Utente
Buongiorno,

mi occorre un parere clinico per mio figlio di 34 anni : martedì sera è tornato dal lavoro con un forte mal di testa localizzato dalla parte sinistra, accusava un dolore all'occhio, come se avesse preso una botta. Il dolore alla testa si è presentato come se qualcosa gli stringesse il cranio, poi il mal di testa è rimasto localizzato in prevalenza alla parte sinistra, con l'occhio dolorante e anche il condotto udivo gli dava un leggero fastidio. Sembrava un colpo di freddo.
Il medico ha detto che nell'orecchio c'era solo una leggerissima infiammazione, provato la pressione (risultata perfettamente a posto) : gli ha prescirtto per la sera 7 gocce di STUGEROL e della tachirina per sedare il mal di testa.

A tutt'oggi la situazione non è di molto migliorata: il mal di testa va e viene, l'orecchio sembra non dare grossi problemi (anche con alcune gocce di Otalgan). Però rimane sempre coricato quasi al buio, e pur alimentandosi regolarmente non ci sino benefici, anzi c'è sempre il mal di testa localizzato sempre a sx.

Cosa consigliato in questo caso?

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buonasera a Lei,

Primo consiglio: un secondo parere/una seconda opinione neurologica con neurologo esperto certificato in diagnosi e terapia del dolore cranio-facciale.

Credo che questo possa essere il consiglio più pragmatico.

Altro consiglio: per fugare dubbi su possibile causa organica "... il mal di testa va e viene...però rimane sempre coricato quasi al buio...anzi c'è sempre il mal di testa..." esiste anche la opzione di un accesso presso un PS.

NB: Questo è un consulto a distanza e come tale non può sostituire una visita medica effettuata di persona

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la cortese risposta. Nel frattempo richiamato il medico per visita ulteriore si è manifestato il Fuoco di S. Antonio o herpes Zoster.
L'occhio ( che si è gonfiato) e la fronte ne sono interessate oltre che in alcune parti sempre alla sinistra dallo sfogo. Ora ha iniziato a prendere l'antibiotico che gli ha prescritto. Ogni 4/5 ore deve prendere tachipirina per alleviare il dolore alla testa (anche se gli da poco sollievo)

Quanti giorni ci possono volere prima che questo dolore si attenui/scompaia?
La tachipirina può comunque prenderla come antidolorifico per alcuni giorni?
Dl momento che è colpito l'occhio sarebbe a guarigione avvenuta effettuare una visita oculistica?

Quello che mi preoccupa è quel dolore alla testa che descrive "come se avesse tutto il peso del corpo": è un decorso "normale" visto la posizione ?

In famiglia abbiamo contratto tutti la varicella, e come precauzione oltre che l'utilizzo a parte della biancheria del bagno, lavo le stoviglie ad alta temperatura nella lavastoviglie.
E' tutto corretto?

Per ora il medico ha prescritto 10 gg. di malattia, ma sarano abbastanza?
Chiedo scusa per le numerose domande e la ringrazio sentitamente.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Un Herpes Zoster (HZ) in regione trigemino/oftalmica non è certamente una cosa da poco.
"...Ora ha iniziato a prendere l'antibiotico che gli ha prescritto..."; immagino che non sia un antibiotico ma un anti-virale.

Il dolore da HZ è un dolore neuropatico pertanto trae beneficio dal trattamento da farmaci a questo mirati.

Spero abbia consultato un neurologo.
Certamente è incato anche il parere di un oftalmologo.

Per quanto tempo il dolore?
Non è prevedibile. Da settimane a mesi anche se in terapia adeguata.
Ciò in particolare nel caso dovesse instauraarsi una Nevralgia Post Erpetica ovvero dolore neuropatico persistente una volta che la cute sia tornata integra (ovvero terminata eruzione vescicolare e la successsiva fase crostosa).

10 gg di prognosi mi sembrano pochi ma c'è da star a vedere il decorso della manifestazione clinica.

Per ora sono importanti valutazione neurologica ed oftalmologica e trattamento corretto come da linee guida.

NB: Questo è un consulto a distanza e come tale non può sostituire una visita medica effettuata di persona.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it