Stanchezza visiva, lampi e mal di testa permanenti

Buonasera dottori,
ho 26 anni e ho partorito la mia bambina il 31 Agosto. La sto allattando.
Alle spalle ho una storia di emicrania con aura che sin da bambina mi colpiva un paio di volte l'anno, in maniera piuttosto pesante (anche con blocco del linguaggio). Per un paio di anni non si era più verificata.
Si è ripresentata poco tempo fa (non ricordo bene se a ridosso del parto o subito dopo).
Altro aspetto importante in merito alla mia salute: soffro di ansia e attacchi di panico che, da un anno a questa parte (da quando mi sono trasferita) mi impediscono di uscire da sola.

Il mio problema è questo: dal 2 Novembre (ad oggi sono sei giorni) percepisco un disturbo visivo all'occhio destro che gradualmente ho identificato in scotomi scintillanti chiari in tutto il campo visivo. Diciamo che percepisco questo problema più sull'occhio destro ma, tappando quest'ultimo, noto che anche in quello sinistro vedo le stesse cose.
Questi scotomi, a differenza dell'aura emicranica che ben ricordo, non coprono totalmente ciò che guardano ma mi rendono più difficoltoso concentrarmi su ciò su cui poso lo sguardo.

Avverto stanchezza visiva, come se avessi sempre sonno e facessi fatica a guardare le cose.
Tutto ciò è costante. Ad esempio faccio fatica ora a scrivere qui.

Inoltre, avverto (negli ultimi giorni) cefalea che talvolta si concentra a destra e talvolta sopra o dietro la nuca (come un bruciore o come se un elastico stringesse). Talvolta ho nausea ma per ora senza vomito.

In PS ho effettuato una visita oculistica completa ma solo dell'occhio destro (mi hanno dilatato la pupilla, fatto OCT...) e pare tutto a posto.
Non so se mi abbiano misurato lapressione dell'occhio.

Sempre in PS mi hanno fatto esami del sangue (a posto) e TAC ; da quest'ultima risulta quanto segue:

"Non si rilevano significative alterazioni tomodensitometriche a carico delle strutture cerebrali, cerebellari e del tronco encefalico. Sistema ventricolare in asse regolare per morfologia e dimensioni. Nella norma spazi subaracnoidei e sottotentoriali."

Mi si rinvia, senza fretta, a fare Risonanza Magnetica

Io, soffrendo di DAP sono terrorizzata dalla risonanza che feci già anni fa con esito negativo. Mi chiedo:

1) la Tac non evidenzia tutto ciò che serve per escludere gravi patologie? Potrebbe esserci qualcosa di grave che la TAC non ha riscontrato?

2) Lo stress di questo ultimo periodo può giustificare questa situazione? E l'allattamento? La cosa che più mi da da pensare è la difficoltà visiva con questi lampi e granelli (non so come meglio definirli) che mi ostacolano la visione.


Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione e le risposte!


C.T


[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
TC cranio (molte radiazioni e poche informazioni).
RM encefalo (nessuna radiazione ionizzante e molte più informazioni).
Ritengo siamo indicate una RM encefalo con mdc dopo una valutazione clinica neurologica di persona.

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua risposta.

Ho effettuato due visite di tipo neurologico (con gli esercizi fisici per valutare la situazione) : una lha fatta il medico di base, l'altra il neurologo del PS.

E' risultato tutto a posto.



La RM e il mezzo di contrasto sono compatibili con l'allattamento al seno?

Secondo lei devo prenotarla urgentemente?

Ho molta paura


Grazie
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
La RM con mdc sono compatibili con l'allattamento...

http://www.allattiamo.it/jncontinuare.htm
[#4]
dopo
Utente
Utente
salve dottore
questi i risultati della RM

Esame eseguito secondo i piani sagittale, assiale e coronale con tecniche TSE T2,Turbo FLAIR e TSE T1 e completato con Angio RM Tof 2D venosa.Non si rilevano alterazioni di segnale del parenchima cerebellare, cerebrale e del tronco encefalico in tutte le sequenze utilizzate.Piccola cisti aracnoidea del polo temporale di sinistra.Strutture mediane in asse. Sistema ventricolare e spazi sub aracnoidei normalmente rappresentati. A sinistra il seno sigmoide presenta segnale disomogeneo prevalentemente iperintenso in FLAIR e T2 con piccole componenti ipointense nel suo contesto e iso-iperintenso in T1. L’angio RM eseguita per lo studio dei seni durali dimostra una pervietà degli stessi con asimmetria di rappresentazione dei seni trasverso e sigmoide per destra maggiore di sinistra. Tale asimmetria associata all’alterazionedi segnale rilevata nelle sequenze di base, sembra essere più verosimilmente attribuibile ad un rallentamento di flusso nel seno trasverso-sigmoide di sinistra che ad una asimmetria costituzionale dei seni stessi.L’indagine non è stata completata con MdC tenuto conto dell’attuale periodo di allattamento. Se clinicamente indicato si potrà procedere al completamento dell’indagine con MdC con successiva sospensione dell’allattamento al seno per almeno 48 ore.

C'è qualcosa che non va? Che cosa in parole semplici?

Grazie
[#5]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Una piccola cisti aracnoideo liquorale del polo temporale di sinistra e
rallentamento di flusso nel seno trasverso-sigmoide di sinistra (del quale non conosciamo la causa).

Leggendo il referto si evince come il medico radiologo indica il completamento della RM con mdc "...con successiva sospensione dell’allattamento al seno per almeno 48 ore...".

Consiglio il completamento con le modalità indicate e successiva valutazione clinica neurologica di persona.
[#6]
dopo
Utente
Utente
In realtà il radiologo mi ha rimandata al neurologo dicendomi che non è detto che quest'ultimo ritenga necessario rifare la risonanza con MDC. Infatti mi ha specificato " se clinicamente indicato".

In parole povere può essere qualcosa di grave o meglio cosa può comportare questo rallentamento secondo la sua esperienza?

Grazie ancora dottore

[#7]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Bene io la mia opinione la ho espressa.
Ma ciò poco conta, in quanto da valutare per quel che è ovverosia una opinione nel contesto di un consulto a distanza che naturalmente non può sostituirsi ad una visita medica.
Pertanto chieda indicazioni al suo neurologo che la ha visitata ed ha la possibilità di rivalutarla alla luce della RM.
[#8]
dopo
Utente
Utente
grazie mille dottore!

Buona serata

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test