Utente 404XXX
Buongiorno Dottori,
Ho 19 anni, avevo gia fatto una domanda sui miei sintomi
- Stanchezza nelle braccia davvero nei minimi sforzi
- Da parecchi mesi un crollo della vista di notte (ho fatto poi una visita dall’oculista per vedere se fosse tutto apposto, cose tipo Coni e Bastoncelli ed è risultato ok, solo una leggera miopia
LA DOMANDA È PIU CHE ALTRO PER LA STANCHEZZA, che non diminuisce o sparisce

Circa un mesetto fa ho ricontrollato la diagnosi della TAC fatta nel 02/2016 (per un altro motivo, non per la stanchezza)
Il neurologo mi disse, hai il cervelletto piu basso del normale, senza dirmi chissà cosa però.. mi ha diciamo tranquillizzato dicendomi che non è nulla di grave
Leggendo poi la diagnosi c’è scritto:
- Non evidenti lesioni emorragiche o con affetto massa in atto
- Strutture della linea mediana in asse
- Nei limiti la rappresentazione del sistema ventricolare
- Normoareati i seni paranasali
- Accenno a ptosi tonsillare
- Asimmetria degli spazi liquorali in sede occipitale dx > sn

Non so i significati dei punti scritti sopra
Ho cercato solamente Accenno a ptosi tonsillare
Che mi porta alla Sindrome di Arnold Chiari con i vari sintomi

ANCHE SECONDO VOI SI COLLEGA TUTTO ALLA SINDROME?

Ma è qualcosa di grave e di serio il tutto?
Quand’è che bisogna sottoporsi all’intervento chirurgico?
Che poi un po mi fa paura, aprono dietro la testa?!
Non so quanto sia sicuro l’intervento, e che in caso di problemi nell’intervento i danni sono IRREVERSIBILI, si rischia serio?!?! Essere invalidanti ?

Cosa sapete dirmi sull’intervento?
Ed in generale su quello scritto?

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

"accenno a ptosi tonsillare" è un po' vaga come descrizione, si dovrebbero visionare direttamentele le immagini, ma con questa dicitura non sembra nulla di importante.
Il consiglio che Le posso dare è di effettuare una RM encefalica che ha un più alto potere di risoluzione e quindi si può studiare molto meglio il problema facendo apprezzare maggiori dettagli.
È poco probabile che la stanchezza origini da questa condizione.
Riguardo l'intervento è ovviamente prematuro parlarne.
Prima faccia la RM, poi si avranno le idee più chiare.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 404XXX

Grazie per la risposta Dottore,
Sì, per l’intervento ora come ora è prematuro parlarne.

“È poco probabile che la stanchezza origini da questa condizione.”
Quindi mi sta dicendo che è poco probabile che l’accenno a ptosi tonsillare, cervelletto piu basso del normale mi possa provocare questo problema alle braccia?
Perchè come detto la ricerca mi porta alla Arnold Chiari, e ho pensato proprio a questo
Se è poco probabile allora non so a cosa potrei pensare .. SM o SLA ? poi non so se ci sono altre malattie
(questa stanchezza ai minimi sforzi, soprattutto però se tengo le braccia distese DA ENTRAMBE LE SPALLE A SCENDERE FINO AL BICIPITE )

Farò una RM encefalica perchè ho bisogno dei chiarimenti, capire se sono normale, se è serio, se è stabile o degenerativo,
ma credo di aspettare qualche mese
Mi da un po fastidio il fatto delle radiazioni, siccome un mese fa ho fatto una panoramica dal dentista
Vuol dire quindi altre radiazioni
Nel caso la terrò aggiornato Dottore

Saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM non utilizza radiazioni ed è un esame assolutamente innocuo, da questo punto di vista può stare tranquillo.
La dicitura "accenno a ptosi tonsillare" non equivale ad impegno delle tonsille nel forame, almeno così pare intuirsi dal referto.
Dopo la RM effettui una visita neurologica sia per una valutazione clinica sia per fare visionare le immagini dell'esame al neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro