Neurologo

Salve, mi chiamo Monica e ho 30 anni da qualche mese accuso un improvviso malessere caratterizzato da senso di confusione a cui segue una forte senso di tensione al centro della fronte con la sensazione che gli occhi si incrocino, in effetti pur vedendo provo fastidio a metter a fuoco specie a lungo raggio.
Più mi agito più la sensazione di tensione alla fronte aumenta così come il fastidio visivo.
Rilassandomi pian piano la tensione diventa mal di testa sordo che può perdurare per diverse ore.
Ho tensione al collo e al trapezio.
Ho fatto RM con mezzo di contrasto e EEG negativi, visita neurologica negativa, visita oculistica ok.
L'oculista ha definito i moro disturbi visivi come aure.
Che cosa ne pensate?

Grazie.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Monica,

la mia impressione è che possa essere sia una cefalea tensiva sia un'emicrania con aura. Da questa postazione non è possibile andare oltre.
Il neurologo che ha avuto l’indubbio vantaggio di visitarla come si è orientato?
Comunque l’esito negativo degli esami strumentali effettuati è assolutamente tranquillizzante riguardo patologie importanti.
Quanto durano gli episodi descritti? Con quale frequenza si presentano?

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la celere risposta.
Questi episodi sono insorti nel corso di un trattamento di fisioterapia volto ad allentare le contratture della zona sottoccipitale, nessuna brusca manovra di manipolazione. Il neurologo che ho consultato ha detto che si tratta di stress e niente più. L'esordio acuto al centro della fronte in cui sento tirare come se gli occhi stessero per storcere dura al massimo 5 minuti, è durato anche meno a volte. Poi la sensazione diventa più lieve e può diventare un mal di testa che si espande per tutta la fronte.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Monica,

anche la diagnosi del neurologo ci può stare, in tal modo si viene a configurare una cefalea tensiva, come Le dicevo sopra.
Comunque esistono terapie efficaci in entrambe le condizioni sopra ipotizzate.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore per aver risposto. Volevo ancora approfittare della Sua disponibilità per chiederLe come sia possibile che una cefalea di tipo tensivo abbia uno "scoppio" così improvviso e acuto e soprattutto che pochi attimi prima io possa percepire che stia per arrivare, come fosse una vera e propria "crisi". Il mio medico di base mi fa preoccupare parlandomi di un problema funzionale a livello cerebrale o di una forma di epilessia, io ho eseguito due EEG in privazione di sonno, ciò non dovrebbe escluderlo? E che tipo di problema funzionale potrebbe essere con ben due RM negative di cui una con contrasto?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Una diagnosi di epilessia francamente la vedo poco probabile.
Riguardo gli episodi descritti, è possibile che vengano innescati da uno stato ansioso e poi continuino con una cefalea tensiva.
Problema "funzionale" può intendersi anche ansioso.

Buona domenica

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore, certamente sono un soggetto ansioso e tendente all'ipocondria. Quindi è verosimile che si tratti di ansia somatizzata? Mi sento spesso confusa e come se stessi per svenire, ultimamente ogni giorno e più volte al giorno. Ho fatto diversi esami ematologici ma sembra tutto in ordine. Pensi che tutto ciò possa essere conseguenza dello stesso male, ovvero l'ansia?
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
È un’ipotesi molto probabile.

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Come si può capire se realmente si tratta di ciò?
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Già la visita neurologica è fondamentale per escludere patologie importanti.
Poi ci pensano i medici a fare diagnosi.

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test