Utente 335XXX
Salve, ho 46 anni , a seguito di una visita neurologica per continui mal di testa mi è stata diagnosticata una cefalea tensiva. la cura è la seguente.
INDERAL mezza compressa mattina e sera
TRICORTIN 1000 fiale a giorni alterni
LIPOSON FORTE fiale a giorni alterni x 2 scatole
e in caso di cefalea DIFMETRE compresse effervescenti
Faccio uso di anticoncezionale.. ma i mal di testa li ho sempre avuti anche senza pillola.
Sono allergica agli antiinfiammatori (gladio)e l'allergologo mi ha consigliato di nion assumere aspirina e derivati
Ho iniziato la cura due giorni fa... e volevo un parere su DIFMETRE non è un antiinfiammatorio appartenente alla categoria di cui sono allergica?. IL dott. dice no ma il fg illustrativo secondo mia interpretazione dice si.
Gli attacchi di cefalea si presentano ogni 10 giorni circa
Certa in risposta saluto cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

dei tre principi attivi di cui è composto il farmaco in questione, l'indometacina fa parte dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) così come l'aceclofenac (gladio) anche se i due farmaci appartengono a due classi chimiche diverse, cioè uguali categorie e classi chimiche diverse.
Adesso non sappiamo se la Sua allergia si estrinsechi solo con la molecola di aceclofenac o si estenda ad altri FANS. Come si manifesta l'allergia?
Anche la prescrizione dell'inderal lascia qualche dubbio essendo questo farmaco maggiormente indicato per le forme emicraniche e meno per quelle tensive.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 335XXX

Salve dott, la ringrazio per la sua prontezza e disponibilità
L'allergia si è manifestata con vomito e capogiri dopo l'assunzione di Gladio.
Ho fatto prove allergiche ai medicinali... e mi è stato consigliato di non assumere precauzionalmente aspirina e derivati..Tollero invece Aulin e paracetamolo.Per quanto riguarda L Inderal mi è stato dato in caso di mal di testa forti nonostante la terapia preventiva... iniziata da due giorni e il farmacista mi ha sconsigliato di prendere inderal in caso di mal di testa ma di assumere tachipirina 1000. ( sostiene che potrebbe verificarsi un'allergia a incrocio)
La ringrazio e la saluto cordialmente

[#3] dopo  
Utente 335XXX

Gentilissimo dott.re c'è differenza fra emicrania e cefalea? .Ma nel mio caso la terapia è inadeguta'? Mi correggo il farmacista mi ha sconsigliato DIFMETRE ...( io avevo detto inderal)
Ma l 'inderal a che cosa serve perche inadeguato'? La ringrazio per la sua disponibilità e la saluto

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi pare che ci sia un po' di confusione in quanto l'inderal, un betabloccante, non è indicato per gli attacchi acuti di cefalea ma solo come prevenzione delle forme emicraniche, da assumere tutti i giorni e non in occasione dell'attacco acuto per stroncare il mal di testa.
<<.Per quanto riguarda L Inderal mi è stato dato in caso di mal di testa forti nonostante la terapia preventiva... >> forse voleva dire il difmetrè e non l'inderal.
Sull'utilizzo del paracetamolo, al posto del difmetrè, in caso di attacchi acuti mi trovo d'accordo col farmacista, considerato che è ben tollerato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
<<c'è differenza fra emicrania e cefalea?>> Per cefalea s'intende qualsiasi mal di testa, poi nell'ambito delle cefalee esistono innumerevoli forme tra cui quella tensiva (a Lei diagnosticata) e quella emicranica.
Tra queste due forme c'è differenza patogenetica (meccanismo con cui insorge) per cui anche la terapia sarà diversa.

Non capisco cosa vuol dire "escluso l'inderal" in quanto sarebbe proprio questo farmaco a dovere prevenire gli attacchi (emicranici) e quindi ad essere quello "curabile", non curano e non prevengono nulla invece gli antinfiammatori.
Non so se sono stato chiaro, mi faccia sapere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 335XXX

Lei é stato chiarissimo ho fatto io confusione, L' Inderal lo devo assumere tutti i giorni per tre mesi mezza compressa mattina e sera.
DIFMETRE invece lo devo usare in caso di attacco acuto e il farmacista me lo ha sconsigliato,Per quanto riguarda la diagnosi il neurologo ha definito Cefalea a componente mista ( tensiva) Ho iniziato la terapia da due giorni
Quando finirò le due scatole di tricortin e liposn forte a giorni alterni dovrò consulare il neurologo per stabilire come procedere.
Assumndo Linderal dovrei fare controlli cardiologici, secondo lei'?
Mi sono documentata e secondo la mia interpretazione ... potrebbe abbassare battiti cardiaci?
La saluto cordialmete e la ringrazio per la sua disponibilità

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Avevo capito che era stato confuso il farmaco, succede, stia tranquilla.

Personalmente quando prescrivo un betabloccante faccio effettuare preliminarmente un Elettrocardiogramma chiedendo il parere del cardiologo sul possibile utilizzo senza rischi ma ogni collega ha le proprie idee, certamente ugualmente corrette.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille , per la sua disponibilità . Potrei comunque fare un' elettrocardiogramma e chiedere un parere? giusto? anche se ho appena iniziato la terapia'? Quando ho fatto la visita il neurologo mi ha misurato la pressione e disse che era normale.
L'ultimo elettrocardiogramma l 'ho fatto un anno fa come controllo,
Che ne pensa se faccio elettrocardiogramma come controllo'?
Grazie mille per la sua disponibilità: La saluto

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Se l'ECG un anno fa era negativo ritengo che non ci siano problemi particolari ma se vuole, per sicurezza, nulla vieta effettuare un controllo facendo al cardiologo il quesito specifico dell'assunzione del betabloccante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille dott. Ferrarolo , anche il mio farmacista ha espresso il dubbio su Inderal ho appena fatto due giornio di Inderal, ( mezza compressa la mattina e mezza compressa la sera....) ,, che cosa mi consiglia
Io nel dubbio vorrei sospendere. l'inderal...e continuare solo con le inezioni di TRICORTIN 1000 E LIPOSOM FORTE,, esiste un metodo per sospendere L'nderal..
HO paura che questa terapia possa crearmi qualche problema...anche perchè mi sono documentata e l'inderal si da alle persone ipertese.
NON ho mai avuto problemi di pressione alta anzi al contrario... ne mai problemi cardiologici...anche se la dose giornaliera che mi è stata prescritta è minima.
So che lei non può darmi terapie , ma un consiglio su come procere ... ?
La ringrazio per la gentilezza e la saluto cordialmente.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
L'utilizzo del betabloccante non è limitato solo agli ipertesi e ai cardiopatici ma trova indicazione anche in alcune condizioni neurologiche, per es. tremore essenziale, alcune forme di cefalea, tachicardia di origine ansiosa.
Detto questo, dare a distanza un consiglio su come procedere non è eticamente corretto considerato che è stata da un neurologo che l'ha visitata e ha fatto diagnosi e terapia con elementi che noi on line non possiamo avere.
A parte un controllo ECG non posso dirLe di sospendere la terapia, sospensione che in ogni caso dopo due giorni e a basso dosaggio non causerebbe pproblemi.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 335XXX

Gentilissimo dott.re la ringrazio per la sua disponibilità farò ECG. e parlerò con il mio medico di base. La saluto cordialmente.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 335XXX

Grazie.mille

[#15] dopo  
Utente 335XXX

Salve gentilissimo dottore' tempo fa le chiesi un consiglio sulla cefalea diagnosticatami a seguito di visita neurolgica e sulla terapia prescrittami,. Ho fatto la cur su esposta sospendendo inderal ,,,, e quindi ho continuato con Liposom e tricortin a giorni alterni. Non ho trovato miglioramenti ne durante la cura e tanto meno dopo prendo difmetre compresse in caso di attacchi di cefalea,
facendo una ricerca su internet ho letto di un integratore Biocefhal per chi soffre di emicrania Gradirei un suo parere su questo integratore (ho sospeso anche la pillol anticoncezionale ma non è cambiato niente ).In attesa di una sua risposta sicuramente esaudiente la saluto cordialmente

