Utente 552XXX
Buongiorno, vi scrivo per uno spiacevole disturbo avuto ieri mattina. Stavo lavorando al computer da circa un quarto d'ora quando all'improvviso, dopo una brevissima sensazione di capogiro, ho notato al centro del mio campo visivo un frammento dell'immagine che stavo osservando sul pc, sovrapposta al resto. Il frammento di immagine era a colori, circondata da un alone caleidoscopico che variava continuamente e permaneva anche ad occhi chiusi, o chiudendo un occhio o l'altro.
Dopo circa cinque minuti l'immagine si è come dissolta, e si è formato un alone che copriva il bordo del mio campo visivo, dall'alto all'estrema sinistra. Questo alone era anch'esso caleidoscopico, con colori intensi e in movimento e visibile anche ad occhi chiusi.
L'alone si è espanso nell'arco di un paio di minuti e mi ha coperto circa un quarto del campo visivo, compromettendomi in modo preoccupante la vista. Inutile dire che mi sono fatto prendere dal panico, specie quando ho notato l'espandersi dell'alone, ed ho subito pensato al peggio. Mi sono recato al pronto soccorso dell'Ospedale Oftalmico dove mi hanno fatto una visita oculistica completa, l'esame della retina ed un campo visivo; tutti gli esami non hanno evidenziato nulla, mi hanno detto che occhi e nervo ottico non presentavano problemi.
Nel frattempo, dopo circa mezz'ora dall'inizio del fenomeno, l'alone è sparito, non ho avuto mal di testa, anche se nell'ultimo anno soffro spesso di cefalee ed emicranie, dovute però ad un'artrosi cervicale (almeno secondo la diagnosi del mio ortopedico). Ho chiamato il mio oculista mentre ero in ospedale, e mi ha detto che poteva essere una forma di emicrania senza dolore. I medici dell'ospedale hanno diagnosticato la cosa come “sospetta aurea visiva”, confermando quanto detto dal mio oculista.
In seguito, parlando con un mio amico, ho sentito menzionare lo “scotoma scintillante”, disagio da lui avuto un paio di volte e riconosciuto nella mia descrizione, (escludendo però il fenomeno iniziale dell'immagine sovrapposta).
Volevo chiedervi se è plausibile che l'episodio accaduto possa effettivamente essere un caso di scotoma scintillante, e se è possibile che sia stato il display del mio computer ad innescare questo fenomeno. Questa è una della cose che mi preoccupa, perché io lavoro al computer e sarebbe veramente un grave problema se dovessi limitarne l'uso.
Inoltre da ieri sono molto preoccupato e temo che si verifichi nuovamente la cosa.
In ogni caso intendo fare una visita neurologica il prima possibile per poter chiarire il problema.
Grazie per l'attenzione e per le eventuali risposte.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

lo scotoma scintillante è un sintomo e non una diagnosi, anzi direi che è il sintomo chiave di un'aura visiva che si manifesta nella maggioranza dei casi con lo scotoma scintillante.
Pertanto il sospetto che Lei abbia avuto un'aura visiva senza cefalea è concreto, come già detto dal Suo oculista.
Ovviamente deve effettuare una visita neurologica per avere una valutazione diretta ed eventuali esami diagnostici che il collega riterrà opportuno prescrivere.
In caso di aura visiva si scononosce la causa, a volte è possibile individuare dei fattori scatenanti ma solo dopo un episodio è difficile arrivare a questo.
Il pc? Teoricamente potrebbe essere anche se nel Suo caso lo riterrei poco probabile considerato che ci lavora da anni e non è mai accaduto nulla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 552XXX

La ringrazio per la risposta, ovviamente la mia ipotesi sull'uso del pc era solamente basata sul fatto che nel momento in cui si è manifestato il disturbo stavo utilizzando il computer, quindi era più che altro una suggestione.
Quanto prima prenoterò una visita neurologica e nel caso ci fossero novità le segnalerò.
Una cosa che non ho detto precedentemente è che sto attraversando un periodo di forte depressione (infatti sto andando da uno Psichiatra-Psicoterapeuta da quasi sei mesi), e negli ultimi dieci giorni per vari motivi sto dormendo molto poco ed emotivamente sono piuttosto provato; non sto assumendo psicofarmaci.
La ringrazio ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo stress psicofisico risulta tra i possibili fattori scatenanti un episodio di aura visiva per cui teoricamente, nel Suo caso, questa ipotesi potrebbe essere concreta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro