Utente
Salve,mi chiamo Samuele quest'anno compirò 42 anni,a inizio anno ho perso mia madre per problemi al cuore ma,lei era ammalata di Sclerosi Multipla,malattia diagnostica nel 1997.Per quanto riguarda me,tutto è cominciato a metà gennaio 2016,ho cominciato ad avvertire dolori alla parte destra della testa e del viso,il medico curante ha diagnosticato una Nevralgia del Trigemino.Curata con Tegretol i dolori sono spariti ma,è rimasto un senso di intorpidimento,comunque lieve,nonostante questo ho fatto delle uscite in bicicletta e non ho provato particolari problemi,anzi,ho notato i miglioramenti classici dovuti al miglioramento della forma fisica.Purtroppo la prima settimana di marzo ho preso l'influenza,che è durata qualche giorno,passata quella ho notato che il senso di intorpidimento si presentava anche alla parte sinistra della faccia,senza però dolori.Ho consultato il medico curante che mi ha detto di non preoccuparmi e non mi ha dato nessuna cura.Il fastidio è rimasto ma senza dare nessun problema,non sento bisogno di riposare,ne sento stanchezza e ho perso un po' di peso ma,faccio comunque movimento.Settimana scorsa ho però sentito male ai polpacci,sembrava quando si subisce una contrattura,non me ne sono curato e martedì 13 marzo sono uscito di nuovo in bici,ho fatto 60 km senza avvertire grossi problemi,la sera ero un po' stanco ma niente di preoccupante ma,dopo aver dormito,il mercoledì mattina mi sono alzato con un senso di intorpidimento al polpaccio sinistro che arriva fino al ginocchio e colpisce il piede,dove sento anche dei fastidi come se mi toccassero i nervi (non riesco a spiegare il sintomo) ho parlato col dottore mi ha detto ancora che non è niente di ché e non mi ha dato cure.Stamattina però mi sono svegliato con un senso di bruciore diffuso sia sulla parte bassa della gamba sinistra che quella destra,e nella zona degli zigomi,soprattutto nella parte sinistra del viso,mentre all'orecchio sinistro sento una sensazione come di tappato.Non ho grossi dolori,ne problemi di movimento,non ho vertigini ne fatico a leggere e non ho grossi problemi di concentrazione,mangio normalmente e digerisco per ora abbastanza bene,sono però spaventato perché,visto i precedenti con mia madre,temo possa essere Sclerosi,non ho ancora fatto visite neurologiche,come disturbi cronici ho,l'intrappolamento del nervo ulnare,per cui sono in attesa di chiamata e un probabile intestino irritabile ora più gestibile,mi chiedo cosa possano essere questi problemi e se ci sono serie possibilità che sia Sclerosi.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Samuele,

si dovrebbe stabilire inizialmente se la sintomatologia descritta sia correlata ad una determinata condizione in comune o rappresenti problematiche separate, per es. una di origine lombosacrale o in generale limitata agli arti inferiori e una nevralgica per i disturbi del viso, come sembrerebbe dalla pronta risposta al tegretol.
Ovviamente questa valutazione non può essere fatta a distanza, per cui una visita neurologica è certamente indicata.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta,ieri ho sentito stanchezza agli arti inferiori,mi sono rivolto al medico curante che mi ha prescritto una cura a base di Polase per aumentare potassio e magnesio,nonostante questa stanchezza non ho notato difficoltà nel muovermi e in serata,ho avuto un impegno e non ho avuto problemi di sorta,anche se a tratti sentivo come delle punture nella gambe,anche il fastidio al volto si è fatto sentire molto meno,ammetto comunque di non avere una dieta alimentare molto varia,mangio carne e formaggi ma,assolutamente non mangio verdura,pasta e mangio pochissima frutta,ora vedo se con la cura prescritta ci sono dei miglioramenti,altrimenti prenoterò una visita neurologica,ammetto che dopo la morte di mia madre sono diventato molto più ansioso,al limite dell'ipocondriaco.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Samuele,

è normale la Sua reazione ansiosa in seguito ai brutti avvenimenti accaduti, infatti anche un eventuale disturbo psicosomatico sarebbe da prendere in considerazione, ovviamente dopo avere escluso problematiche di natura organica.

Cordialmente Le auguro buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Stamattina non ho sentito bruciore agli arti inferiori,li sento ancora stanchi e pesanti e sento indolenziti i quadricipiti,però nessun bruciore e anche il bruciore al viso e inferiore a ieri,devo dire che però dopo la cura di Tegretol non ho più assunto farmaci,nemmeno la tachipirina,intanto continuo con la cura di potasio e magnesio,poi vedrò,la ringrazio per le risposte e le auguro un buon fine settimana.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona giornata.
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno,mi scuso se ancora la disturbo,ho notato che il bruciore agli arti inferiori è sparito,resta il senso di stanchezza che però,è stranamente,meno fastidioso mentre faccio movimento,ho però notato una cosa,sento ancora la sensazione di essere punto ma,questa sensazione aumenta se mi siedo,va detto che,capita spesso che,dopo le uscite in bici o dopo camminate anche non lunghissime,sento un dolore anche forte alla part alta della natica destra,o per meglio dire nella parte bassa della schiena,non è un dolore continuo e spesso non si fa sentire per giorni,se non faccio movimento non lo sento per giorni,però mi capita premendo di sentire fastidio,a sinistra non mi pare di sentire lo stesso problema,non penso però che incida sulla sensazione di punture visto che una volta seduto le sento in varie parti del corpo.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

potrebbero essere due problematiche distinte, una di tipo psicosomatico (punture di spillo in varie parti del corpo) e l'altra di origine lombosacrale. Ovviamente sono soltanto ipotesi a distanza che possono essere facilmente smentite.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro