Utente 393XXX
Buon pomeriggio,
Scrivo purtroppo per problemi oculari persistenti che mi stanno letteralmente rendendo la vita difficile da circa metà Gennaio. Ho già avuto tre visite oculistiche, senza che venisse di fatto notato nulla di strano.
Comincerò dal principio: verso metà Gennaio ho notato una forte sensibilità alla luce, al punto da trovare fastidiose le luci del traffico. Gli occhi bruciavano ed erano sempre Rossi, nello specifico attorno all'iride, seppure in maniera molto lieve gli occhi sembrano arrossarsi di continuo è in maniera proporzionale allo sforzo. La mattina son quasi bianchi, poi il rossore riprende. Inoltre a volte sento, soprattutto dietro l'occhio sinistro, un dolore retro bulbare. Entrambi gli occhi pizzicano e bruciano di frequente. Non c'è muco, solo un lievissimo stimolo a lacrimare, ma molto raramente. Verso metà Febbraio ho notato che la vista è leggermente dist
urbata. È come se la messa a fuoco non riuscisse mai perfettamente, vedo un impercettibile alone attorno alle lettere, mi è estremamente fastidioso segyire oggetti in movimento e difficile concentrarmi. È un disturbo lieve ma costante. Sono miope (4.00 e 4.25). E leggermente astigmatica. Ho gli occhi castani e mai avuti delicati!
Ho eseguito una RMN per paura della sclerosi multipla, negativa. Ho rifatto gli occhiali aggiungendo un 0.25 e 0.50 di astigmatismo, ma ho solo ottenuto delle immagini più nitide.
Continuo a sentire gli occhi sempre affaticati e spesso Rossi e pruriginosi.

Gli oculisti non hanno trovato nulla di strano. Solo una leggera secchezza che sto trattando con lacrime artificiali che comunque danno poco sollievo. Potrebbe esserci secondo loro una tendenza al mal di testa dovuto s una leggera deviazione del setto nasale, che peggiora le congestioni da raffreddore. Mi è stato dato Ofatamol, col solo risultato di lenire temporaneamente il rossore. E poi un cortisonico, che non ho più messo perché fa aumentare tremendamente la sensazione che l'occhio sinistro tiri. La pressione oculare è nella norma, non ci sono infezioni in corso, la RM è completamente negativa, la convergenza va bene, gli occhiali sono perfetti. Ma continuo ad avere questi disturbi invalidanti... Ho fatto le analisi del sangue ricercando carenze di minerali e di tutte le vitamine oltre che la funzionalità epatica (ho dei calcoli biliari di dimensioni irrisorie).
Mi è stato detto che i miei occhi potrebbero essere irritati da qualcosa. L'unica cosa strana che ho fatto è stato fare una stiratura chimica permanente dei capelli. Dopo una ventina di giorni sono apparsi i sintomi. Questi composti qualora fosse così mi rimarranno in testa finché l'effetto non sarà finito. Secondo l'oculista potrebbe essere una lieve forma allergica... Mi ha comunque rassicurato dicendo che la mia vista non è in pericolo. Per tranquillità mi ha detto di fare una OCT retinica ma non crede sia coinvolta. Tutte le strutture dell'occhio sono sane e perfette.
Che ne pensate?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
usa la pillola?

che lavoro fa?

mi copia i valori di

VES
TAS
PCR
FATTORE REUMATOIDE
C3
C4
ANA
ANTI ENA
Elettroforesi proteine
emocromo con formula


ha problemi con la Tiroide?
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 393XXX

Buongiorno, Dottore.
Ho 23 anni, ho un dottorato di ricerca in un laboratorio di Microbiologia (che però non tratta patogeni). Non uso (più) molto i videoterminali, ma prima ero un'utente abituale soprattutto di smartphone e computer portatili.
Non uso la pillola, ma sono affetta da PCOS, con cicli 'ballerini che arrivano in un intervallo variabile da 40 giorni a 2-3 mesi.

Attualmente provo un forte senso di nausea soprattutto nell'osservare oggetti in movimento, e la messa a fuoco è sempre leggermente disturbata, quasi come se non riuscisse perfettamente, sia su oggetti fissi che in movimento. Permane la fotofobia. Gli occhi sembrano arrossarsi senza un motivo apparente e 'pizzicare' in continuazione. Mi capita occasionalmente di sentire una sensazione simile ad un 'raschiamento'. Non sembra esserci presenza di muco di alcun tipo e la lacrimazione è sostanzialmente assente.

Le analisi sono tutte nella norma, le copio i valori richiesti (tutti nella norma!)

VES: 11
C3: 127 mg/dl
C4: 29 mg/dl
TAS: 25 U/ml
PCR: 0,88 mg/L
Fattore Reumatoide (Reuma Test): 3,76 U/ml
ANA Screening: Negativo
ANTI-ENA: Negativo


Elettroforesi sieroproteine:

Albumina 55,3%
Alfa1 3,4%
Alfa2 12,1%
Beta1 8,7%
Beta2 5,6%
Gamma 14,9%


Emocromo:

Globuli bianchi 7,7 10^3 mmc
Globuli rossi 4,55 10^6 mmc
Emoglobina 13,8 g/dl
Ematocrito 40 %
CEGM 30 picog
Volume Globulare 89 microcubo

Neutrofili 51,9%
Eosinofili 1,2%
Basofili 0,4%
Linfociti 39,7%
Monociti 6,8%
Piastrine 288 migl/mmc

Non soffro di tiroide (ho effettuato anche le analisi di TSH, FT3, FT4, anticorpi antitireoglobulina e antitireoperossidasi).

Ho anche effettuato un tampone nasale, positivo per S.aureus VRSA, eradicato con Levofloxacina 500 mg/giorno per 5 giorni. Dopo l'assunzione di questo antibiotico (tollerato malissimo, che si è tradotto in diarrea e vomito a profusione, bloccati solo con Plasil e Imodium) la vista si è fatta ancora più disturbata e la nausea è aumentata. Ho sospeso la terapia tre giorni fa ma subisco ancora questa forte nausea come effetto collaterale, debolezza visiva e senso di instabilità inclusi.

Ho effettuato i seguenti esami specialistici qualche tempo prima:
OCT, ERG, PEV. Tutti nella norma.
Un esame recente ha messo in luce una disepitelizzazione corneale (soprattutto all'occhio sinistro) evidenziata con fluoresceina e un occhio molto secco (al punto da essersi graffiato dopo l'applicazione degli elettrodi per l'ERG).
Mi è stata prescritta la seguente terapia:

- Lacrime artificiali lipidiche (XanterNet) almeno 3 volte al giorno
- Unguento oftalmico Eubetal Antibiotico (una applicazione la sera)
- Collirio repitelizziante Optive Plus 3 volte al giorno per due mesi

Ho una nuova visita fra una settimana, per valutare la risposta della cornea.

Il mio quesito è il seguente: può la sindrome dell'occhio secco disturbare la vista a tal punto, anche dopo l'applicazione delle lacrime? La fotofobia e il disturbo costante della messa a fuoco sono una conseguenza della continua abrasione/infiammazione (la seconda almeno in apparenza piuttosto lieve seppur costante) corneale? Il fatto che provi fastidio a osservare oggetti in movimento (ad esempio guardando la TV) è una conseguenza della messa a fuoco disturbata? Può questo disturbo avere una qualche altra origine che si sta trascurando/ignorando?

Sottolineo che la vista sembra essersi abbassata in generale, con una sensazione di perenne instabilità, e la cosa permane anche con l'occhio ben idratato dalle lacrime. L'unico effetto per ora ottenuto è evitare che si infiammi.

Ho in programma a breve anche una visita otorinolaringoiatrica per chiarire la natura di queste vertigini.

Cordiali saluti e grazie per l'ascolto!

[#3] dopo  
Utente 393XXX

Dimenticavo: Ho effettuato anche un tampone oculare (negativo) e ricerca delle IgG e delle IgM nei confronti dei patogeni più comuni degli occhi (Herpes Virus, Epstain-Barr Virus, Adenovirus, Cytomegalovirus, Toxoplasmosi, Brucellosi, Bartonellosi, Borreliosi), tutti negativi.
Ho valutato anche i livelli di Vitamina A ed E. Tutti nella norma.

[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
si la lacrimazione quando e’ ottimale migliora anche la funzione visiva.
Il suo e’ un caso molto interessante e mi manca l’osservazione clinica
questo mese in lombardia c’e’ lo screening gratuito per la sindrome dell’occhio secco non riesce a venire?

l’aspettiamo

CIOS centro italiano occhio secco
piazza della Repubblica, n. 21
20124 Milano
02 63611970
info@centroitalianoocchiosecco.it
www.centroitalianoocchiosecco.it
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#5] dopo  
Utente 393XXX

Gentile dottore,
La ringrazio della risposta e del suggerimento, non ero al corrente dell'esistenza del centro! Prenderò sicuramente in considerazione questa possibilità, non sono troppo lontana.

Colgo l'occasione per porle un'altra domanda.

L'ERG effettuato ha evidenziato una risposta fotopica nei limiti della normalità, con Amplitude Deviation di -1,8 e -1,4). Tuttavia la risposta scotopica ha una Amplitude Deviation di -3,1 e -3,3, registrata come di ampiezza ridotta).

Mi è stato detto che anche la seconda situazione seppur 'border line' può considerarsi normale in assenza di altri segni clinici.

Tuttavia, mi sorge un dubbio.

Questa particolare situazione è attribuibile all'occhio secco e ad uno stato di affaticamento oculare?

Potrebbe nascondere una eventuale patologia retinica latente sottostante priva di qualsiasi altro segno clinico, come la retinite pigmentosa? Sottolineo che ho appunto dei leggeri problemi nella percezione dei movimenti, che appaiono 'innaturali' e disturbanti da seguire e mi affatico molto di più a vedere in condizioni di luminosità inferiore.

Scusi per l'eventuale ingenuità, ma vorrei togliermi questo dubbio.

Cordiali saluti