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il preparato che indica è uno dei tanti integratori che viene utilizzato in alcuni casi di cefalea, soprattutto emicranica. Sulla sua efficacia non Le posso dire nulla non avendo esperienza diretta del prodotto in questione.
Ha sentito poi un secondo parere neurologico?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille per la sua disponibilitá, non ho ancora fatto un altro consulto neurologico '''' poichë secondo il neurologo che mi ha dato la terapia bisognava valutare l idea di cambiarla , qualora non ci fossero stati risultati. I risultati non si sono avuti ne durante ne dopo la terapia preventiva per tre mesi,(da premettere che lui mi aveva dato anche inderal ma che il medico di base mi fece subito sospendere in quanto mi causava problemi alla pressione ) Adesso sto valutando l idea di rivolgermi a un centro cefalee ma i tempi di attesa sono abbastanza lunghi ecco perche chiedevo del suindicato integratore nella attesa di un altro consulto.
La ringrazio per la sua gentilezza e la saluto cordialmente

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Può sempre rivolgersi al neurologo che La segue riferendo l'inefficacia della prima terapia ed impostarne un'altra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille dott.Ferraloro per la sua disponibilità.La soluzione sarebbe quella consigliatami da lei, ma purtroppo nel corso della terapia datami dal neurologo ho dovuto sospendere inderal sotto consiglio del mio medico di famiglia. e il neurologo non era d'accordo.Adesso direbbe che la terapia non è stata seguita come prescrittami . Sto in attesa di essere chiamata al centro cefalee. per altro consulto.Mi sorge un dubbio questi miei sintomi di cefalea... potrebbero essere causa di artrosi cervicale? visto che al movimento del collo si sente uno scricchiolio tipo sabbiolina... Come esami ho fatto RM DELL'ENCEFALO .CON DIAGNOSI . DEL TUTTO REGOLARE.
Ne parlerò col medico di base per vedere cosa mi consiglia in attesa della visita al centro cefalee, Ma mi piacerebbe avere anche un suo parere, anche se le diagnosi a distanza non si possono fare ma semplicemente se sto seguendo la strada giusta per arrivare ad una soluzione,
Ringraziandola per la sua generosità e gentilezza la saluto cordialmente.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le cefalee a partenza cervicale esistono e si sviluppano essenzialmente come cefalee di tipo tensivo o cefalee cervicogeniche.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille gentilissimo come sempre e soprattutto esaudiente.Cordiali saluti.

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla!

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 335XXX

Getilissimo dott, FERRALORO, avrei bisogno di un suo parere,
Come sopra descritto io soffro di cefalea. Ho deciso di rivolgermi al centro cefalee ma i tempi di attesa sono abbastanza lunghi,
Dal 25 marzo ad oggi 2 aprile ho avuto mal di testa cosi suddivisi
25 marzo mal di testa in questa occasione ho preso una compressa di DIFMETRE
26 marzo mal di testa :.( compressa di difmetre)
30 marzo mal di testa .( compressa difmetre)
2 aprile mal di testa ( compressa di difmetre)
IN questi giorni sto influenzata , per cui non saprei stabilire se i mal di testa sono dovuti all'influenza, o ai miei attacchi di cefalea.
Essendo allergica ad alcuni medicinali .. sto prendendo semplicemnte sciroppo per la tosse GRENTUSS .....e in caso di febbre tachipirina,
Volevo chiederle è eccessivo l 'uso che ho fatto di difmetrè per i l mal di testa, ?Posso continuare a prenderlo se i mal di testa dovessero ripetersi con intervalli cosi ravvicinati'
Difmetre è l unica compressa che mi fa passare la cefalea,
La ringrazio per la sua disponibilità e gentilezza e la saluto cordialmente augurandole una buona Pasqua

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se dovesse continuare ad assumere il farmaco con questa frequenza (quattro assunzioni in una settimana) rischia di cronicizzare la cefalea stessa, pertanto il numero di somministrazioni è certamente elevato.
Una terapia di prevenzione mi sembra s'imponga.
Quando ha la visita al centro cefalee?
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 335XXX

