto che ha il forame ovale pervio. Mi chiedo, dato che io l'anno scorso ho avuto l'episodio di scotoma scintillante, e poi abbiamo eseguito la risonanza che risultò negativa. Come faccio ad escludere che anche per me non si sia trattato dello stesso problema? In qualche modo, la risonanza avrebbe potuto fornirci di qualche dettaglio nel caso lo scotoma era stato collegato al fop?

La ringrazio tanto, ma questa notizia mi ha gettato nell'ansia.

Grazie mille.

[#153] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Si tranquillizzi, la RM encefalica con esito negativo non fa pensare ad una pervieta' del forame ovale, alla Sua amica sono state riscontrate delle microischemie, in ogni caso ogni soggetto è diverso da un altro.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#154] dopo  
Utente 318XXX

Quindi qualora avessi il forame, qualche indizio la risonanza lo avrebbe dato esatto?

[#155] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Spesso si rilevano delle microischemie cerebrali. Le ricordo che il forame ovale pervio spesso non causa alcuna sintomatologia. Non si "fissi" anche su questo....
Dr. Antonio Ferraloro

[#156] dopo  
Utente 318XXX

E allora lo scotoma perchè viene provocato dal fop? Se lo scotoma c'è qualche traccia non la lascia?

[#157] dopo  
Utente 318XXX

In conclusione, dati tutti i dati che ha di me...lei pensa che io possa avere il fop?

[#158] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Un FOP o PFO è stato riscontrato in circa il 25-30% della popolazione e la maggioranza è asintomatico.
In base alla storia che ha raccontato, per il Suo caso non ci sono elementi che lo possano fare sospettare. Poi che Lei, come me, faccia parte del 25-30% di positivi è un fattore insignificante essendo asintomatico.
Uno scotoma non lascia traccia e non ha alcun significato patologico con RM nella norma.
Curi il Suo disturbo d'ansia.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#159] dopo  
Utente 318XXX

La ringrazio. E' sempre molto gentile ed esauriente.


Un'altra cosa...quando sono davanti al pc..quindi la luce intensa soprattutto su sfondo bianco..vedo una piccola luce...se così posso definirla..o piccola linea o puntino ..che poi tende a scendere se la seguo con lo sguardo..la stessa cosa capita quando guardo il cielo ed è luminoso..comunque sempre su sfondo chiaro...



Volevo un suo parere.
Buona serata.