Utente
Buonasera, le scrivo in quanto mia madre (50 anni ) questa sera ha avuto una crisi epilettica ( solitamente con episodi di assenza).
Oggi e qualche altra volta invece con fase tonico clonica a mio parere leggera.
L'abbiamo distesa in posizione laterale con un cuscino sotto la testa e senza toccare lingua ecc.

Mia madre è in cura a Treviso ed al momento prende Tegretol 200+400.
Esame obbiettivo di questa sera è stato:
A di AVPU, ABC ispettivo refolare, ventila bilateralmente, non rumor polmonari patologici, toni cardiaci validdi, ritmici, addome trattabile e non dolente, peristalsi presente, non morsus.
Le analisi del sangue sono tutte sotto norma a parte carbomazepina Valore 5,8 ug/mL 8,0 riferimento:12,0.
ECG nei limiti.
TAC già effettuata anni fa e nella norma.

Domanda: siccome è stata poco tempo fa dal primario il quale le aveva aumentato la quantità di tegretol, è normale si ripresenti l'attacco?
Inoltre lei è una persona molto ansiosa ed oggi aveva passato una giornata un pò pesante, può questo influenzare ? Se si quali potrebbero essere i rimedi?
Passa inoltre del tempo a rilassarsi con il cellulare, il tablet ... possono questi scaturire una crisi? nonostante lei sia ovviamente piu rilassata durante questi momenti?

Cosa possiamo fare perchè una crisi del genere non si ripresenti?
Conosce dei centri realmente validi per questo problema? è risolvibile completamente?
Grazie mille

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

esistono molteplici forme di epilessie, la Mamma ha una diagnosi precisa di tipo?
Per quanto riguarda la terapia, mi pare che sia sottodosata considerato il valore basso della carbamazepina nel sangue.
Lo stress può essere un fattore favorente le crisi, tablet e cellulare lo escluderei a meno che non venga investita da flash ripetuti.
Il neurologo che La segue è un epilettologo, cioè si interessa prevalentemente di epilessie?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La tipologia è : temporale.
L'ex primario Bardin è ex primario neurologo di treviso e si occupa prevalentemente di questo.
E' normale che prendendo sempre questo dosaggio di farmaco mia mamma possa stare anche mesi senza attacchi e di colpo il valore vari?
Perchè a lei sembra finito l'attacco di tornare più sveglia e meno stanca di prima.
Quali sono inoltre i fattori che fanno variare il dosaggio di carbamazepina nel sangue?

Le chiedo inoltre quale è la pressione ottimale per un soggetto di 22 anni (60kg).

Grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dovrebbe fare vedere gli esami al neurologo.
I fattori che influenzano i livelli plasmatici degli antiepilettici sono molteplici e vanno da deficit di assorbimento ad aumentata eliminazione, ad interazione con altri farmaci, ecc.
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno, mi scuso per il disturbo ma volevo chiederle un'ultima informazione.
Siccome mia mamma sta entrando nella fase di pre-menopausa questo può essere uno dei fattori scatenanti per questa crisi e per i valori bassi di carbamazepina?
In menopausa si potrà avere un miglioramento?

Ha iniziato inoltre a prendere 400+400 mg di tegretol ma, a distanza di 1 giorno dall'assunzione ha avuto ancora 2 crisi ma di sola assenza di qualche secondo(senza perdere conoscenza).

Quanto ci vuole perchè il valore torni normale dal primo aumento di dose del farmaco poichè prende anche mezza pastiglia di lobivon da 5mg?
Questa mattina inoltre aveva di pressione 165/90 con un peso di 85kg.
Può la pressione alta essere un altro fattore scatenante?

Ed è normale che durante la crisi le sia scesa la pressione?
Grazie

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La premenopausa non rappresenta un fattore di rischio per epilessia, né la pressione alta (una riduzione durante la crisi è possibile), i bassi livelli plasmatici della carbamazepina invece sì. Per raggiungere un livello stazionario del farmaco nel sangue necessitano 7-10 giorni almeno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro