Utente
Buongiorno
Avrei bisogno di un Vostro secondo parere..mio fratello Claudio, 15 anni, è in cura da un anno con Tegretol (lo assume 2 volte al giorno: alle ore 7.30 prima di recarsi a scuola (lo assume a stomaco vuoto), ore 19.30 prima di cena) per delle assenze del lobo temporale insorte con vomito improvviso (quasi a getto), farfugliamenti di parole insensate durante la crisi e forte sonno a seguito della crisi.
Queste crisi si presentavano dapprima in maniera sporadica, poi anche in numero di 2-3 al giorno..il che ha spinto i miei genitori a rivolgersi ad un Neuropsichiatra infantile.
L’ EEG eseguito circa un mese fa è risultato assolutamente nella norma.
Claudio frequenta il Liceo Classico (quinta Ginnasio). E’ un ragazzino diligente, abbastanza studioso, intelligente, abbastanza socievole , simpatico, talvolta irascibile e permaloso, riflessivo, non particolarmente timido,
Dall’anno scorso , quasi ogni mattina, quando si sveglia per andare a scuola in autobus, presenta dei forti mal di pancia, flatulenza, nausea, vomito, borborigmi e, spesso, necessità quasi impellente di scaricarsi (ciononostante non ha mai perso un giorno di scuola per questo motivo).
Premetto questo: siamo una “famiglia di ansiosi”…
Il “disturbo” si protrae talvolta per la prima ora di lezione (costringendo Claudio a recarsi al bagno per vomitare…), altre volte il malessere prosegue fino all’intervallo…spesso la mamma lo accompagna a scuola in auto (dovendosi talvolta fermare a causa del vomito).
Dopo il vomito o l’emissione di aria, Claudio riferisce di sentirsi meglio, ma non benissimo.
Questo disturbo insorge non solo nei giorni di scuola, ma, spesso, anche la domenica.. oppure in giornate di scuola poco impegnative (per esempio gite scolastiche, giornate di teatro..) … l’anno scorso è successo che non si sentisse bene a Natale (avevamo molti parenti a pranzo da noi…e Claudio diceva di essere, per questo, agitato..).
Il Neuropsichiatra da cui è in cura gli ha consigliato di anticipare il Tegretol (prima lo assumeva alle ore 23.00) per evitare sovrapposizioni con la dose del mattino…dopo settimane ..la situazione è rimasta tale e quale.
Gli ha consigliato, inoltre, di eseguire i test per la celiachia: negativi (non si spiegherebbe, secondo me, come mai in estate Claudio sta bene…)
Esclude l’ansia in quanto afferma che, secondo lui, Claudio è un ragazzino sereno.
Ipotizzando un disturbo del sonno, gli ha, infine, consigliato di assumere 3 mg di Melatonina prima di coricarsi la sera….la sta assumendo da circa 2 settimane, ma la situazione è rimasta invariata…

Quale è il Suo parere, se mi posso permettere di chiederLe?
La ringrazio di cuore
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Un EEG standard negativo riveste uno scarso significato.

Sembra altrettanto chiaro come il trattamento con Tegretol non sia completamente efficace persistendo le crisi.

Gli episodi mattutini potrebbero essere degli equivalenti epilettici ovvero effetti collaterali da farmaco o ancora ansia con disturbi somatoformi (immagino che anche suo fratello faccia parte della "famiglia di ansiosi" della quale parla e che verosimilmente sia al "centro dell'attenzione" in famiglia).

A 15 anni ritengo possa essere sottoposto agli esami più indicati quali:
-un EEG dinamico delle 24 ore,
-una RM encefalo,

e verosimilmente un "secondo parere neurologico" valutati i risultati sino ad ora ottenuti.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per il Suo parere!
Cordialità

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Grazie a Lei anche a nome di Medicitalia
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it