Movimenti involontari e dolore alla testa

Partecipa al sondaggio
Gentili dottori, da alcuni mesi, circa 8, soffro di movimenti involontari di varie parti del corpo, mani, braccia e gambe e, meno frequentemente, anche del collo r bacino (non riesco a spiegare la sensazione, écome se una una parte del corpo si accorciasse o l altra si stendesse e il tutto provoca questo movimento del bacino. I movimenti vari a volte sono sussulti o muscoli contratti, altre volte la mano o il piede e gamba intera, si spostano visibilmente e non solo a me. Tutto cio avviene esclusivamente in momenti di riposo, a letto o seduta, e nei periodi piu intensi ho avuto anche piu di un movimento al minuto.in questi casi faccio una passeggiata per distrarmi e funziona. In questi periodo registro meno movimenti involontari ma una certa resistenza in qielli volontari..(se gesticolo o semplicemente per prendere un bicchiere, sposto il braccio, ma qiesto scatta come se dovesse vincere un freno)A questo di aggiungono forti dolori alle mani che riesco ad alleviare solo stringendole forte e anche sensazioni diffuse di freddo, come se mi cadesse in testa o sulle braccia dell acqua fredda. Non ho mai avuto mal di testa, forse due volte in tutto, ma spesso mi capita di avere un "rimbambimento" sento la testa che si gonfia e si sgonfia, dentro premere e poi mollare, ma nin ho capogiri o altro, si chiude cosi. E non é suggestione, cerco di stare attenta a quello che mi accade ma Premetto che non sono ipocondriaca, Anzi aspetto che una cosa succeda piu di una volta per convincermi che é accaduta...analisi varie tutto ok, visita cardiologica ok, ancora non ho contattato un neurologo un po per paura (ho pochi contatti con dottori perche posso dire che ho sempre avuto ottima salute).. Secondo voi la situazione é particolarmente seria o potrebbe essere solo stress, sovrappeso o postura scorretta? Inoltre vorrei chiedervi, eventuali esami come rm o altro, devo portarli direttamente o sarà il medico a stabilirlo? Grazie
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6.6k 355 161
Gentile Signora,
dalla sua dettagliata descrizione si desume che lei sta soffrendo di un disturbo del movimento che merita di essere approfondito con un corretto inquadramento clinico. Non Le suggerisco di effettuare indagini prima di aver ricevuto la visita di un Neurologo. Le ipotesi potrebbero essere molteplici, ma senza un riscontro clinico lasciano il tempo che trovano e purtroppo in un consulto online di più non Le si può dire.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
Utente
Utente
Grazie per la risposta ed in generale per il prezioso servizio. Come carattere tendo sempre a minimizzare quello che mi accade, o per incoscienza o forse per paura e troppa apprensione, non lo so :) in settimana entrante provvederò a contattare un neurologo e se lei vorrà, le scriverò l esito della visita. Ho comunque dimenticato nel precedente messaggio, di dire che soffro di miodesopsie in un occhio e pupilla edematosa. Inoltre nei movimenti involontari vi é anche l espulsione di aria dai polmoni. Scatti in cui avverto l addome che si ritrae e l aria fuoriuscire dal naso. Ovviamente nom glielo scrivo per cercare una risposta, comprendo i limiti del consulto online e la mecessaria prudenza ma quanto per darle un quadro completo che in caso la potesse far propendere per qualcosa. Ancora grazie
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6.6k 355 161
Consulti il Neurologo, cara Signora, e se vuole me ne riferisca il parere.
Buona giornata
[#4]
Utente
Utente
La aggiornerò.
Grazie
[#5]
Utente
Utente
Gentile dottore, la settimana scorsa mi sono recata da un neurologo, il quale dopo la visita ha tranquillamente escluso problemi a livello neurologico e per tanto non ritiene ci siano ulteriori accertamenti da effettuare.
Attribuirebbe le mie sensazioni ad uno stile di vita poco sereno in quanto per lavoro ho turni di notte e generalmente dormo poco.
Mi ha consigliato di "monitorare" la situazione, prendendo nota nel caso in cui i movimenti, che - ho ribadito - ad oggi persistono, si accentuassero o meno in condizioni particolari di stress.
Purtroppo durante la visita, ho dimenticato di riferire delle sensazioni di freddo che spesso avverto, spero non fossero la chiave di volta.
Secondo Lei dovrei rivolgermi ad un altro specialista diverso da un neurologo o come consigliato, aspettare un po'? Grazie
[#6]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6.6k 355 161
Se il Neurologo l'ha tranquillizzata può starsene serena ma se avverte disturbi a carico dell'apparato respiratorio potrebbe consultare uno Pneumologo.
Cordialmente