Gentilissimo dott. la visita al centro cefalee la farò quando mi chiamano sto in lista di attesa. Nel frattempo non so che fare il medico di base ha detto che i mal di testa sono dovuti all'influenza,, e quindi potevo anche prendere difmetre,,io non so che fare .NOn le nascondo che in questo preciso momento ho leggeri mal di testa (praticamente solo la fronte) e non so che fare,. Pensavo potesse essere sinusite;
Se non prendo difmetre potrei prendere Aulin o TAchipirina 1000, anche in questo caso rischio di cronicizzare la cefalea?
Tempo fa prendevo Sandomicran per prevenzione,,e mi so trovata bene , Me la diede lo, stesso neurologo che mi ha dato la suddetta prevenzione e con la quale non mi sono trovata bene.
Sarebbe azzardata riprenderla in attesa del centyro cefalee (sandomicran compresse) ,?
La ringrazio per la sua disponibilità e la saluto cordialmente:

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

anche gli altri farmaci menzionati possono cronicizzare la cefalea.
Se in passato il neurologo Le aveva prescritto il sandomigran con buoni risultati potrebbe assumerlo nuovamente dopo avere chiesto il parere al medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 335XXX

OK grazie mille consulterò il medico curante, e le faro sapere
Un ultimo consiglio ,,,Sandomigran le prendevo per prevenire l 'emicrania, adesso che sto con emicrania ,,,,, Mi toglierebbe anche il dolore? ,, o comunque dovrà essere accompagnato da antidolorifico?. Grazie mille , e tanti saluti,

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Il sandomigran non è un antidolorifico ma un farmaco di prevenzione per cui prima che sia efficace ha bisogno di un periodo di latenza che varia da un soggetto all'altro (da una settimana a circa 20 giorni mediamente), in questo periodo, in caso di attacco emicranico importante, può assumere l'antidolorifico, senza abusarne però.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 335XXX

Grazie , mille per la sua disponibilità, e gentilezza, colgo l'occasione per augurarle una buona Pasqua. e la saluto cordialmente.

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Buona Pasqua anche a Lei e buona giornata!

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille.

[#32] dopo  
Utente 335XXX

Salve dottore volevo aggiornarla sulla mia situazione inerente ai mal di testa. in quanto peggiorati e non risolvibili con antidolorifici .A settembre prossimo mi sottoporrò a una visita al centro cefalee dopo una lunga attesa
Nel frattempo il medico di famiglia mi ha prescritto una radiografia al cranio per escludere sinusite in quanto i mal di testa sono esclusivamente frontali
L esito è il seguente .
REGOLARE STRUTTURA DELLE OSSA DELLA VOLTA
CALCIFICAZIONE DELLA PIENALE
SELLA TURCICA REGOLARE PER FORMA E VOLUME
NON APPREZZABILI SEGNI DI IPERTENSIONE ENDOCRANICA
NORMALE AMPIEZZA E TRASPARENZA DELLE CAVITà PARANASALI
IPERTROFIA DEI TURBINATI
SI SEGNALA PROGENISMO
IN QUESTI CASI CHE SI FA? CHE SIGNIFICA CALCIFICAZIONE DELLA PIENALE?
Circa due anni fa feci RM ENCEFALO E LA DIAGNOSI FU REGOLARE
E' IL CASO DI RIPETERLA '?
Certa in una sua risposta esaudiente le porgo distinti saluti









C

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le consiglierei una visita presso uno gnatologo per valutare eventuali disfunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare, infatti in una piccola percentuale di casi una cefalea di questo tipo può essere indotta da queste problematiche, direi che nel Suo caso è un'opzione da tenere in conto.
Ripetere la RM encefalica? Questo lo deve decidere il medico che La segue.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille per la sua tempestività nel rispondermi.In attesa della visita al centro cefalee chi mi segue è il medico di famiglia il quale ha deciso per la radiografia , invece della RM.
Lunedi sottoporro l 'esito della radiografia al medico, che me l 'ha prescritta e le faro sapere come mi fara procedere.
La mia preoccupazione era per la calcificazione della pineale. ma visto che lei non l ha menzionata mi tranquillizza. Terrò conto del suo preziosissimo consiglio, e metterò in conto una visita da uno gnatologo.
La ringrazio e se le fa piacere la informerò sui controlli futuri
La saluto cordialmente

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il processo della calcificazione della pineale è fisiologico e aumenta con l'età, ovviamente le immagini dell'esame devono essere visionate direttamente dal medico per stabilire come procedere.
Ok, mi faccia sapere.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille per la sua disponibilità , e buon fine settimana anche a lei

[#37] dopo  
Utente 335XXX

Salve dott, ho seguito il suo consiglio . ho consultato lo gnatologo x emicrania ma esito negativo,
Ho consultato otorino.perche oltre al mal di testa ho avuto anche episodio di capogiro con vomito. L 'otorino mi ha sottoposto a un 'endoscopia nasale con esito negativo e un esame vestibolare sempre con esito negativo, Dovro eseguire la settimana prossima un esame audiometrico,
Intanto ho consultato un altro neurologo perché gli attacchi di emicrania sono aumentati e i tempi di attesa x il centro cefale a sono lunghi,
IL NEUROLOGO MI HA DIAGNOSTICATO UN'EMICRANIA SENZA AUREA E MI HA PRESCRITTO RM ANGIO DISTRETTO VASCOLARE INTRACRANICO E UNA RM ENCEFALO E TRONCO ENCEFALICO
LA SEGUENTE TERAPIA
TOPAMAX 25MG 1 CP AL MATTINO X 5 G DOPO DI CHE 1 CP AL MATTINO E UNA ALLA SERA X 2 MESI
IN CASO DI EMICRANIA MAXALT 10MG E DOPO 2 ORE SE NON DOVESSE PASSARE LA CRISI TACHICAF
AL PRIMO GIORNO DI TERAPIA HO AVUTO EMICRANIA DI SERA HO PRESO COMPRESSA CP DI MAXALT MA MI SONO ADDORMENTA, RISVEGLIANDOMI LA MATTINA COL MAL DI TESTA LEGGERO , HO PRESO UNA BUSTINA DI TACHICAF MA NIENTE IL MAL DI TESTA NON E PASSATO ,
QUESTO SUCCEDEVA ANCHE PRIMA CHE INIZIASSI LA TERAPIA ... PRATICAMENTE IL MAL DI TESTA MI DURA TRE GIORNI ANNCHE CON ANTINFIAMATORI.
QUANTI GIORNI DEVONO PASSARE X POTER STABILIRE SE LA TERAPIA VA BENE?
SONO PREOCCUPATA E MAI POSSIBILE CHE I MEDICINALI NON MI TOLGONO I MAL DI TESTA SE NO DOPO TRE GIORNI?
QUANTE VOLTE AL GIORNI SI POSSONO PRENDERE LE TACHICAF ?
IL DOTTORE DICE DI PAZIENTARE. SICURA IN UNA SUA RISPOSTA ESUDIENTE LA SALUTO E LA RINGRAZIO X LA SUA DISPONIBILITA


[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il topamax è indicato come terapia di prevenzione dell'emicrania, gli eventuali benefici possono vedersi dopo 20-30 giorni ma non è detto che questo dosaggio sia sufficiente. Spesso infatti sono necessari dosaggi più alti.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente 335XXX

Gentilissimo come sempre ,la ringrazio per la sua disponibilità , la mia preoccupazione è perché questi attacchi durano giorni nonostante i medicinali presi su indicati.
Ad oggi sono 3 giorni giorni di terapia con topamax ( pochi) e 3 giorni di emicrania nonostante maxalt, e bustine di tachicaf, il neurologo oggi i ha prescritto una fiala di bentelan in quanto altri antinfiammatori non posso prendere (rischio allergia), e mi ha detto di pazientare.
La ringrazio per la sua disponibilità e la informerò sull esito RM .. la saluto cordialmente augurandole un buon fine settimana

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, mi faccia sapere l'esito della RM, leggerò volentieri.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 335XXX

Sicuramente sara fatto volevo chiederle una cortesia so che lei non puo dare terapia, ma le volevo chiedere un consiglio sempre se può , Con la fiala di bentelan 2ml ( consigliatami dal neurologo ) l emicrania è leggermente diminuita, ma se dovesse continuare , nei prossimi giorni, vista l impossibilità di contattare il neurologo. durante il fine settimana. Cosa mi consiglia devo prendere bustina tachicaf ? x il dolore e per quanti giorni si possono prendere queste bustine ?
Certa in una sua risposta esaudiente la ringrazio e la saluto cordialmente.

[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questo tipo di risposte non possono essere date per il caso specifico.
In generale Le dico però che l'antidolorifico al bisogno è certamente indicato ma senza abusare perchè l'abuso, oltre a potere causare effetti nocivi, per es. gastrici ed epatici, è un fattore di cronicizzazione dell'emicrania.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 335XXX

Gentilissimo dott.re la ringrazio per la sua prontezza nel rispondermi esaudendo la mia domanda e seguiro il suo consiglio...cercando di non abusare troppo di antidolorifici....in quanto tossici ....Grazie mille e cordiali saluti

[#44] dopo  
Utente 335XXX

Salve gentilissimo dott,re le sottopongo RM ENCEFALO E TRONCO ENCEFALICO.- RM DEL DISTRETTO VASCOLARE INTRACRANICO
Non apprezzabili aree di alterata intensità e sede sovra e sottotentoriale
Sistema ventricolare regolare con III e IV ventricolo in asse
Regolari gli spazi liquorali pericerebrali. Le sequenze pesate in diffusione non mostrano restrizioni di segnale da riferire patologia ischemica.
Non evidenti spot emorragici nelle sequenze GRE-T2
Minimo ispessimento mucoso a livello di alcune cellette mastoidee di destra , cellette itmoidali bilateralmente e seno sfenoidale
Le sequenze angiografiche eseguite sul versante arterioso intracranico, non evidenziano definite alterazioni di calibro e decorso a livello dei principali rami arteriosi . né immagini da riferire a vasi neoformati e o anuurismi.
L'angio. RM venosa mostra asimmetria dei seni venosi per ridotto calibro dell'asse trasverso -sigmoideo di sinistra.
IN attesa di un suo riscontro le porgo distinti saluti saluti ringraziandole per la sua disponibilità

[#45] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ispessimento mucoso delle cellette etmoidali ecc..è di competenza otorino.
L'asimmetria dei seni venosi va valutata mediante visione diretta delle immagini, potendosi anche trattare di un fatto congenito.
Si rivolga direttamente ad un neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#46] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille per la sua tempestivistà lunedi ho appuntamento neurologo. poi contatterò anche otorino come mi consiglia lei.
Ma sono patologie preoccupanti ? (ISPESSIMENTO MUCOSO DELLE CELLETTE ETMOIDALI .... E ASIMMETRIA DEI SENI VENOSI ?) potrebbero essere causa delle mie emicranie?...
La ringrazio della sua gentilezza e disponibilità la saluto cordialmente.










[#47] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ispessimento mucoso delle cellette etmoidali etc...è un processo infiammatorio sinusitico.
L'asimmetria dei seni venosi va valutata direttamente, non è possibile esprimersi a distanza.
In generale non sono causa dell'emicrania.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille gentilissimo come sempre ., Se le patologie su indicate nella RM non causano l emicrania . potrebbe la sinusite evidenziata essere causa di dolori frontali che ho da circa una settimana nonostante la terapia con topamax da 25 g iniziata d a circa 10 giorni x emicrania ? : . Comunque la informerò sui controlli e terapie future .La saluto ringraziandole per la sua gentilezza e disponibilità

[#49] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Dolori in regione frontale possono anche essere causati da sinusite.
Dr. Antonio Ferraloro

[#50] dopo  
Utente 335XXX

Gentilissimo come sempre grazie mille ,cordiali saluti

[#51] dopo  
Utente 335XXX

Salve Gentilissimo dottore , sono stata dal neurologo , e mi ha detto che la RM era ok non c era nessun problema e di pazientare perché x valutare la terapia dovevo aspettare ancora un po':
Ad oggi 16 giorni di terapia ( 1cp 25mg al mattino , 1 cp 25mg la sera, Topamax) direi che la situazione emicrania procede benino rispetto ai primi giorni., nel senso che no ho avuto attacco emicrania negli ultimi 8 giorni:
Ho gonfiore allo stomaco , con fastidio e poco appetito, (effetti collaterali topamax?). IL neurologo è in ferie .e non lo posso rintracciare. IN questi casi che si fa? si abbandona la terapia o ci sarebbe bisogno di una protezione per lo stomaco? ( lansoprazolo ) . Ho letto su internet che la ranitidina non e consigliata in associazione con topamax in quanto potrebbe portare problemi oculari giusto? Perché il neurologo non ha accompagnato la terapia con una protezione per lo stomaco ? non e consigliabile?
IL medico di famiglia non mi aggiunge altro perché essendo io allergica ai farmaci per lui qualsiasi molecola potrebbe essere ... pericolosa In attesa di una sua risposta esaudiente la ringrazio per la sua gentilezza e dipsonibilita e la saluto cordialmente

[#52] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i sintomi che menziona possono essere effetti collaterali del topamax, la nausea addirittura è considerata "comune" come frequenza.
Non sempre la "protezione gastrica" fa regredire questi sintomi, di solito regrediscono spontaneamente col tempo.
Sospendere la terapia? Se i sintomi sono sopportabili è consigliabile continuare in attesa di una eventuale regressione spontanea.
Perchè il collega non l'ha prescritta? Perchè non è prevista con questo tipo di terapia, peraltro a basso dosaggio.
E' necessaria? Questo non sta a me dirlo a distanza, ne deve parlare col medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille gentilissimo come sempre non avevo dubbi su una sua risposta esaudiente.. aspetterò,, seguendo il suo consiglio sperando che regrediscano al più presto ,,,in quanto il mio peso (52).non vorrei diminuisse ancora, La ringrazio per la sua prontezza nel rispondermi che mi rassicura molto e la saluto cordialmente

[#54] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Grazie a Lei.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#55] dopo  
Utente 335XXX

Salve gentilissimo dott.re avrei bisogno di un suo parere.
Da circa due mesi prendo topamax 25mg mattina e sera x prevenzione emicrania.e sono due mesi che mi salta il ciclo .
Potrebbe essere una consequenza del topamax ? o avendo 48 anni ( devo pensare inizio menopausa?) .
Facevo uso di pillola anticoncezionale ,,x ciclo emorragico ..interrotta . d 'accordo anche con la ginecololga ..a causa emicrania...prima di iniziare terapia con topamax.
Cosa mi consiglia ?
Certa in una sua risposta esaudiente la saluto cordialmente.

[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l'amanorrea non rientra tra gli effetti collaterali finora descritti per il topamax per cui Le consiglierei di rivolgersi al Suo ginecologo di fiducia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille per la disponibilità gentilezza e prontezza nella risposta ....consulterò la ginecologa. La saluto cordialmente

[#58] dopo  
Utente 335XXX

Gentilissimo dott. Ferraloro ...avrei bisogno di un suo parere circa la terapia ..che sto seguendo per l 'emicrania diagnosticatami circa 3 mesi fa.
Per i primi 2 mesi ....prendevo topamax 25mg 2v al giorno..e durante questo periodo in caso di attacco di emicrania compressa di MAXALT,.( e dopo due ore se non passava il mal di testa potevo prendere una bustina di tachicaf..)
IN questi due mesi di terapia grossi..miglioramenti non ne ho avuti .... gli attacchi di emicrania si sono ripresentati a volte più leggeri..... con intervalli di 10 giorni..... a volte no
Quando no riesco a bloccare il mal di testa con MAXALT,,,,e il mal di testa e pesante il neurologo mi ha detto di fare siringa di Bentelan

Dopo """2 mesi di terapia con topamx 25mg sono andata a controllo esponendo il problema ..e il neurologo al topamax mi ha aggiunto una compressa di SANDOMIGRAN ...da prendere dopo pranzo (maxalt in un attacco leggero di emicrania ... bentelan fiala da 4mg in un attacco pesante.
Ho iniziato anche il sandomigran circa dieci giorni fa....1 compressa al giorno
sono tre giorni che soffro di mal di testa ho preso maxalt,, ma niente....i mal di testa non sono passai e quindi ,, ho dovuto fare una fiala....di bentelan.. , ma non e che abbia fattao subito effetto . IN pratica il mal di testa mi e durato 3 giorni come sempre,
La mia domanda è: . circa tre mesi di terapia sono ancora pochi per stabilire se questa terapia è adatta a me?
IL neurologo di ce d i si ... ovviamente,, lei e dello stesso parere?
Non le nascondo che sto valutando l'idea di abbandondare la terapia.........anche se so che va scalata man mano e non va interrotta bruscamente,,,, Confido in un suo parere e nell'attesa ringraziandola per la sua disponibità la saluto cordialmente.



[#59] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

dopo tre mesi di topamax si sarebbero dovuti vedere i miglioramenti, sia sull'intensità degli attacchi che sulla frequenza.
In alcuni soggetti però è necessario associare anche un secondo farmaco per cui mi pare corretta la prescrizione del collega.
Dieci giorni invece sono pochi per valutare i vantaggi dell'associazione del sandomigran col topamax.
Potrebbe essere indicata nel Suo caso anche una seconda somministrazione di sandomigran

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#60] dopo  
Utente 335XXX

Grazie per la disponibilità , la sua risposta mi ha aiutata a farmi capire che devo aspettare il prossimo controllo per capire se l associazione del Sandomigran abbia avuto i suoi effetti. riducendo quanto meno l' intensità e la frequenza degli attacchi.
In caso di attacco di emicrania invece di Maxalt prima e se non dovesse bastare bentelan poi potrei tentare con Aulin?(sempre che non ci siano interazioni con topamax e sandomigran ..... intervallate cosi topamax mattina sandomigran pranzo e topamax sera.. per cui negli intervalii prendo gli antidoloriferi) So che lei non puo dare terapia ma chiedevo solo un parere su Aulin se è possibile
La ringrazio per la sua generosità e disponibilità nei consulti che sono di grande aiuto e la saluto cordialmente

[#61] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi sembra eccessivo il carico di farmaci che propone, personalmente sono contrario alla somministrazione di un ulteriore antidolorifico. Sconsigliato!

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#62] dopo  
Utente 335XXX

Grazi mille per la sua disponibilità mi deve scusare mi sono espressa male. volevo sostituire Maxalt e Bentelan in caso di attacco di emicrania con Aulin con la speranza di calmare il dolore solo ed asclusivamente con Aulin.
La ringrazio per la sua gentilezza salutandola cordialmente

[#63] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Queste però sono decisioni che deve prendere il medico curante o il neurologo, si attenga alle loro prescrizioni. Non si possono fare cambi di terapia a distanza in un paziente che non si conosce.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#64] dopo  
Utente 335XXX

OK grazie mille per la sua gentilezza contatterò il medico curante, La saluto cordialmente.

[#65] dopo  
Utente 335XXX

Salve gentilissimo dott.re. dopo 4 mesi di terapia per emicrania senza risultati positivi il medico di base ha deciso di sospenderla...La terapia era la seguente.
TOPAMX 25 mg 1 cp mattina e sera ( da circa 4 mesi)
e Sandomigran o,5 mg 1 cp al giorno ( da 2 mesi)
La sospensione è la seguente :
TOPAMAX 1 CP AL GIORNO X 2 SETTIMANE .........
SANDOMIGRAN VA SOSPESO DIRETTAMENTE
So che lei non puo dare terapia volevo solo sapere se concorda con la sospensione ... ( in quanto trattasi di medicinali che vanno scalati e non interrotti direttamente.. MA IL DOTTORE IL SANDOMIGRAN DICE DI INTERROMPERLO DIRETTAMENTE,).
::iIn Attesa di una sua risposta sicuramente rassicurante le porgo distinti saluti

[#66] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il dosaggio basso del sandomigran ne giustifica la sospensione brusca.
In generale però entrambi i farmaci erano sottodosati anche nel periodo che li assumeva.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#67] dopo  
Utente 335XXX

Grazie mille non avevo dubbi su una sua risposta esaudiente e soprattutto tempestiva ..la saluto augurandole buon fine settimana.
Cordiali saluti.

[#68] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro