Utente cancellato
Buonasera, avrei un problema da esporvi, in attesa di recarmi dal curante: è da qualche giorno che avverto un dolore piuttosto forte quando riverso la testa all'indietro verso destra (come ad appoggiare parte della nuca sulla spalla dx).... un dolore che si irradia fino al braccio e talvolta alla mano. Specifico che sono tendenzialmente sportiva e che ho la pessima abitudine di sdraiarmi sul divano poggiando proprio il lato destro del collo sul bracciolo rigido dello stesso. In questo periodo ho frequentato dei corsi di massaggio, durante i quali ho manifestato apertamente il dolore alla spalla e gli insegnanti hanno notato una contrattura. Sono preoccupata, perchè a breve aprirò un centro di massaggi olisitici e con questo dolore mi trovo in difficoltà. Cosa fare? Ho preso intanto un antinfiammatorio.... grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
Lei ha praticamente descritto il test di Spurling che noi Neurochirurghi pratichiamo al paziente che sospettiamo abbia un'ernia discale cervicale, solo che in più effettuiamo una compressione sul vertice (la parte più alta della testa): se il paziente presenta il sintomo che Lei ha descritto, abbiamo fondato motivo di prescrivere una Risonanza Magnetica del rachide cervicale. Ed è appunto ciò che Le suggerirei di fare magari meglio se preceduta da una visita specialistica.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
465384

dal 2018
Grazie mille per essere stato celere ed esaustivo. Mi sono dimenticata di specificare che sono nata con una malocclusione dentale (con annesso palato stretto)...per cui dolori continui. Grazie infinite

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ciò che ha riferito non ha alcuna responsabilità nell'origine del fenomeno che ha descritto. Segua il consiglio che Le ho dato, se il disturbo persiste.
Cordiali saluti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it