Utente 495XXX
Sono una donna di 30 anni, non fumatrice, normalmente ipotesa.
Circa un mese fa ho avuto due episodi strani: mentre ero a letto, per un istante non ho visto più nulla (come se fosse andata via la corrente o si fosse spento un televisore).
L’episodio è accaduto nuovamente tre sere fa, quando avevo gli occhi già chiusi per dormire (ma ero ancora sveglia): ho percepito per un istante un buio pesto (nero completamente, non come quando la luce di una stanza è semplicemente spenta) e quel puntino bianco al centro come quando si spegne una tv.
I miei sostengono che lo specialista da consultare sia un oculista, ma mi chiedo se non sia, invece, il caso di consultare un neurologo.
12 anni fa mio padre ha avuto un attacco ischemico transitorio, gli si immobilizzò parte del corpo: da allora assume cardioaspirina e plavix.
Mi chiedo se possa esserci una familiarità: spero di non dover correre anch’io al pronto soccorso!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ritengo che sia opportuno effettuare entrambe le visite specialistiche, oculistica e neurologica, per avere una visione completa del problema.
Utile sarebbe pure, per completare l'iter diagnostico, effettuare una RM encefalica ma questo lo consiglierà il neurologo se lo riterrà opportuno.
La familiarità non indica un'ereditarietà ma un fattore di rischio.
Controlli periodicamente la pressione arteriosa (anche troppo bassa può creare problemi), colesterolo, glicemia, trigliceridi e svolga attività fisica costante.
Non si faccia prendere però da inutili paure e stia serena.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 495XXX

Gentile dott. Ferraloro, la ringrazio.
Seguirò i suoi consigli e contatterò entrambi gli specialisti.
Ammetto, però, che l’idea che la causa di questi episodi debba essere indagata con una rm encefalica mi crea un po’ d’ansia, speravo potesse trattarsi anche (e più semplicemente) di episodi dovuti ad una somatizzazione dello stress.
Grazie per il tempo che mi ha dedicato!

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è ovviamente possibile l’origine psichica del disturbo ma prima di arrivare a questa conclusione è corretto escludere altre cause.
Riguardo la RM avevo scritto "questo lo consiglierà il neurologo se lo riterrà opportuno", pertanto si tranquillizzi e viva serenamente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 495XXX

Ho prenotato una visita oculistica per il prossimo martedì.
Se non la disturbo, vorrei tenerla aggiornata.
Grazie dottore!

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non disturba certamente, può farmi sapere gli sviluppi del caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 495XXX

Buonasera dottore,
Le scrivo per aggiornarla sulla visita oculistica che ho effettuato oggi.
L’oculista ha riscontrato un trombo oculare, con vasi all’emergenza con andamento tortuoso e ristretti di calibro.
Non ha voluto dirmi nulla, rimandando l’appuntamento a qualche giorno per un campo visivo computerizzato.
So che non si tratta della sua specializzazione, ma vorrei chiederle un aiuto a “decodificare” questo referto.
Grazie mille

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per trombosi s’intende un’ostruzione di un vaso, oltre questo al momento non si può aggiungere altro. I dati sono molto scarni.
Ovviamente nella sezione "Oculistica" di questo sito Le potranno dare maggiori informazioni.
Aspetti gli altri esami da effettuare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro