Senso di pressione e dolore al tatto

Buongiorno,
da circa 3 settimane soffro di un fastidio strano alla testa mai avuto prima, un senso di pressione nella zona della tempia sinistra con relativo dolore interno al tatto, solo al tatto, anche quando mi sdraio e appoggio il lato sinistro sul cuscino sento dolore. Il dolore non è pulsante ma fisso e se tolgo l'appoggio o non tocco il dolore sparisce, lasciando solo quel senso di pressione e a volte un po' di formicolio. Questo riguarda solo il lato sinistro. in queste 3 settimane è stato quasi sempre presente, ci sono stati anche giorni in cui non me ne sono neanche accorto, e altri in cui è continuo. contemporaneamente provo dolori al collo (tipo torcicollo), e qualche leggero giramento di testa (che io attribuisco a debolezza dovuta alla cura appena fatta che qui di seguito riporto). Tutto è iniziato quando sono andato al pronto soccorso per forti dolori al torace, che tramite un rx e gli esami del sangue hanno evidenziato un inizio di polmonite, curata con antibiotici (10 giorni di levofloxacina e 3 giorni di ibuprofene). non so se centra qualcosa , ma questo fastidio è iniziato da quando ho iniziato con la cura, ora è una settimana che non prendo farmaci, ma il fastidio continua. Mi devo preoccupare ?
Ringrazio anticipatamente per una vostra gentile risposta e vi porgo cordiali saluti.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

esiste la possibilità che il problema derivi dalla colonna cervicale con correlata cefalea tensiva causata da contrattura dei muscoli pericranici di sinistra che si estrinseca con la dolorabilita' in seguito a pressione delle dita. Anche la sensazione di pressione interna che avverte potrebbe avere la medesima origine.
Tutto questo comunque resta solo un'ipotesi a distanza, per un parere diretto si rivolga prima al Suo medico curante e poi eventualmente ad un neurologo.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per la sua celere risposta, e ne approfitto per farle una seconda domanda, premesso che ora andrò dal mio medico di base e se necessario in seguito da un neurologo, ma se la diagnosi sarà la stessa, come credo, e cioè una problematica legata alla colonna cervicale, quale dovrebbe essere la terapia adeguata ?
La ringrazio ancora e la saluto.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
La terapia varia in funzione della precisa eventuale alterazione riscontrata in quanto dire ''problemi cervicali'' è molto generico e comprende varie condizioni che devono essere valutate con visita diretta ed eventuali esami diagnostici.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Provvederò agli eventuali accertamenti e per ora la ringrazio e al saluto.
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Di nulla, buona giornata!

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa