Utente 384XXX
Gentilissimi medici, vi scrivo per avere un ulteriore consulto e suggerimento. Da premettere che prima di questo episodio nei mesi successivi ho sempre avuto formicolio ai piedi e a letto sensazione di torpore tibiale destro; da gennaio invece succede di avvertire una scossa elettrica sul metatarso. Tutto ha avuto inizio a metà maggio quando, per due notti consecutive ho avuto parestesie al braccio dx e la gamba dx con formicolio e fastidio al mignolo e anulare, successivamente parestesia o sensazione di parestesia facciale lato dx; nella stessa notte, sedutomi al divano e rialzandomi poco dopo, ho sentito le due gambe addormentarsi per pochi secondi, circa 30. Deciso di recarmi al PS dove ho eseguito TAC cranio, negativa, esami sangue nella norma e visita neurologica. Riporto qui referto (Nulla di rilevante in anamnesi. Da qualche mese riferisce parestesie formicolanti ai piedi a carattere incostanti e cedimento arto inferiore ds. Da 2 giorni parestesie formicolanti avambraccio, mano destra. EN vigile, cosciente, orientato, deambulazione priva di note patologiche, nulla a carico dei nervi cranici. Al Mingazzini pronazione arto superiore destro e lieve slivellamento arto inferiore destro. ROT simmetrici Lieve ipopallestesia arti inferiori. Integra la sensibilità puntatoria. Buone le prove di coordinazione motoria. Sfinteri controllati. Si consiglia RMN encefalo midollo e successiva rivalutazione neurologica.) Episodi continui quando dormo e mi sveglio con dol Penso ad una cervicobrachialgia e il peggio la SM. Non contento consulto un mio amico neurologo che effettua visita e mi dice che sono ipocondriaco e mi prescrive un antidepressivo!!! Sento la mia fisiatra e un altro neurologo che entrambi escludono SM. Fatta RMN encefalo midollo e lombare tutto risulta nella norma tranne modesto bulging c3 e c4 , D11 D12 L2, lombare L4 L5 L5 s1... secondo i medici non possono causare queste patologie. (consultato una mia amica medico radiologo neuro). Dolori agli avambracci e fastidi alle mani e dolori muscolari sparsi soprattutto ai polpacci continuano a farsi sentire e la mia fisiatra richiede esami FT3 FT4 TSH PTH vitamina b12 vitamina D magnesio e potassio Calcemia tot e ionizzata. Qusto perchè nota potassio 3.60 e le racconto di spasmi sparsi e fascicolazioni ( palpebra, una volta lo zigomo si solleva da solo, vibrazione pianta piede, tipo vibrazione cellulare, muscolo frontale) . ansia o sla? qui subentra la paura. Lei pensa sia spasmofilia. I neurologi continuano a rassicurarmi. Arrivano esami sangue tutto nella norma tranne un 3.80 potassio, insufficienza vitamina D 23 ng/ml. Effettuo EMG-Eng quattro arti e trovano il tutto nei limiti della norma. Tranne sporadiche doppiette nel test Kugelberg in iperpnea. Paura molta!!! Cos'ho?! Tutti escludono Sla ma vivo nel terrore. Per adesso fisiatra mi ha prescritto DIBASE 25.000 uno a settimana x 3 mesi, Pineal tens 2 bustine matt. e pom. x tre mesi e Nicetile 1 fl al giorno per un mese. Molta paura. Aiuto

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

cosa possa avere non è possibile stabilirlo a distanza, però mi sentirei di tranquillizzarLa riguardo la SLA. Infatti, a parte l'EMG negativa per malattia del motoneurone, la sintomatologia descritta è prevalentemente sensitiva, questa tipologia non rientra tra le manifestazioni tipiche della SLA, anzi la sua presenza rappresenta spesso un criterio di esclusione, essendo la malattia in questione di tipo motorio.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 384XXX

Gentilissimo dottore, la ringrazio di cuore per la sua risposta tempestiva; quasi tutti escludono si possa trattare di sla dicendomi anche che tra i sintomi di sicuro non vi è dolore muscolare e articolare, nel mio caso sento alle volte dolore alle falangi della mano. Quello che più mi mette in ansia sono queste fascicolazioni sopra ciliari, quadricipite e piede con queste vibrazioni che vanno e vengono alla piaanta, intermittenti. P.s. ieri durante esame elettromiografia, mi hanno detto che inserendo ago se ci fosse stata sla avrebbero trovato attività involontaria e parecchia, A quanto pare non c'era. Mi fa paura che mi abbiano detto esame nei limiti della norma, ma mi hanno spiegato che la mia altezza 187 rende le parti estreme un po' meno reattive; premetto che faccio vita sedentaria. Ho 31 anni. E' possibile che il tutto sia riconducibile allo stress e all'ansia? Alla paura costante? Non so cosa fare, è opportuno che adesso ne parli con uno psichiatra?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

tra i sintomi sensitivi, oltre le parestesie, includevo anche il dolore in quanto viaggia pure sulle "vie sensitive" ed ovviamente non è un sintomo motorio.
Fascicolazioni migranti e discontinue sono presenti, almeno una volta nella vita, in un gran numero di soggetti.
Lasci stare la SLA e si tranquillizzi.
Origine ansiosa? Possibile.
Come procedere? Si faccia consigliare da chi l'ha seguito, la visita psichiatrica è un'opzione praticabile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 384XXX

Gentilissimo dr. Ferraloro, non le nascondo che le sue parole mi incoraggiano ulteriormente a mettere da parte questo spauracchio che mi sta facendo vivere male. Ho già preso contato con chi potrà aiutarmi da un punto di vista psicologico.
Si, per quanto riguarda origine ansiosa e stress, ho notato che il primo episodio di questi dolori è avvenuto durante la notte mentre dormivo, reduce da due notti consecutive a lavoro e un periodo pieno di stress e ansie. La maggior parte che provo a riposare il pomeriggio dopo aver lavorato mattina, mi sveglio di colpo e con dolori soprattutto alle mani. Dove voglio arrivare?! Possibile che il fattore ansia mi provochi iperventilazione ansiosa notturna e l'alcalosi possa contribuire in questa patologia? Avverto, da sveglio, questi miei respiri corti e frequenti. In ultimo, qlc giorno fa, in un EGA venoso in prima mattina ho trovato bicarbonati alti. Che ne pensa? Ho letto che alcalosi può provocare dolore muscolare, stanchezza e parestesie.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questo è un argomento complesso per essere trattato on line, infatti esistono diversi tipi di alcalosi, metabolica, respiratoria e altri tipi meno frequenti.
Ipereccitabilità muscolare, crampi, debolezza muscolare possono essere dei sintomi. Il problema va inquadrato dal Suo medico curante o da un internista.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 384XXX

Gentilissimo dottore, escluse patologie neurologiche, secondo lei è opportuno che faccia una visita dal reumatologo? I dolori al gomito, alle articolazioni, sensazione di bruciore sul dorso di una mano, gonalgia entrambe le gambe e dolore e bruciore ai polpacci, possono far pensare a qualcosa legato a fattori reumatici? Molti medici che lavorano con me mi dicono che trattasi di problemi posturali e dal lavoro che svolgo, sono infermiere e gran parte del mio lavoro lo svolgo sempre in piedi. P.S. da sottolineare che mesi fa ad una visita ortopedica, mi è stata riscontrata un atteggiamento cifotico e leggera scoliosi.Sono alto 187 per 95 kg e ho 31 anni. Grazie ancora

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se i colleghi parlano di problemi posturali lo specialista di riferimento potrebbe essere il fisiatra, ovviamente a distanza non si può escludere nemmeno la natura reumatologica del problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 384XXX

Egregio dottor Ferraloro, torno a scriverle per aggiornarla circa i miei sintomi. Dolori muscolari e articolari diffusi soprattutto ai polpacci, piedi e avambracci. Non sono sempre presenti ma ci sono. La cosa che mi preoccupa adesso, è che qualche sera fa, dopo appena un'ora di sonno, mi sono svegliato e sentivo un irrigidimento sul lato destro dallo zigomo al piede dopo un po' questo irrigidimento si è attenuato. Molto spesso, se riesco a riposare bene, la mattina mi sveglio con polpacci irrigiditi e polsi e mani irrigiditi. Da questa notte invece un altro sintomo giramenti di testa da sdraiato a letto o quando mi piego e in questo momento sento la testa un po' vuota. Non so più cosa pensare!!! Leggo anche di fibromialgia... potrebbe essere questa la mia patologia? La ringrazio infinitamente.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ipotesi fibromialgica potrebbe essere una strada da percorrere, infatti intendevo proprio questo quando, nel mio ultimo post, La invitavo a non escludere la natura reumatologica del problema.
In tal caso dovrebbe rivolgersi ad un reumatologo per escludere primariamente problematiche reumatologiche organiche, cioè con alterazione di parametri reumatologici.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 384XXX

Gentilissimo dott. Ferraloro, torno nuovamente a disturbarla. In questi ultimi giorni sono stato in vacanza e i miei disturdi sono nettamente diminuiti, tranne la rigidità ai polsi e alle caviglie appena sveglio. Soprattutto non ho avvertito disturbi o dolori muscolari dopo escursioni in montagna. Se avessi avuto sla o sm non sarei stato in grado di raggiungere i 2600 mt immagino!!! Fermo restando che sla non regredisce, (giusto?), leggevo che sm può dare momenti di tregua, le ricordo che a maggio ho fatto rm encefalo midollo che escludevano il tutto. Ho fatto visita dal reumatologo e domani farò prelievi che mi ha prescritto. Per il momento mi ha prescritto flexiban prima di dormire e due bustine di pineal tens ma non noto grandi miglioramenti, la mattina la rigidità ai polsi resta. Ho notato anche che durante il viaggio in macchina, il forte stress e stanchezza mi hanno scatenato dolore muscolare alle braccia e fascicolazioni ai piedi con vari spasmi. Possibile che stress, ansia o stanchezza si possano somatizzare in questa maniera? Fascicolazioni, dolori muscolari, dolore e oppressione zigomi, rigidità polsi, dolore epicondili laterali, dolore e morsi caviglie e dietro polpaccio? Non riesco a capacitarmi perchè non capisco cosa divalo possa avere il mio corpo... e intanto cerco di tanquillizzarmi dicendomi tra me e me che non è sm (l'avrebbero vista in rm encefalo midollo e da visita neurologica) e non ho sla ( le ricordo che ho effettuato eng/emg nei limiti della norma e comunque non ci sarebbero stati momenti di netta tregua e miglioramenti e non avrei mai fatto trekking fino a 2600 mt se avessi avuto sla). Mi dia conforto e/o qualche conferma. Grazie.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

condivido le Sue considerazioni, infatti può escludere la SM per l'esito negativo della RM encefalica e midollare e la SLA fondamentalmente perché non ha sintomi sospetti, a prescindere dall'EMG nella norma e dal miglioramento sintomatologico che in questa malattia non esiste.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 384XXX

Gentilissimo dott. Ferraloro, ho ricevuto ieri i risultati degli esami prescritti dal reumatologo (Reuma test, Ana, Ena, VES, Pcr etcc); tutti negativi. Devo dire che sia fascicolazioni che spasmi si sono ridotti parecchio e in alcuni giorni non sono presenti; stesso per i dolori muscolari i formicoli, scomparsi. Unica cosa che mi preoccupa è che da un paio di giorni persiste una specie di rigidità, pesantezza, senso di pelle che tira, sul dorso della mano sinistra, polso e parte dell'avambraccio in posizione gomito. Ora, capacitandomi del fatto che non possa essere sla e SM per le cose che ci siamo detti in questi mesi e soprattutto per la negatività di tutti gli esami fin qui effettuati e tutti negativi ( RM encefalo midollo, TAC cerebrale, 3 visite neurologiche da 3 neurologi diversi, EMG e ENG 4 arti, visita ecocardio, visita fisiatra, esamiematochimici nella norma, ecodoppler gambe, visita vascolare, evo scheletro muscolare, reumatologo ed esami reumatologici) mi chiedo cosa diamine possa essere questo fastidio!!! Il mio medico curante dice che non è nulla e di smettere di fare esami, e il neurologo del mio ospedale continua a sostenere trattasi di somatizzazione stress e ansia, ma io non mi sento ansioso. Tranne questo fastidio alla mano e ogni tanto dolore e fitte alle tempie o dolore orbitale sopraciliare, al momento non ravvisò più i sintomi inizialmente descritti. Mi illumini. La ringrazio.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il fatto che Lei non si senta ansioso non esclude una sintomatologia di tipo psicosomatico, anzi la maggioranza dei soggetti con somatizzazioni varie non è consapevole e non accetta questo tipo di diagnosi.
Non è stata prescritta nessuna terapia?
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 384XXX

Al momento mi è stata prescritta la seguente terapia: pineal tens 2 bustine al giorno e vitamina D (Di base 25.000) una volta a settimana. Terapia prescritta dal fisiatra e confermata dal reumatologo.

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, segua la terapia prescritta e stia tranquillo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 384XXX

La ringrazio dottore. La terrò informata.
Buona serata a lei.

[#17] dopo  
Utente 384XXX

Salve dottore, sono ricominciate le fascicolazioni ai piedi e spasmi muscolari un po' ovunque. la rigidità ai polso e al dorso della mano sembra essere scomparso. Avverto ancora fastidio alle tempie e alla palpazione dolore agli zigomi e zona orbitale. Con RM encefalo midollo, TAC cerebrale, 3 visite neurologiche da 3 neurologi diversi, EMG e ENG 4 arti, visita ecocardio, visita fisiatra, esamiematochimici nella norma, ecodoppler gambe, visita vascolare, eco scheletro muscolare, reumatologo ed esami reumatologici negativi, posso stare tranquillo? Ho notato che i sintomi si stanno riaffacciando appena concluso le vacanze e le fascicolazioni dopo il turno notturno.

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
In base all'esito negativo delle visite e degli esami effettuati può stare tranquillo, non vedo motivi di preoccupazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 384XXX

Gentilissimo dottor Ferraloro, torno a disturbarla perchè dopo due mesi, sono ricominciati i miei problemi; pensavo fino a qualche settimana fa di esserne uscito ed invece ecco che ad inizio settembre si ripresentano ciclicamente delle emicranie temporali, sulla calotta e alle volte nucali, con dolori sovra orbitali. Riprendono i famosi dolori alla zigomo e raramente alle dita della mano. Mi sono convinto che possano essere questi sintomi di una somatizzazione da stress e ansia, le ricordo che ho fatto diverse visite neurologiche con esito negativo, tac cranio idem, RMN encefalo midollo negativa, Elettromiografia nella norma, esami del sangue nella norma, compresi quelli prescritti dal reumatologo che, nel visitarmi, mi ha detto di stare tranquillo e di assumere prima di dormire il flexiban, una volta a settimana vitamina D e due volte al dì pineal tens; non si è mai espresso su cosa potessi avere, ho pensato fibromialgia. Il problema che di più mi tormenta adesso è che da diversi giorni si sono riaffacciate da quattro giorni, le fascicolazioni continue e soprattutto sparse in tutto il corpo. Se agli inizi erano circoscritte a piedi, zigomo, e zona frontale, adesso si presentano come guizzi su addome, glutei, cosce, labbro. Ho paura nuovamente che si possa trattare di sla. Sto ricadendo in questo tunnel senza via di uscita. Mi aiuti, mi illumini. Può mai essere questa la sla? si presenta così? Da premettere che rispetto a qualche mese fa, non ho dolori muscolari e non ho più le rigidità del mattino ai polpacci. Ribadisco, pensavo di esserne uscito.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

delle fascicolazioni che regrediscono per alcuni mesi e poi ritornano non fanno certo pensare una SLA, malattia progressiva che non presenta fasi di miglioramento o di remissione della sintomatologia. Con tutto negativo può stare tranquillo, affronti piuttosto il disturbo d'ansia che mi pare notevole.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro