Utente
Buongiorno,
da un anno e mezzo circa soffro di vertigini, stati di sbandamento e confusione passeggera che, dopo analisi varie (RM encefalo, prove vestibolari, visita oculistica, etc..) sono state ricondotte a problemi legati alla cervicale (fatta anche rx della colonna da cui è emerso che ho un "dislivello" di 1,5 cm e la risonanza al tratto cervicale con lieve produzione c5-c6).
Il mese scorso il neurologo, come ultima analisi (dato che dopo un anno e mezzo sono subentrati anche problemi di ansia perchè da un momento all'altro mi capita di avere questi sintomi e c'è sempre la paura che possa succedere qualcosa) mi ha prescritto l'elettroencefalo e vi riporto di seguito il referto.

"RITMO DI FONDO POSTERIORE A 11 HZ, SUBDOMINANTE, SIMMETRICO, REAGENTE.
RARE SEQUENZE THETA OCCASIONALMENTE PRESENTI ANTERIORMENTE, DI AMPIEZZA NON SUPERIORE ALL'ALFA.
HP E SLI NON ATTIVANTI

CONCLUSIONI TRACCIATO NELLA NORMA.

Volevo chiedervi, il significato delle rare sequenze theta e se possono essere legate ai miei problemi, in attesa di fissare un'appuntamento con il neurologo.

Grazie mille per l'attenzione e Buona giornata.

[#1]  
Dr. Aldo Ruocco

20% attività
4% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Le frequenze theta non dovrebbero essere presenti in regione anteriore all'EEG (però Lei parla di frequenze occasionali di ampiezza tipo alfa che andrebbero valutate meglio).
Le vertigini possono essere da problematica cervicale. Anche il dislivello di 1.5 cm va valutato (se reale o falso) Queste cose possono essere valutate osteopaticamente.
Saluti
Dr. Aldo Ruocco
081.5793330

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, grazie mille per la risposta.

Le scrivo in privato.