Utente 185XXX
Salve, ho urgente bisogno di un parere.
Tutto è cominciato nel mese di gennaio, ho avuto un fastidio all'occhio destro che mi impediva di mettere a fuoco. Il fastidio era localizzato o forse percepito, a livello della palpebra mobile, sulla rima delle ciglia per intenderci. Dopo due visite oculistiche con fondo oculare mi è stata diagnosticata una leggerissima miopia. Dopo un paio di settimane ho avuto la febbre e forti dolori retrobulbari, non riuscivo a muovere gli occhi e guardare in alto e in basso. Dopo un paio di giorni il fastidio è sparito. Sono anni che avverto vertigini, sbandamenti e perdita dell'equilibrio e l'hanno sempre attribuito alla malocclusione, all'ansia, a un disturbo cervicale. Ci sono periodi in cui questi fastidi si accentuano e stanca della situazione ho effettuato una rx al tratto cervicale. Effettivamente ho una lordosi cervicale e quindi mi sono un pochino tranquillizzata. Il giorno dopo ero a tavola a pranzare e mi sono sentita pungere in un fianco, come una puntura di insetto e da allora da un mese non vivo più tranquilla. La sensazione di spilli e aghi sparsa nel corpo non mi ha dato tregua per giorni, alternata a prurito/formicolio in zone sempre diverse del corpo. Notando un rigonfiamento lieve del labbro mi reco al pronto soccorso e mi dicono che ho una probabile reazione allergica. Prendo bentelan e antistaminico cerchio ma il fastidio non mi molla. Mi reco da un dermatologo e mi dice di avere sintomi da orticaria, mi "graffia" sulla pancia e dietro la schiena con conseguenza reazione rossa ai graffi e mi prescrive un altro antistaminico dicendomi di non mangiare determinati alimenti, prescrivendomi analisi del sangue e rimandando la prox visita a fine agosto. I fastidi sono diventati insopportabili e ho notato che aumentano se sono distesa a letto, sono concentrati più sulla pancia, sui piedi, la mano sinistra e qualche volta in testa. Ho come la sensazione che mi passi una mosca sulla pelle, o un capello, mentre la mano sinistra come se avvertissi vibrazioni elettriche. È fastidio perché non riesco a stare ferma perché mi prende ora in un punto e subito in un altro, anche ai genitali. Non ho macchie rosse addosso, nè sfoghi cutanei quindi sto pensando a qualcosa a livello neurologico. Oggi ho pianto tutto il giorno per la frustrazione, vorrei consultare un neurologo ma ho paura e inoltre in questo periodo è più difficile mettermi alla ricerca in quanto è periodo di ferie. Sto cercando di capire se è un fattore a lievllo psicologico, qualche mese fa ho avuto un brutto episodio, potrebbe essere questa una reazione emotiva? Sono consapevole che esistono anche orticarie da stress, ma il fastidio alla mano mi fa pensare ad altro infatti ora che sto scrivendo è come se facesse fatica a reggere il cellulare e comincia a formicolare. Questa sensazione di insetti che camminano addosso e nell'orecchio mi rende nervosa e impotente, mi aiuti a capire la prego.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
La mia opinione e' che, se un precedente approccio da parte del Dermatologo con una terapia che mi sembra appropriata non abbia sortito un effetto risolutivo, si debba prendere in considerazione una condizione di neurodermite che richiede una attenta valutazione neurologica.

Cordialita'
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it