Utente 372XXX
Buonasera, a fine agosto dell' anno scorso, al risveglio dopo aver dormito sul divano ho iniziato ad avvertire delle fascicolazioni al muscolo sternocleidomastoideo. Sono stata dal neurologo e fatto emg il quale ha pensato che il tutto era dovuto a stress. Mi ha prescritto paroxetina da 20 mg. Ammetto che il numero di queste fascicolazioni si era ridotto notevolmente. Decido di fare fisioterapia, dopo due sedute il fastidio sparisce limitandosi solo a quando sbadiglio, fino a scomparire del tutto. Diciamo che da metà ottobre a metà marzo sono stata bene. Ora è tornato, sempre solito punto. A volte il muscolo si contrae in maniera leggera e il suo rilascimento diventa impercettibile, però c'è. Cosa può essere a causare tutto questo? Che esami potrei fare? Perché con la fisioterapia è andato via ma poi è ritornato? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

dal contenuto del post il problema sembrerebbe di natura muscolare, niente di grave se è regredito in seguito a fisioterapia. Perché è ritornato? Per es. per posture poco corrette o prolungate, per contrattura dei muscoli cervicali, discopatie, ecc.
Ha mai fatto degli esami per studiare la colonna cervicale?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 372XXX

Grazie dottore per la celere risposta. Io posture scorrette ne assumo soprattutto durante la notte, dormiamo in 4 nel lettone, ho due bimbe piccole che hanno paura. Ho una protusione che comprime il midollo spinale in c6 e c7, e un'altra protusione in c5 e c6, più artrosi cervicale. Una domanda nel caso il disturbo non fosse passato con la fisioterapia da cosa sarebbe potuto dipendere. Poi perché si scatena con lo sbadiglio. Quando sento il muscolo contrarsi muovo un po' il collo e faccio un massaggio, così passa. Cosa strana che il disturbo ce l'ho a dx e per quasi un anno la parotide dx è stata soggetta a coliche, sparite definitivamente queste ultime è arrivato quest'altro disturbo. Coincidenza o c'è un nesso?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le discopatie che riferisce possono essere una causa del disturbo riferito, così come la tensione muscolare che si verifica durante uno sbadiglio. Anche eventuali contratture muscolari possono essere all'origine del problema.
La fisioterapia può essere efficace in tutte le condizioni sopra menzionate.
Una correlazione con la parotide? Tenderei ad escluderla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 372XXX

Ancora grazie dottore. La disturbo ancora per chiederle un informazione. Uso spesso, forse troppo il cellulare. Quindi utilizzo la mano dx. Dall'elettromiografia si è vista una sofferenza neurogena in c6. Può essere l'uso prolungato del cell a scatenare il disturbo. Non penso a malattie come la sla, mi sono ben chiari i sintomi e i segni. Però sono curiosa di sapere nel caso in cui il disturbo non fosse passato con la fisioterapia, da cosa poteva essere dipeso.Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, se è stata riscontrata una sofferenza di C6 l'uso del cellulare è ininfluente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 372XXX

Buongiorno, fino ad ora ho fatto due sedute di fisioterapia, con esito negativo. Inizio a temere questo fastidio. È diventato più frequente, forse perché sono agitata per la cosa. Ho eseguito un eco collo, cosa assurda in quel frangente di tempo non ho avuto nulla. Anche qui non c'è niente. Quando unizio a sentire tirare, in superficie mi si vede un vaso. È un tendine forse? E lì inizia il tremolio, battito... a volte invece tira solo, sempre con vaso che posso toccare bene. Ma che è? Io non ce la faccio più. Ma a livello farmacologico esiste qualcosa? Può essere frutto dell'ansia, anche se si tratta di un punto fisso?

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

due sedute di fisioterapia sono insufficienti per vedere eventuali benefici, continui il programma impostato dal fisioterapista. Il "vaso" che tira può essere un muscolo o un tendine, senza la visita diretta non si può essere precisi.
L'ansia potrebbe causare contratture muscolari.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro