Utente 510XXX
Salve dottore, sono un ragazzo di 23 anni e da circa 4 mesi vive una situazione un po' particolare. Il tutto era iniziato con un affanno e una pesantezza dopo i pasti, ma la settimana seguente durante la cena mi sono letteralmente strozzato con un pezzettino minuscolo di carne. Tachicardia, respiro corto e vengo portato al pronto soccorso. Nulla da segnalare apparte una faringite (non avevo né bruciore di gola né null'altro). La settimana seguente andai dall'otorino il quale mi disse che avevo una faringite cronica ipertrofica di grado ben marcato da gerd,ma quella necessità di dover respirare a fondo e il continuo strozzarsi non passavano. Una settimana dopo feci anche la gastroscopia dalla quale risulto cardias beante e gastrite cronica(che sto tenendo sotto cura con cicli di ipp).Feci anche in questi mesi 3 eco addominali, rx al torace(dove da una risultò un micronodulo parenchimale), numerose analisi perfettamente nella norma, analisi della tiroide(ipotiroidismo subclinico), visita dallo pneumologo nella norma, visita cardiologia perfetta. In questi mesi però si è aggiunta una debolezza fisica, a volte infatti sento proprio mancare la forza nelle braccia e nelle mani. Da due settimane circa però ho delle vertigini, visione leggermente offuscata ed inoltre mi sono reso conto per sbaglio che con un occhio vedo i colori più nitidi rispetto all'altro(occhio sinistro più colorato rispetto al destro).Ieri sera mi hanno effettuato la tac alla testa senza mezzo di contrasto ed il risultato è stato il seguente :non segni di Tc di emorragie endocraniche recenti. Non evidenti alterazioni densitometriche del parenchima celebrale da riferirsi a lesioni di recente insorgenza. Nella norma le dimensioni del sistema ventricolare(con lieve asimmetria trai ventricoli laterali dx>Sn, su verosimile base congenita) e degli spazi liquorali periferici della base e della convessità. In asse le strutture della linea mediana. Questa mattina sono stato anche dall'oculista il quale ha detto che non c'è nulla ma, dai sintomi elencati ha parlato di sla.li mi è praticamente caduto il mondo addosso, le devo dire la verità, stavo per buttarmi a terra perché solo a leggere quella malattia fa paura, figuriamoci sentirsi dire che ho/o avrei. Io però, due settimane fa ho effettuato una visita neurologica presso il primario di neurologia di un importante ospedale nel sud Italia e, ha detta sua posso stare tranquillo al 100 % che non ho nulla, né malattie, né tumori né null'altro. Ora però sono realmente preoccupato di quanto detto dall'oculista(ha praticamente ribaltato la visita del neurologo il quale mi ha testato la forza nelle mani, nelle ginocchia e nelle gambe, mi ha strisciato una penna vicino ai piedi, mi ha fatto marciare ad occhi chiusi sul posto, mi ha fatto toccare il naso con gli indici sempre ad occhi chiusi e inoltre mi ha detto che in via precauzionale avrei dovuto effettuare una RM senza mezzo di contrasto, ma solo per una rassicurazione personale).

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

stia tranquillo, se la visita neurologica ha avuto esito negativo ed il neurologo l'ha tranquillizzata non vedo motivi di preoccupazione.
Al massimo, per Sua tranquillità, può effettuare un controllo neurologico tra qualche mese se il problema dovesse persistere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Innanzitutto la ringrazio per la tempestiva risposta. Vorrei esserlo ma l'oculista sta mattina non ha fatto riferimento a problematiche neurologiche, ma proprio alla sla e come le ho detto mi è caduto il mondo addosso. Io in questi mesi ho perso una decina di kg ma no perché non volessi mangiare ma perché il primo mese mi strozzavo con tutto, anche con l'acqua. Adesso la situazione è nettamente migliorata dal punto di vista della deglutizione anche se faccia ancora difficoltà(come le avevo già detto ho questa gastrite cronica, e questa problema si verifica maggiormente la mattina quando mi sveglio, anche se durante la giornata persiste). Ripeto, il neurologo non mi ha sottoposto a nessun tipo di test, ma mi ha visitato facendomi fare quegli esercizi che le avevo detto. Inoltre ha aggiunto che solo in via precauzionale dovrei sottopormi ad una rm(per giunta senza contrasto) solo per una precauzione personale, per tranquillizzarmi. Vorrei inoltre chiederle cosa è emerso dalla tac che le ho riportato nel consulto precedente. Inoltre se può servire a qualcosa io in questi mesi ho effettuato anche un ricovero ospedaliero per un livello di potassio basso, mi hanno trovato meteorismo intestinale, sindrome di Gilbert e come le avevo detto ipotiroidismo subclinico. Ma nessuno ha parlato di problemi neurologici, anzi, hanno parlato più di problemi d'ansia misti a colon irritabile misti a gastrite cronica. Per il resto nulla di grave. Inoltre da quanto ho letto con questa malattia si hanno problemi di respiro, e per tutte le volte che sono stato in ospedale avevo sempre la saturazione 100 su 100. Mi hanno effettuato anche due emogas (uno venoso e l'altro arterioso ma anche qui i valori erano normali). Esami delle urine perfetti, esami del sangue ugualmente perfetti(gli ultimi sta notte).Questa cosa del percepire i colori in maniera leggermente differente l'ho notata anche per caso, passandomi la mano davanti al naso. Ecco perché sono andato dritto dal neurologo per escludere qualsiasi problematica neurologica. Ovviamente il neurologo ha detto che nella vita nulla è certo, ma due settimane fa a detta sua non c'era nulla di nulla. Però da quanto detto dall'oculista invece no. Io questa settimana effettuerò anche un campo visivo computerizzato per escludere aneurisma ottici. Poi ha concluso dicendo che qualora l'esame dovesse andar male allora serve la RM urgentemente proprio per quella malattia di cui le ho parlato (non la voglio scrivere perché ripeto, ho paura a pronunciarla). Mi scusi per l'essermi dilungato troppo ma volevo quantomeno essere il più esaustivo possibile. La ringrazio ancora per la tempestiva risposta. Concludo dicendo che non credo che il neurologo sia diventato primario perché la mattina gli hanno conferito questo ruolo. Poi avevo letto anche il curriculum del neurologo, specializzato proprio sulla sla. Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"l'oculista sta mattina non ha fatto riferimento a problematiche neurologiche, ma proprio alla sla", la sla è una malattia neurologica e di competenza del neurologo.

L'oculista Le ha detto che "qualora l'esame dovesse andare male allora serve la RM urgentemente proprio per quella malattia di cui le ho parlato" se si riferisce alla SLA la RM non è un esame diagnostico specifico.
Inoltre non vedo correlazioni tra la malattia in questione e il campo visivo computerizzato.

Riguardo malattie neurologiche si fidi del Suo neurologo (peraltro perfezionato in malattie del motoneurone, come la SLA) e, come Le dicevo, effettui un controllo tra qualche mese se la sintomatologia dovesse persistere.

Aggiungo anche che il significativo miglioramento della deglutizione non si accorda con la SLA.

La TC è nella norma.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 510XXX

Mi scusi dottore, vorrei porle un'altra domanda :l'oculista ha detto che anche questi problemi di respiro che avevo(ovvero respirare profondamente) sono correlati a questa malattia, ma io in questi mesi nonostante respiravo in questo modo avevo ed ho sempre la saturazione 100 su 100,come ho detto ho effettuato anche due emogas analisi(arteriosa e venosa) ed entrambe erano nella norma. Purtroppo come le ho detto e le ripeto(sono diventato logorroico) mi ha praticamente devastato psicologicamente questa mattina l'oculista.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

avvertire la necessità di effettuare respiri profondi non corrisponde ad avere difficoltà respiratorie, questo problema è spesso di natura psicosomatica.
Inoltre, come Le dicevo, in caso di SLA non ci sono miglioramenti della deglutizione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 510XXX

Ovviamente anche se si è trattato di un consulto online mi ha rassicurato, e non di molto. Diciamo che oggi non è assolutamente una giornata da ricordare, ma il suo aiuto sicuramente lo è. Spero non ci siano e non ci saranno più problemi di nessun tipo e ovviamente(come detto anche da lei) mi fiderò solo di ciò che ha detto il neurologo visitandomi 2 settimane fa. Le auguro un buon lavoro e la ringrazio nuovamente di tutto. Buona serata.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Mi fa piacere averLa tranquillizzata.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 510XXX

Salve dottore e buona sera. Questa mattina sono stato dal medico di famiglia al quale abbiamo spiegato ciò che era successo ieri ed è rimasto scettico sulla diagnosi dell'oculista. Inoltre ha detto che si è comportato in maniera proprio disumana(me l'ha detto mentre l'infermiera mi metteva le gocce per dilatare le pupille). Avevo chiesto anche al medico delle spiegazioni in merito al respiro e lui mi detto che quantomeno la saturazione doveva essere alterata(cosa che fino a due sere fa era al 100%).lei cosa ne pensa di quanto detto dal medico? Richiedo a lei perché il neurologo dal quale sono stato è fuori fino al 12,ho mandato una mail per avere direttamente una consulenza da parte sua visto che mi ha visitato, però ovviamente anche se ieri le avevo detto che mi aveva rassicurato, purtroppo la mente viaggia. Spero possa darmi una risposta anche in merito(alla saturazione dell'ossigeno, perché comunque ho letto che coloro che hanno quella malattia non respirano più autonomamente, ed io fin'ora ora come le ho detto sempre avuto la saturazione al 100).

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dopo quanto ho scritto precedentemente non posso che concordare con quanto detto dal medico curante,
Inoltre Lei non ha problemi di respirazione, ha solo necessità di effettuare respiri profondi che non significa non respirare bene.
Stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 510XXX

La ringrazio nuovamente per l'ennesima risposta dottore. Se vorrà appena io neurologo tornerà in sede ed avrò un suo consulto le farò sapere. In attesa di ciò le auguro una buona serata.

[#11] dopo  
Utente 510XXX

Ah, aggiungo che per il problema della deglutizione il medico mi ha prescritto Flomax 1 bustina dopo i due pasti principali e prima dormire un cucchiaio di gaviscon, vista la gastrite. Per quanto riguarda questo senso di debolezza invece lui è convinto si tratti di una problematica ansiogena(fin'ora e spero mai mi sono caduti oggetti dalle mani, la forza anche se dico di non avvertirla alla fine la ho, anche questa sensazione di pressione al naso ed al collo ha detto che si tratta di una problematica a livello mandibolo temporale correlata comunque ad un fattore di tensione derivata dall'ansia).

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, può farmi sapere cosa Le dirà il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 510XXX

Spero che il neurologo riconfermi quanto detto due settimane fa infondando anche quanto detto dall'oculista.

[#14] dopo  
Utente 510XXX

Dottore, mi scusi dell'ora ma ho fatto lo sbaglio di leggere su internet informazioni sulle malattie neurodegenerative ed ora la mente viaggia, perché mi rivedo in ogni singolo sintomi, dalla debolezza, ad una leggera ondulatura quando sono in pedi(quelle famose vertigini di cui le parlavo) alla vista offuscata dall'occhio sinistro, alla difficoltà nel deglutire e chi più ne ha più ne metta. So di aver sbagliato a leggere su internet tutto questo ma allo stesso tempo ho paura, e come se adesso ci siamo io e la paura nel letto, paura di non risvegliarmi, paura di svegliarmi ma con queste malattie. L'oculista mi ha distrutto la vita, e non sto scherzando.

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non vada a leggere in Rete, è altamente ansiogeno, stia tranquillo, il neurologo la tranquillizzerà.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 510XXX

Mi chiedo se l'oculista sia una persona, perché prima di essere un medico è una persona umana, ed anche io lo sono. Ma la brutalità con cui mi ha detto quella frase ieri"questa è la fase iniziale della sla"non mi ha solo segnato. Sto vedendo da ieri gli occhi dei miei genitori completamente spenti, mio fratello che mi da coraggio ripetendomi che non ho nulla e che devo stare calmo, e poi ci sono ieri che da ieri non vivo praticamente più, qualsiasi cosa senta la ricollego subito a quella malattia. Mi creda quando le dico che mi ha completamente distrutto, nel giro di due ore sono diventato talmente tanto vulnerabile che piangere è l'unica cosa che mi riesce fare, anche in questo momento che le scrivendo sono in camera mia completamente perso e con le lacrime agli occhi. Ero uscito dal pronto soccorso la notte scorsa sicuro anche dell'esito della tac che non evidenziava nulla e sono riuscito dopo 4 ore dallo stesso posto completamente distrutto, come se qualcuno mi avesse tolto il cuore dallo sterno. Ma perché l'umanità è scomparsa dalla terra, e perché ci sono medici che si comportano in questa maniera. Prima di dire ciò che pensava avrebbe potuto dire ed usare altri modi, invece no, è come se mi avesse detto che ho il raffreddore, con la conseguenza che mi ha praticamente distrutto. Scusi se mi sfogo con lei, ma voglio farmi vedere forte dai miei genitori anche se nei loro occhi non vedo praticamente più nulla, con me anche loro hanno smesso di vivere da ieri. Mi scusi ancora per lo sfogo dottore e soprattutto per l'orario.

[#17] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera dottore, questa mattina sono stato nuovamente dal medico di famiglia il quale ha voluto rivedere tutto ciò che ho fatto in questi mesi, visite, analisi e via dicendo. Ecco, dall'rx cervicalgica forse i medici del pronto soccorso non se ne sono resi conto, ma è emerso che c'è una rettilineizzazione della fisiologica lordosi(in pratica il medico ha detto che ho la cervicale) e che queste vertigini, questo senso di sbandamento, pesantezza, disturbi della vista, cefalee, rigidità del collo e quant'altro, sono tutte collegate alla cervicale e non alla SLA che non ho. Lui ha detto ovviamente di avere nuovamente un consulto neurologico per eliminare definitivamente qualsiasi dubbio portando anche i risultati della tac e dell'rx. Visto che il neurologo tornerà come le avevo detto non prima del 12 lei cosa ne pensa anche di questa disposizione? Posso stare definitivamente tranquillo in attesa del consulto neurologico? Lui ha aggiunto che anche questa debolezza muscolare dipende da essa. Aspetto nuovamente un suo consulto.

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"vertigini, questo senso di sbandamento, pesantezza, disturbi della vista, cefalee, rigidità del collo" non sono certamente sintomi della sla, stia tranquillo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 510XXX

Anche debolezza muscolare. Spero non siano sintomi ne della sla ne di altre malattie neurodegenerative. Comunque lei si ritrova anche sulle disposizioni del medico di base sulla rettilineizzazione della lordosi? Spero possa rispondere ai due quesiti

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la rettilineizzazione della colonna cervicale potrebbe causare una parte della sintomatologia, anche se non tutti i medici concordano con questa ipotesi.
Comunque lasci perdere le malattie neurodegenerative, non vedo elementi in tal senso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 510XXX

Una parte della sintomatologia legata alla rettilineizzazione, e l'altra invece allo stato ansiogeno? Non lo nascondo, anzi, sono il primo a dirlo che sono diventato estremamente ansiono in merito a ciò, e soprattutto negli ultimi giorni.

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Probabilmente sì.
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 510XXX

Questo mi rassicura molto, e soprattutto anche quanto detto da lei in merito alle mie problematiche che non hanno nulla a che vedere con malattie neurodegenerative.

[#24] dopo  
Utente 510XXX

Dotte, salve. Credo che la situazione stia peggiorando. Questo non significa che l'oculista abbia avuto ragione, ma che mi abbia distrutto psicologicamente questo è certo. Mi scappano le cose dalle mani, prima mentre stavo sbucciando la banana con la mano sinistra non riuscivo ad abbassare la buccia, mi tremano gli arti superiori e le mani. Da ieri ho iniziato a prendere della valeriana in gocce 15 al mattino e 15 la sera ma purtroppo la situazione resta quella che è. So che lei a distanza adesso può fare ben poco ma diciamo che questo è l'unico modo che ho per sfogarmi, se così si può dire. Vedo i miei genitori completamente persi perché hanno paura nonostante sia già stato a visita dal neurologo. Li vedo persi e spenti, e con loro anche io, perché adesso ogni minima cosa la ricollego ad essa. Quelle vertigini, quella debolezza, quella incapacità di concentrazione, questa pressione facciale, questa difficoltà di deglutizione ed in più quello che mi sta succedendo da questa mattina non fanno altro che disperarmi e disperare ancora di più la mia famiglia. Credo, e sono convinto, che la diagnosi dell'oculista ci(adesso dico ci) abbia distrutto completamente. Sento le braccia deboli, come se volessero sollevarsi da sole, mi tremano le gambe, non riesco a stare in piedi perché sento quel senso di sbandamento continuo. Non so più cosa fare e come comportarmi, oltre che(e mi scusi ancora per l'ennesima volta) sfogarmi con lei.

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le vertigini, gli sbandamenti, la scarsa concentrazione, il senso di pressione sul viso, la debolezza generalizzata, il tremore, non hanno nulla a che vedere con la sla, inoltre la perdita degli oggetti dalle mani in questa malattia è un processo lungo, di mesi, non si manifesta da un giorno all’altro, per cui è possibile sia una somatizzazione ansiosa.
Se poi l'oculista le ha detto di fare la RM per la diagnosi di questa malattia Le dico senza mezzi termini né ipocrisie che non conosce la malattia.
Stia tranquillo, esca e si distragga.

Buon fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 510XXX

Mi creda, giuro che un giorno la incontrerò di persona e la abbraccerò con tutte le mie forze. Anche se a distanza sta facendo tanto, mi creda. Davvero

[#27] dopo  
Utente 510XXX

Dottore, vorrei diciamo darle un aggiornamento: mi ha contattato un amico di mio fratello che si è appena laureato in mwdicina(ovviamente non è specializzato in un preciso campo), ma quantomeno la sa sicuramente meglio di me. Ha detto che innanzitutto questa problematica visiva (che per giunta non è fissa ma va a fasi) fa parte della neurite ottica(che si presenta maggiormente nei confronti di malati di sclerosi e non di sla). Mi ha detto di stare tranquillo e di non pensare a nulla perché non ho nessuna malattia. Solo che ho commesso nuovamente lo sbaglio di andare su internet ed informarmi sulla malattia in questione e leggendo sembra come se avessi tutti io i sintomi. Il mio problema principale è stata la diagnosi dell'oculista, ma in particolare modo anche quello di fare un passo avanti e 100 indietro.

[#28] dopo  
Utente 510XXX

Salve dottore, intendo aggiornarla sulla situazione. Ho appena fatto la visita del campo visivo computerizzato la quale ha escluso una neurite ottica. Spero possa darmi un suo parere in merito anche al responso di questa visita e se può darmi anche una risposta al consulto precedente.

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi aspettavo l’esito negativo del campo visivo, non si metta in Rete a leggere e non cerchi continuamente rassicurazioni perché sono il migliore alimento dell’ansia.
Si faccia controllare dal neurologo più che altro per tranquillizzarsi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 510XXX

Sisi, domani telefoneró in reparto per fissare al più presto una nuova consulenza con il neurologo portando anche questi esami fatti in questi giorni, sperando che possa confermarmi quanto detto anche nel consulto precedente. Posso farle una domanda,perché si aspettava negativa la risposta del campo visivo? Comunque questa mattina la dottoressa che mi ha fatto l'esame mi ha consigliato di cambiare oculista

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi aspettavo l’esito negativo perché ritengo che non abbia nulla d’importante, almeno come impressione a distanza e con tutti i limiti del caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 510XXX

Grazie mille dottore per la disponibilità. Nei prossimi giorni se vorrà le farò sapere anche l'esito della visita neurologica. Cordiali saluti e buona giornata.

[#33] dopo  
Utente 510XXX

Buonasera dottore. Intendo aggiornarla sulla situazione. Ho contattato il neurologo io quale per via telefonica ha detto che non serve che torno a visita perché mi ha ribadito che non ho nulla(le ho riferito anche del campo visivo computerizzato ed ha detto che mediante quello si può escludere anche la sclerosi multipla oltre a tutte le altre malattie neurodegenerative), ed ha aggiunto che la diagnosi di tale non spetta ad un oculista ma ad un neurologo. Inoltre proprio come lei mi ha detto di stare assolutamente tranquillo. Anche il medico di famiglia oggi mi ha detto di stare tranquillo perché anche con quella visita ho escluso problematiche neurologiche. Mi ha detto che i miei problemi di deglutizione e di calo della voce dipendono dalla gastrite cronica che ho(la mattina mi sveglio con un bruciore alla gola che scompare subito dopo aver fatto colazione, ma come prendo freddo mi si abbassa la voce) ed il medico ha detto che questo dipende proprio dal l'infiammazione a livello di gastrite. Ovviamente come le avevo detto la situazione sta migliorando a livello di deglutizione(sto assumendo ipp, gaviscon dopo i pasti e la sera prima di dormire, Flomax ed anche della valeriana per calmarmi). Inoltre mi ha detto di fare qualche seduta di psico terapia per risolvere definitivamente il problema insieme ovviamente alla cura per la gastrite. Per quanto riguarda la cervicale ha detto solamente di fare qualche esercizio di ginnastica posturale e che quella pressione che sento, quello sbandamento è problemi di vista dipendono proprio da essa. Vorrei sapere se si ritrova con ciò dottore. Inoltre volevo aggiungere che da qualche giorno sento una debolezza alle gambe ed alle braccia e volevo chiederle se questo è sempre un fattore psicologico o legato a qualcosa.

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo perfettamente con quanto Le hanno detto, d'altronde era il mio pensiero precedente.
Anche gli ultimi sintomi descritti possono essere di origine ansiosa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 510XXX

Che poi dottore si tratta di una debolezza strana, perché comunque a camminare cammino, a stringere i pugni la forza la ho(ieri ho provato ad eseguire delle trazioni alla sbarra e per quanto non sono allenato da 5 mesi ne ho fatte 10),quindi credo che appunto non c'entra nulla di neurologico. Anche il fatto che la deglutizione è migliorata ed anche di molto, anzi, devo dirle la verità, in questi giorni mi strozzo sempre meno rispetto a prima.

[#36] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Stia tranquillo, non ha nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro