Delirio

Salve, sono la mamma di un ragazzo di 13 anni. Mio figlio è tra i primi della classe a scuola,sportivo, cordiale , tranquillo.Ha avuto due giorni di febbre alta,39.5 curata con Tachipirina. Questa notte dopo un ora di sonno l'ho sentito correre avanti e indietro nel corridoio di casa,mi sono alzata e era sudato,indicava un punto e diceva che gli aveva dato un calcio, storceva occhi e bocca facendo versi strani,io e mio marito lo abbiamo tenuto e gli abbiamo fatto bere acqua e prendere aria alla finestra. Lui ci ha chiesto se volevamo spingerlo,diceva cose senza senso. Non era in se. Quando è tornato in se non si ricordava niente,solo che stava sognando di piegare i vestiti. Aveva poca febbre. Cosa può essere? Sono veramente preoccupata. Grazie
[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6.6k 355 161
Gentile Utente,
il primo sospetto diagnostico, in base al suo resoconto anamnestico , è che il ragazzo possa avere avuto una crisi "morfeica" (ossia nel sonno) di epilessia temporale o psico-motoria. La seconda è che possa essersi trattato di sonnambulismo, che sostanzialmente è abbastanza prossimo alla prima ipotesi. Il mio suggerimento è che venga effettuato un elettroencefalogramma e poi di rivolgersi ad un neurologo il quale potrà decidere per l'eventuale esecuzione di altre indagini.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio della risposta,dopo l'accaduto lo abbiamo portato subito in pronto soccorso visto che anche la febbre stava risalendo.
Hanno ipotizzato il sonnambulismo ma visto che è il primo episodio ci hanno chiesto di ritornare in caso di un'altro episodio.
Sinceramente spero sia stata la febbre e che non si ripeta,ho passato tutta la notte a controllare le finestre con la paura che si alzasse a fare qualche cosa. È possibile che faccia del male a qualcuno o a se stesso mentre dormiamo con una di queste patologie?
Grazie
[#3]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6.6k 355 161
E' opportuno, come le ho suggerito nella prima risposta, che venga effettuato un elettroencefalogramma.
La ringrazio per la cortese recensione.
[#4]
Utente
Utente
Grazie,ultima domanda,come dobbiamo comportarci in caso di un'altra crisi?
Si figuri,la recensione descrive la realtà dei fatti.
[#5]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 6.6k 355 161
Assicurarsi che il ragazzo non possa farsi del male, ma non sollecitarlo nè tentare di bloccarlo con la forza e magari con dolcezza cercare di farlo sdraiare sul letto.
[#6]
Utente
Utente
Grazie