Utente 443XXX
Salve, ho 19 anni, sono alto 170cm x 63kg, ho sempre fatto attività fisica regolarmente, principalmente sport di resistenza, da un anno e mezzo pratico sollevamento pesi ed è da un po' che i miei arti si addormentano facilmente se compressi, ad esempio se accavallo le gambe dopo poco tempo sento la gamba formicolare-vibrare all'interno, e come ritorno alla posizione iniziale mi passa subito, questo accade solo alle gambe e braccia. Vorrei capire da cosa dipende, e se è un sintomo grave, ammesso che sono un soggetto ansioso (non da prestazione) e stressato in questo periodo, e la mia pressione arteriosa è sempre intorno ai 120/60; ho pensato fosse colpa della palestra visto che genera vasocostrizione, attendo risposta, grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se il problema si verifica solo dopo un un po' di tempo, per es., dall'accavallamento delle gambe regredendo subito dopo è causato dalla compressione dei nervi dovuto al peso dell'altro arto. Questo è un fenomeno non raro in tanti soggetti e non è da considerarsi patologico. Spesso può manifestarsi anche la notte. Stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 443XXX

Grazie per la risposta, il formicolio-addormentamento si verifica solo alla compressione degli arti, indipendentemente dagli orari o dalle cirscostanze, se non comprimo gli arti non avviene, cio'che mi preoccupa è che questo fenomeno avviene dopo neanche 2 minutidalla compressione ed è una cosa che si protrae da un annetto e mezzo, è necessario un consuoto medico?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se il problema si verifica dopo pochi minuti dalla compressione una visita neurologica sarebbe opportuno effettuarla.


Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro