Utente 363XXX
Salve, come dal titolo si capisce che ho la sindrome del nervo pudendo, scambiata fino ad ora con la cauda equina. 4 anni fa ho avuto un rapporto e subito dopo ha cominciato a farmi male il pene. Dignosticata una balanopostite non infettiva e curata con farmaci antinfiammatori per circa un mese. In quel periodo facevo molta palestra, soprattutto agli arti inferiori. Il problema è cominciato una sera perché avevo la senzazione che mi scappasse la pipì anche se realmente non ne avevo bisogno. Con il passare del tempo questa sensazione si accentuava sempre di più (un giorno nel pube ho sentito un fastidio fortissimo), fino a che si è trasformato in vero e proprio dolore. Per me e una vera e propria tortura, tanto che faccio fatica a rimanere in piedi e seduto. I dolori sono a livello perineale, punta del pene (sento pulsare come un dito schiacciato, e durante il giorno si trasforma in dolore forte), l asta del pene, sotto i testicoli, il perineo fino a poco prima del sedere, i glutei (la parte bassa e centrale) e dolori alle gambe e piede che vanno e vengono e non sono costanti. I dolori alle gambe hanno fatto credere ai medici che c era un ernia. Ho fatto l intervento di coblazione e l ernia non c'è più ma i dolori persistono. Non riesco a camminare e devo assumere costantemente farmaci come il laroxyl ed il gabapentin. Spero in un vostro aiuto perché sono disperato. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Beh... intanto quale tipologia di professionista ha formulato la diagnosi?

Laroxyl e Gabapentin a quali dosaggi? Se la posologia fosse bassa la assunzione sarebbe inefficace.

Ed un miorilassante non le è stato prescritto in associazione assieme ai primi due farmaci?

Siamo certi della diagnosi?

Non potrebbe essere una Sindrome da Dolore Cronico Pelvico/Perineale con prevalente interessamento del nervo pudendo?

Ha avuto problemi ano-rettali, vescico-uretrali, prostatici, testicolari, ecc in passato?
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 363XXX

La diagnosi la formulata un medico neurochirurgo di Lucca. Non lo so se è corretta. Nessun problema ano-rettale, ma ho sofferto di balanopostite non infettiva curata con l orudis per un mese e mezzo. Il periodo che è cominciato il tutto facevo molta palestra, soprattutto pressa in panca piana. Assumo 20 goccie di laroxyl al giorno e 800gr di gabapentin al giorno, e al bisogno contramal e tachidol. Tutti i giorni mi sembra di avere un chiodo sulla punta del pene prevalentemente verso destra, ed un ago sul glande sempre verso destra. Il perineo è invece tutto dolente e il dolore si propaga verso le gambe.Come si fa a diagnosticare il tutto? I medici navigano in alto mare. Se fosse dolore cronico pelvico perineale si può guarire da questo. La prego mi aiuti perché veramente sono disperato.

[#3] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una Eng (Elettroneurografia del nervo pudendo?).
Gabapentin 800 mg/die mi sembra sottodosato.
Scelga di farsi visitare presso un Centro per la Terapia del Dolore Cronico.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente 363XXX

Elettromiografia effettuata e negativa. Elettroneurografia non eseguita.Ma il dolore può sparire con il tempo? Ps ho aggiornato il commento soprastante con l'aggiunta di informazioni.

[#5] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ripeto: si faccia visitare e seguire presso un centro multi-disviplinare di terapia del dolore.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente 363XXX

Grazie mille dottore, la terrò aggiornato. Cordiali saluti.